79° MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA / 31 Agosto – 10 Settembre 2022. In copertina il Manifesto di Lorenzo Mattotti Cartella Stampa Courtesy Ufficio Stampa La Biennale. Immagini Courtesy Ufficio Stampa Rai Cinema Movies Inspired I Wonder Pictures. https://www.labiennale.org/it

©Master Gardener di Paul Schrader con Joel Edgerton e Sigourney Weaver.
©Il Signore delle Formiche Official Trailer

Novanta anni dalla prima edizione e ci si trova ancora a rincorrere e a trovare risposte soprattutto oggi. Anche il Direttore del Festival Alberto Barbera non nasconde nel suo intervento le tante contraddizioni di un settore che sembra soltanto sentirsi gratificato nella presenza di un grande evento. Il Leone alla carriera a Paul Schrader e Catherine Deneuve, un Leone trasformato in Leonessa nella nuova Locandina di Lorenzo Mattotti, titoli e presenze in ogni evento come sempre di altissima qualità, senza più restrizioni o quasi ci si può ora guardare meglio e magari trovare nuovi tracciati di memoria storica di un mondo forse oggi più cinema nella realtà. (m.g.)

79° MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA / 31 Agosto – 10 Settembre 2022. In copertina il Manifesto di Lorenzo Mattotti Cartella Stampa Courtesy Ufficio Stampa La Biennale. Immagini Courtesy Ufficio Stampa Rai Cinema Movies Inspired I Wonder Pictures. https://www.labiennale.org/it

Our Ties di Roshdy Zem ©Shanna Besson
©Amanda di Carolina Cavalli
©Kingdom, Exodus di Lars Von Trier – Henrik Ohsten – Zentropa

CARTELLA STAMPA 79° MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA



COMUNICATI STAMPA MOVIES INSPIRED OUR TIES MASTER GARDENER THE KINGDOM, EXODUS / RAI CINEMA IL SIGNORE DELLE FORMICHE / AMANDA / I WONDER PICTURES A VENEZIA


Movies Inspired a Venezia 79. – In Concorso, Our Ties di Roschdy Zem, il Leone d’Oro alla Carriera Paul Schrader, la terza parte della serie Il Regno di Lars von Trier


Il nuovo film di Roschdy Zem, l’apprezzato regista de La fredda luce del giorno e del biografico Chocolat, è per la prima volta In Concorso alla Mostra.
Our Ties (Les Miens) racconta la vicenda familiare di Moussa, il componente più gentile e altruista di una famiglia allargata i cui membri giudicano e criticano apertamente ogni gesto compiuto da suo fratello. Un colpo alla testa gli farà perdere i freni inibitori e Moussa esprimerà senza filtri ogni pensiero che gli passa per la mente.

Movies Inspired è fiera di poter annunciare la distribuzione di Master Gardener, di Paul Schrader, che riceverà il Leone d’Oro alla Carriera.
Negli ultimi anni, Schrader si è meritato una nomination agli Oscar per il thriller First Reformed (2019) ed è stato acclamato da pubblico e critica per Il collezionista di carte, anch’esso presentato in prima mondiale alla Mostra di Venezia nel 2021.
Master Gardener è stato sceneggiato dallo stesso Schrader e vede protagonisti Joel Edgerton e Sigourney Weaver.


MASTER GARDENER di Paul Schrader

Synopsis:

Master filmmaker and Academy Award Nominee© Paul Schrader teams up with Award Winning actor Joel Edgerton and 3 time Academy Award Nominee© Sigourney Weaver, rising star Quintessa Swindell and Esai Morales in this thrilling story of redemption and revenge.

Narvel Roth (Edgerton) is the meticulous horticulturist of Gracewood Gardens. He is as much devoted to tending the grounds of this beautiful and historic estate, to pandering to his employer, the wealthy dowager Mrs. Norma Haverhill (Weaver). When Mrs. Haverhill demands that he take on her wayward and troubled great-niece Maya (Swindell) as a new apprentice, chaos enters Narvel’s spartan existence, unlocking dark secrets from a buried violent past that threatens them all.


Sempre in Selezione Ufficiale l’ultima opera di Lars von Trier.
Sarà Movies Inspired a distribuire la terza stagione di una delle serie più innovative della televisione europea: The Kingdom, Exodus. Il cast, ricchissimo, è composto da attori che nel corso di questi anni si sono fatti conoscere e amare dal pubblico delle serie televisive, su tutti Alexander Skarsagård.
Movies Inspired redistribuirà anche le prime due parti di The Kingdom, in versione restaurata e in formato 16:9


un film di GIANNI AMELIO

sceneggiatura GIANNI AMELIO, EDOARDO PETTI, FEDERICO FAVA

con LUIGI LO CASCIO, ELIO GERMANO, SARA SERRAIOCCO e per la prima volta LEONARDO MALTESE

ANNA CATERINA ANTONACCI, RITA BOSELLO, DAVIDE VECCHI, MARIA CALEFFI, ROBERTO INFURNA con la partecipazione di VALERIO BINASCO, ALBERTO CRACCO, LUCA LAZZARESCHI, ELIA SCHILTON, GIOVANNI VISENTIN, FABIO ZULLI  


una produzione KAVAC FILM, IBC MOVIE, TENDERSTORIES con RAI CINEMA

prodotto da SIMONE GATTONI, BEPPE CASCHETTO

coprodotto da MORENO ZANI, MALCOM PAGANI


realizzato con il sostegno della

REGIONE EMILIA ROMAGNA

REGIONE LAZIO

MiC Direzione Generale CINEMA e AUDIOVISIVO


distribuzione 01 DISTRIBUTION | uscita 8 settembre 2022 distribuzione internazionale THE MATCH FACTORY Alla fine degli anni 60 si celebrò a Roma un processo che fece scalpore. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti fu condannato a nove anni di reclusione con l’accusa di plagio, cioè di aver sottomesso alla sua volontà, in senso fisico e psicologico, un suo studente e amico da poco maggiorenne. Il ragazzo, per volere della famiglia, venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico e sottoposto a una serie di devastanti elettroshock, perché “guarisse” da quell’influsso “diabolico”. Alcuni anni dopo, il reato di plagio venne cancellato dal codice penale. Ma in realtà era servito per mettere sotto accusa i “diversi” di ogni genere, i fuorilegge della norma. Prendendo spunto da fatti realmente accaduti, il film racconta una storia a più voci, dove, accanto all’imputato, prendono corpo i famigliari e gli amici, gli accusatori e i sostenitori, e un’opinione pubblica per lo più distratta o indifferente. Solo un giornalista s’impegna a ricostruire la verità, affrontando sospetti e censure.


UN FILM SCRITTO E DIRETTO DA
CAROLINA CAVALLI
 
con
Benedetta Porcaroli Galatea Bellugi Michele Bravi Monica Nappo
Margherita Maccapani Missoni
con la partecipazione straordinaria di Giovanna Mezzogiorno
 
una produzione
 
ELSINORE FILM WILDSIDE & TENDERSTORIES
in collaborazione con
CHARADES e I WONDER PICTURES
 
Distribuito in Italia da I WONDER PICTURES
Uscita 13 Ottobre 2022
 

Da che si ricorda Amanda, 24 anni, non ha mai avuto amici. È la cosa che desidera di più. Quando scopre che da neonate lei e Rebecca passavano un sacco di tempo insieme, Amanda sceglie la sua nuova missione: convincerla che sono ancora migliori amiche.
 
 Amanda, originale opera prima della giovane regista, sceneggiatrice e scrittrice Carolina Cavalli, sarà presentata in concorso nella Sezione Orizzonti Extra della 79a Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 Agosto – 10 Settembre 2022).
 
Prodotto da Annamaria Morelli e Antonio Celsi per Elsinore Film, Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa per Wildside, società del gruppo Fremantle, Moreno Zani e Malcom Pagani per Tenderstories.
 
Il film è stato realizzato con il sostegno dei contributi selettivi del MIC, fondo allo sviluppo del FCTP e quello alla poduzione del POR FESR 2014-2020 della Regione Piemonte.


I WONDER PICTURES CON 10 FILM A VENEZIA 79

Sono dieci i film distribuiti da I Wonder Pictures che fanno parte della selezione ufficiale della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, distribuiti tra le diverse sezioni del festival che si svolgerà dal 31 agosto al 10 settembre.

A partire dal concorso internazionale, dove concorrerà per il Leone d’oro The Whale, nuovo film di Darren Aronofsky. Tratto dalla pièce teatrale di Samuel D. Hunter, che ha scritto anche la sceneggiatura del film, The Whale è la storia di Charlie, un professore d’inglese che soffre di grave obesità e tenta di riallacciare i rapporti con la figlia adolescente, che si è allontanata da lui, per cercare un’ultima possibilità di riscatto.

Nei panni di Charlie il pluripremiato Brendan Fraser, protagonista della trilogia de La Mummia e di Crash. Al suo fianco Sadie Sink, amata protagonista della serie di culto Netflix Stranger Things. Sink è Ellie, la figlia con cui Charlie cerca di riconnettersi dopo molti anni. Nel cast anche Samantha Morton, due volte candidata all’Oscar, Ty Simpkins, il giovane protagonista della saga horror Insidious, e la candidata al Golden Globe Hong Chau.

Un altro ritorno nel concorso veneziano è quello di Andrea Pallaoro, che in Laguna era venuto nel 2017 con Hannah (anche questo distribuito da I Wonder Pictures), film che regalò la Coppa Volpi alla sua protagonista Charlotte Rampling. Monica racconta la storia di una donna che torna a casa dopo una lunga assenza per prendersi cura della madre. Questo ritorno nella famiglia da cui si era allontanata da adolescente le fa intraprendere un percorso nel suo dolore e nelle sue paure, nei suoi bisogni e nei suoi desideri, fino a scoprire dentro di sé la forza per guarire le ferite del proprio passato. Protagoniste di Monica quattro straordinarie interpreti: Trace Lysette (Hustler) nella parte di Monica, Patricia Clarkson (Good Night and Good Luck, The Station Agent), Emily Browning (Sleeping Beauty, Sucker Punch) e Adriana Barraza (una nomination Oscar per Babel)

Nella sezione Orizzonti si ricompone la coppia formata da regista Jean-Paul Salomé e da Isabelle Huppert, reduci dal successo de La padrina. In The Sitting Duck la grande attrice francese veste i panni di Maureen Kearney (Isabelle Huppert), trovata in casa sua legata a una sedia, con una lettera A incisa sulla pancia e il manico di un coltello infilato nella vagina. Sconvolta, non ricorda nulla dell’aggressione. Le indagini sono serrate, vista la gravità dei fatti. Ma man mano che emergono nuovi elementi, nella mente degli inquirenti inizia a crescere un dubbio, e da vittima Maureen si ritrova a essere la prima sospettata. Tratto da una storia vera, La Syndacaliste (questo il titolo francese) correrà nella sezione dove l’anno scorso ha trionfato Full Time con il Leone Nero e il premio per la migliore attrice a Laure Calamy.

E proprio Laure Calamy è la protagonista di L’origine del male, presente nella giovane sezione Orizzonti Extra (la prima edizione dell’anno scorso fu vinta da Il cieco che non voleva vedere Titanic di Teemu Nikki), in cui interpreta Stéphane, una modesta operaia nella cui vita riappare il ricco padre mai conosciuto che vive isolato in una villa con quattro donne, preoccupate dalla presenza di Stéphane e decise a farla sentire un’intrusa. Per farsi accettare Stéphane inizia a raccontare cose non vere per rendere la sua vita più interessante, provocando una pericolosa reazione a catena. L’origine del male è il terzo lungometraggio di Sébastien Marnier, già a Venezia 2018 con L’ultima ora. Nel cast anche Doria Tillier de La belle époque, e Suzanne Clement, musa di Xavier Dolan.

Ancora in Orizzonti Extra troviamo Amanda, esordio alla regia di Carolina Cavalli. Da che si ricorda Amanda (Benedetta Porcaroli), 24 anni, non ha mai avuto amici. É la cosa che desidera di più. Quando scopre che da neonate lei e Rebecca passavano un sacco di tempo insieme, Amanda sceglie la sua nuova missione: convincerla che sono ancora migliori amiche. Nel cast troviamo anche Galatea Bellugi, Giovanna Mezzogiorno, Michele Bravi e Monica Nappo.

I Wonder Pictures è felice di annunciare anche tre film nel programma di Venezia Classici, opere di recente acquisizione che vanno ad arricchire il catalogo della distribuzione diretta da Andrea Romeo.

Si tratta di due restauri eccellenti e un documentario su un grande personaggio della storia del cinema. I misteri del giardino di Compton House, straordinario esordio di Peter Greenaway, presentato nella versione restaurata dal British Film Institute, e Mes Petites Amoureuses, capolavoro del grande regista francese Jean Eustache, presentato nella copia restaurata da Les Films du Losanges.

Il documentario è Bonnie, diretto da Simon Wallon, che racconta la vita professionale e privata di Bonnie Timmerman, una delle più grandi casting director del cinema americano, la cui arte di mettere insieme il giusto gruppo di interpreti ha contribuito a rendere immortali film come Una poltrona per due, Carlito’s Way e Heat – La sfida, una delle molte collaborazioni con Michael Mann, tra cui gli 89 episodi della serie Miami Vice.

Marcia su Roma di Mark Cousins aprirà come Evento Speciale Fuori Concorso la XIX edizione delle Giornate degli Autori. Prodotto da PalomarDOC e Luce Cinecittà in collaborazione con il Saggiatore, nel centenario della Marcia su Roma il filmmaker irlandese prende spunto dalla rilettura filologica di A Noi di Umberto Paradisi, film che nel 1923 fu la cronaca ufficiale del Partito Fascista sulle giornate che portarono Benito Mussolini a capo del governo. Nel film troviamo anche Alba Rohrwacher nel ruolo di Anna, donna del popolo ed esaltata sostenitrice del regime finché gli eventi non la porteranno a ricredersi.

Il decimo titolo sarà annunciato nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma delle Giornate degli Autori.

Commenta le nuove acquisizioni Andrea Romeo, fondatore di I Wonder Pictures:

“Siamo molto felici che un appuntamento importante come la Biennale Cinema, nell’anno del suo novantesimo anniversario, abbia scelto di presentare ben dieci dei titoli che I Wonder Pictures ha acquisito negli ultimi mesi, per noi la conferma di una linea editoriale coerente con la ricerca cinematografica che da tanti anni la Biennale di Alberto Barbera sta portando avanti sulle eccellenze del cinema mondiale. L’impegno di I Wonder Pictures si è allargato con l’arrivo della piattaforma IWonderfull dal grande cinema d’autore alla scoperta di nuovi talenti come Carolina Cavalli il cui primo film partecipa alla Biennale nella nuova eccitante sezione Orizzonti Extra, un’apertura al pubblico e il premio del pubblico al passo con i tempi capace di conciliare il cinema di ricerca con il mercato. Ancora l’impegno di I Wonder Pictures e IWonderfull è sul recupero dei grandi film del passato che grazie alle nuove piattaforme digitali possono rivivere e nutrire la cinefilia di giovani spettatori, che arrivano spesso per la prima volta a riscoprire film magnifici come I misteri del giardino di Compton House di Peter Greenaway e il secondo film di Jean Eustache ad essere il restaurato e presentato quest’anno dopo l’anteprima de La maman et la putain a Cannes. I Wonder Pictures porterà l’intero corpus dei film di Eustache in collaborazione con Les Films du Losange sulla piattaforma, ma prima porterà nelle sale cinematografiche La maman et la putain nel prossimo autunno, una riuscita di grande successo in Francia dove il film campeggia da settimane nelle classifiche dei film più amati dagli spettatori francesi.”


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00