LA SERRA MORESCA DI VILLA TORLONIA a cura di Annapaola Agati / De Luca Editore D’Arte / Presentazione del Volume, Roma, 10 Marzo 2022 Teatro di Villa Torlonia. Courtesy Zètema Progeyyo Cultura. Immagini Courtesy Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura @MuseiVillaTorlonia. http://www.museivillatorlonia.it

Architettura sperimentale olistica ottocentesca dove cultura islamica e mistica convivono nell’armonia di luci ed ombre. La Serra Moresca riaperta al pubblico nel 2021 è un capolavoro ritrovato che ancora oggi nasconde misteri e leggende. Il libro curato da Annapaola Agati ripercorre la storia e la rigenerazione di un gioello architettonico. (m.g.)


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA ZÈTEMA PROGETTO CULTURA


Presentazione del volume

La Serra Moresca di Villa Torlonia

Giovedì 10 marzo ore 16.00

 Roma, Teatro di Villa Torlonia

Roma, 8 marzo 2022  –  Giovedì 10 marzo alle 16.00 al Teatro di Villa Torlonia sarà presentato il volume La Serra Moresca di Villa Torlonia – a cura di Annapaola Agati, edito da De Luca Editori d’Arte – che racconta il restauro e la successiva apertura al pubblico dell’ottocentesco complesso della Serra Moresca. L’apertura conclude il recupero degli edifici della Villa, restituendole l’antico fascino dovuto all’alternanza tra monumentalità classica e creazioni eclettiche e spettacolari.

L’iniziativa è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Teatro di Roma, comunicazione di Zètema Progetto Cultura.

La Serra, la Torre moresca e i resti della grandiosa Grotta artificiale sono opera dell’architetto veneto Giuseppe Jappelli, che ha saputo armonizzare citazioni luminose e scenografiche dell’architettura islamica con il fascino ombroso e oscuro di un antro abitato dalle ninfe. Sono numerose le simbologie disseminate in questo complesso, dai richiami ai luoghi del poema di Ludovico Ariosto, l’Orlando Furioso, alle allusioni massoniche sul passaggio dalle tenebre dell’ignoranza alla luce della conoscenza. Le architetture, inoltre, si associano alla natura con la collezione di palme e piante che Jappelli aveva consigliato e che oggi sono state riproposte, completando il fascino del luogo che il visitatore può scoprire in un suggestivo percorso tra interni ed esterni, tra luci ed ombre.

Il volume, con testi di Alberta Campitelli, Maria Cristina Tullio e Annapaola Agati, sarà presentato da:

Maria Vittoria Marini Clarelli, Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali

Claudio Strinati, Segretario Generale dell’Accademia di S. Luca

Mirella Di Giovine, Sapienza Università di Roma

Saranno presenti gli autori


Teatro di Villa Torlonia, via Lazzaro Spallanzani, 1A

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Ingresso consentito esclusivamente agli ospiti muniti di green pass

Info: 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00