IL RUGBY – GUINNESS SIX NATIONS 2022 – EPCR CHALLENGE CUP 2021/22 – COPPA ITALIA. 6 Nazioni 2022 i Convocati dell’Italia. Kieran Crowley al suo primo 6 Nazioni. Photo Courtesy of Media Fir. https://epcrugby.it/https://www.federugby.it/https://www.sixnationsrugby.com/it/

Autumn Nations Series 2021, Treviso, Stadio di Monigo, 13-11-2021, Italia vs Argentina.Foto: Roberto Bregani/Fotosportit

Un blocco da Treviso per riportare all’agognata vittoria l’Italia nel 6 Nazioni. Crowley sceglie quello che conosce e che ha costruito nei suoi anni da head coach con il Benetton con venticinque giocatori biancoverdi convocati nei 33 del raduno di Verona del 23 Gennaio in preparazione delle prime due gare con Francia e Inghilterra. Tra scelta tecnica e non perfette condizioni fisiche le assenze di Parisse e Minozzi, Nicotera, Halafihi, Da Re, Marin, Menoncello e Zuliani i sei esordienti. Cinque i giocatori della franchigia federale delle Zebre che dopo aver concluso il rapporto con coach Bradley potrebbero affidarsi temporaneamente all’attuale allenatore argentino degli avanti multicolor Emiliano Bergamaschi. Prima dell’esordio del 6 Nazioni in Francia del 6 Febbraio Challenge Cup per Benetton e Zebre. Benetton-Dragons il 15 Gennaio nel terzo turno, Zebre-Worcester Warriors e Lione-Benetton nel quarto, ancora senza vittorie ora vincere è indispensabile per poter continuare a pensare alle fasi finali. Nel Top10 la Coppa Italia con molte gare da recuperare nel quarto turno con Padova-Valorugby Emilia e Rovigo-Calvisano anticipi possibili di sfide play off scudetto. Aspettando nuovi protocolli e niente interruzioni. (m.g.)

IL RUGBY – GUINNESS SIX NATIONS 2022 – EPCR CHALLENGE CUP 2021/22 – COPPA ITALIA. Emiliano Bergamaschi ex pilone e assistente allenatore della nazionale argentina. Edoardo Padovani e la sfida del Benetton ai Dragons nel 3° Turno della Challenge Cup. Photo Courtesy of Ufficio Stampa Zebre Rugby Club, Benetton Rugby. https://epcrugby.it/https://www.federugby.it/https://www.sixnationsrugby.com/it/


COMUNICATI STAMPA FIR AREA COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON I MEDIA / BENETTON RUGBY / ZEBRE RUGBY CLUB


ITALRUGBY, GLI AZZURRI CONVOCATI PER L’ESORDIO AL GUINNESS SEI NAZIONI 2022

Roma – Kieran Crowley, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la lista degli atleti convocati per il raduno di Verona – in calendario a partire da domenica 23 gennaio – in preparazione dei primi due match del Guinness Sei Nazioni 2022 contro Francia e Inghilterra in calendario rispettivamente domenica 6 febbraio alle 16 allo Stade de France di Parigi e domenica 13 febbraio alle 16 contro l’Inghilterra allo Stadio Olimpico di Roma. Le partite dell’Italia saranno trasmesse in diretta sui canali di Sky Sport.

Trentatre gli atleti selezionati dallo staff tecnico azzurro per il debutto nell’edizione numero ventitre del torneo più antico del mondo dedicato alla palla ovale. Predominanza per il gruppo Benetton rappresentato da 23 giocatori, mentre 5 giocatori provengono dalle Zebre e altrettanti militano nei campionati stranieri.

Sei i giocatori esordienti presenti all’interno della lista (altrettanti hanno esordito sotto la guida di Crowley nelle Autumn Nations Series) con Nicotera, Halafihi, Da Re, Marin, Menoncello – che a novembre hanno avuto l’opportunità di mettersi in mostra con la maglia dell’Italia A e Italia Emergenti – e Zuliani che proveranno a conquistare la prima presenza in maglia Azzurra.

In prima linea si rivedono Pasquali e Zilocchi le cui ultime presenze con l’Italia risalgono rispettivamente alla Rugby World Cup 2019 (22 settembre, Italia-Namibia) e al Sei Nazioni 2021 (20 marzo, Scozia-Italia). Confermata l’ossatura del gruppo Azzurro che fatto parte della rosa dell’Italia durante le Autumn Nations Series nello scorso novembre.

“Ripartiamo dalla vittoria contro l’Uruguay. Abbiamo davanti a noi cinque partite importanti in un torneo che rappresenta un momento della stagione che tutti gli addetti ai lavori e appassionati di rugby aspettano con grande interesse. Proseguiremo nel nostro percorso di rafforzamento dell’identità di squadra cercando di migliorare i meccanismi nel nostro gioco soprattutto nella prima parte del raduno di Verona che sarà fondamentale in preparazione dell’esordio al Sei Nazioni contro la Francia” ha dichiarato Kieran Crowley.

Questo il calendario delle partite dell’Italia:

I giornata – 06.02.22 – Parigi, Stade de France – Ore 16 CET Francia v Italia

II giornata – 13.02.22 – Roma, Stadio Olimpico – Ore 16 CET Italia v Inghilterra

III giornata – 27.02.22 – Dublino, Aviva Stadium – Ore 16 CET Irlanda v Italia

IV giornata – 12.03.22 – Roma, Stadio Olimpico – Ore 15.15  CET Italia v Scozia

V giornata – 19.03.22 – Cardiff, Principality Stadium – Ore 15.15 CET Galles v Italia

Questo l’elenco dei giocatori convocati:

Piloni Pietro CECCARELLI (Brive, 17 caps) Danilo FISCHETTI (Zebre Parma, 15 caps) Ivan NEMER (Benetton Rugby, 3 caps) Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 21 caps) Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 12 caps) Giosuè ZILOCCHI (Zebre Parma, 15 caps)  

Tallonatori Epalahame FAIVA (Benetton Rugby, 1 cap) Gianmarco LUCCHESI (Benetton Rugby, 8 caps) Giacomo NICOTERA (Benetton Rugby, esordiente)  

Seconde Linee Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 15 caps) Marco FUSER (Newcastle Falcons, 36 caps) Federico RUZZA (Benetton Rugby, 25 caps) David SISI (Zebre Parma, 18 caps)  

Terze Linee Toa HALAFIHI (Benetton Rugby, esordiente) Michele LAMARO (Benetton Rugby, 10 caps) – capitano Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 36 caps) Giovanni PETTINELLI (Benetton Rugby, 1 cap) Braam STEYN (Benetton Rugby, 46 caps) Manuel ZULIANI (Benetton Rugby, esordiente)  

Mediani di Mischia Callum BRALEY (Benetton Rugby, 12 caps) Alessandro FUSCO (Fiamme Oro Rugby/Zebre Parma, 2 caps) Stephen VARNEY (Gloucester Rugby, 9 caps)  

Mediani di Apertura Giacomo DA RE (FEMI-CZ Rovigo/Benetton Rugby, esordiente) Paolo GARBISI (Montpellier, 13 caps) Leonardo MARIN (Benetton Rugby, esordiente)  

Centri Juan Ignacio BREX (Benetton Rugby, 8 caps) Luca MORISI (Benetton Rugby, 36 caps) Marco ZANON (Benetton Rugby, 7 caps)  

Ali/Estremi Pierre BRUNO (Zebre Parma, 1 cap) Montanna IOANE (Benetton Rugby, 9 caps) Tommaso MENONCELLO (Benetton Rugby, esordiente) Federico MORI (Bordeaux, 11 caps) Edoardo PADOVANI (Benetton Rugby, 30 caps)

Atleti non considerati per infortunio: Riccardo Favretto (Benetton Rugby) Simone Ferrari (Benetton Rugby), Johan Meyer (Zebre Parma), Matteo Nocera (Fiamme Oro Rugby/Zebre Parma) Jake Polledri (Gloucester), Marco Riccioni (Saracens)


Benetton-Dragons 23-9. Nacho Brex in azione al Monigo.

I LEONI BATTONO I DRAGONS 23-9 A MONIGO IN CHALLENGE CUP

Marcature: 3′ p. Sam Davies, 14′ meta Herbst, 22′ p. Smith, 25′ p. Sam Davies, 40′ p. Sam Davies; 55′ meta Padovani tr. Smith, 70′ p. Smith, 75′ meta Baravalle.

Note: 72′ cartellino giallo a Shipp (DRA). Trasformazioni: Benetton Rugby 1/3 (Smith 1/3). Punizioni: Benetton Rugby: 2/3 (Smith 2/3); Dragons 3/3 (Sam Davies 3/3). Man of the match: Ivan Nemer (BEN).

Benetton Rugby:

15 Edoardo Padovani, 14 Luca Sperandio (48′ Leonardo Marin), 13 Nacho Brex, 12 Luca Morisi (48′ Filippo Drago), 11 Tommaso Benvenuti, 10 Rhyno Smith, 9 Dewaldt Duvenage (78′ Luca Petrozzi), 8 Toa Halafihi, 7 Michele Lamaro (c), 6 Manuel Zuliani (54′ Braam Steyn), 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst (48′ Carl Wegner), 3 Tiziano Pasquali (56′ Nahuel Tetaz), 2 Corniel Els (56′ Tomas Baravalle), 1 Federico Zani (40′ Ivan Nemer).

A disposizione: 21 Luca Petrozzi,

Head Coach: Marco Bortolami.

Dragons Rugby:

15 Ioan Davies, 14 Jared Rosser, 13 Aneurin Owen, 12 Jamie Roberts, 11 Rio Dyer, 10 Sam Davies, 9 Gonzalo Bertranou, 8 Aaron Wainwright (72′ Taylor Davies), 7 Taine Basham, 6 Harrison Keddie (c), 5 Ben Carter (70′ Joe Maksymiw), 4 Will Rowlands, 3 Chris Coleman (56′ Leon Brown), 2 Taylor Davies (70′ Ellis Shipp), 1 Greg Bateman (60′ Aki Seiuli).

A disposizione: 20 Huw Taylor, 21 Tavis Knoyle, 22 Will Reed, 23 Jordan Olowofela.

Head Coach: Dean Ryan.

Il Benetton Rugby torna in campo per la prima gara del 2022 e lo fa attendendo i Dragons a Monigo nel secondo match della propria Challenge Cup. I Leoni nel primo turno avevano perso in Inghilterra contro Gloucester e cercano un successo per salire posizioni nel proprio girone, mentre i gallesi dalle prime due giornate avevano ricavato un punto e due sconfitte.

Nel primo tempo va in scena una gara non spettacolare, bensì molto spigolosa. I Leoni segnano una meta con Herbst, ma i Dragons sfruttano il piede caldo di Sam Davies e all’intervallo sono sopra 8-9.
Nella ripresa i Leoni si scuotono, timbrano due mete con Padovani e Baravalle e non lasciano scampo ai gallesi. Alla fine è 23-9 per il Benetton Rugby che inaugura l’anno nuovo con un’affermazione casalinga in Challenge Cup.

CRONACA PARTITA

Pronti, via e i Dragons mettono subito tre punti nel carniere grazie al piazzato da buona posizione di Sam Davies, a sfruttare l’indisciplina dei Leoni. Poi è bravo Benvenuti a salvare in area di meta dei padroni di casa e a spazzare l’ovale da zone pericolose. I biancoverdi quindi risalgono campo e stavolta hanno loro un piazzato a favore, ma Rhyno Smith non centra i pali. Però i Leoni non demordono e con un ottimo lavoro in breakdown guadagnano metri. Dalla touche sui cinque avversari l’ovale arriva a Duvenage che innesca Irné Herbst, abile a marcare la prima meta del pomeriggio. Smith invece è ancora impreciso. I biancoverdi continuano a macinare gioco e fisicità, tanto da guadagnare un altro piazzato. Stavolta Rhyno Smith è abile a centrare i pali e il Benetton va sull’8-3. Gli ospiti però ritrovano verve offensiva e dispongono di una nuova punizione agevole. Sam Davies così aggiunge altri tre gettoni per i suoi. Gli uomini di Bortolami non accusano il colpo e tornano a tambureggiare il loro gioco costante e ricco di fasi. Ne scaturisce una mischia sui cinque metri dei Dragons, ma i gallesi tengono in difesa. La gara non riesce a decollare e allo scoccare del 40esimo la truppa di Newport ha una nuova punizione. Sam Davies è ancora lucido e la prima frazione si chiude con i gallesi avanti 8-9.

Inizia il secondo tempo e Nemer prende il posto di Zani. Il match è sempre contraddistinto da diversi errori. Intanto i Leoni effettuano un triplo cambio, inserendo Wegner, Marin e il debuttante Drago per Herbst, Sperandio e Morisi. I Dragons hanno una touche sui cinque metri, ma non concretizzano e i biancoverdi possono capovolgere la situazione. Poi Steyn sostituisce l’infortunato Zuliani, ma il momento per i Leoni è propizio. Marin inventa un calcio passaggio di cinquanta metri per Edoardo Padovani che salta un uomo e schiaccia in meta. Smith trasforma e il Benetton va avanti 15-9. Quando manca un quarto di gara Bortolami cambia tutta la prima linea mettendo Baravalle e Chaparro per Els e Pasquali. I biancoverdi cercano un altro affondo per scavare un intero break, ma non riescono a concretizzare le occasioni prodotte. A dieci dalla fine il Benetton Rugby ha una punizione a proprio vantaggio e Rhyno Smith centra i pali. Poi Shipp dei Dragons viene ammonito e i Leoni hanno un uomo in più. Lamaro e soci ne approfittano, vanno in touche nei cinque metri e dal granitico drive è Tomas Baravalle a fare la terza marcatura che chiude l’incontro. Smith non trasforma, ma ormai il Benetton Rugby ha la vittoria in pugno, stando avanti per 23-9. Inoltre i Leoni non subiscono altri punti dei gallesi, ottengono un successo e quattro gettoni d’oro per aprire il 2022 col sorriso tra le mura amiche. Inoltre è la prima vittoria nella Pool B della Challenge Cup.

Per non perderti nessuna notizia in arrivo dal pianeta biancoverde, iscriviti al canale Telegram del Benetton Rugby!


LEONARDO MARIN: “NEL SECONDO TEMPO SIAMO STATI PIU’ ORDINATI”

Il Benetton Rugby ieri ha vinto tra le mura amiche contro i Dragons e Leonardo Marin ai microfoni di BENTV analizza il match e si proietta anche verso la prossima sfida di Challenge Cup con Lione.

Leonardo, che gara è stata contro i Dragons?
“Secondo me non abbiamo cominciato la gara nel migliore dei modi, forse per quanto riguarda la gestione della palla, soprattutto nel nostro campo, abbiamo fatto qualche fase di troppo e quello ha permesso loro di prendere energia. Poi abbiamo commesso qualche fallo e loro sono rimasti in partita, ma penso che alla fine il match sia girato a favore nostro e abbiamo dimostrato di essere superiori e fino alla fine è andata bene. Questo genere di incontri sono fisiologici e ogni tanto possono capitare”.

Qual è stata la svolta nel secondo tempo?
“Come ci siamo detti nell’intervallo, dovevamo rientrare di più nelle nostre strutture, dovevamo giocare il nostro sistema e se perdevamo le nostre strutture e l’avanzamento dovevamo usare il piede. Fare questo ci ha permesso di mettere loro pressione e ciò ci ha favoriti”.

Venerdì prossimo a Lione sarà una gara fondamentale per il percorso in Challenge Cup…
“La partita contro Lione è molto importante, loro sono temibili, soprattutto quando giocano in casa. Per cui ci prepareremo bene questa settimana, abbiamo alcuni giocatori che rientrano dopo i problemi delle ultime settimane, arriveremo più pronti e vedremo che partita sarà”.

Dal punto di vista personale, a che punto del tuo percorso di crescita pensi di essere arrivato? Sei contento della chiamata in nazionale?
“Sì, sono contento per essere stato convocato con la nazionale e per il percorso che sto facendo qua in maglia Benetton. Penso di avere ancora tanto da dimostrare e per questo non sono pienamente soddisfatto, ci sono tanti aspetti del mio gioco che voglio migliorare, ciò mi fa restare altamente motivato e comunque voglio fare sempre meglio”.


FILIPPO DRAGO: “EMOZIONANTE DEBUTTARE A MONIGO CON UNA VITTORIA

Era al debutto in maglia Benetton Rugby e difficilmente si scorderà l’esordio in biancoverde. Filippo Drago ieri è stato protagonista della vittoria dei Leoni in Challenge Cup a Monigo, nella Pool B, e ai microfoni di BENTV ha rilasciato le sue impressioni riguardo la gara contro i gallesi.

Filippo, è andata in scena la partita che vi eravate immaginati?
“Sapevamo che i Dragons sono una squadra molto fisica e ci avrebbe messo molta pressione sui punti di incontro, infatti abbiamo avuto qualche difficoltà. Alla fine non siamo stati troppo disciplinati in alcuni momenti della sfida e abbiamo concesso loro troppi falli. I Dragons quindi facevano punti da calci di punizione per errori nostri”.

Nella ripresa quindi avete fatto la differenza?
“Noi ci siamo adattati, nel secondo tempo è andato meglio, sia dal punto di vista della disciplina e del ritmo imposto, perché fisicamente siamo stati superiori e ciò lo dimostra il fatto che non abbiamo subito punti nel secondo tempo. Anche il nostro pack di mischia ha fatto un grandissimo lavoro e ha dominato fisicamente”.

Quanto è stato importante aprire il 2022 con una vittoria di fronte ai propri tifosi?
“Tornare a Monigo, vincere in casa e farlo in questo modo contro i Dragons, che sono una squadra molto fisica e contro cui è molto difficile giocarci contro, è stato davvero bello ed emozionante. Fare questo regalo ai nostri tifosi è stato incredibile”.

Che emozioni hai provato all’esordio con la maglia del Benetton Rugby?
“Quando mi hanno detto che sarei entrato è stato incredibile. Non mi aspettavo di giocare tutti i minuti che mi hanno dato, ho colto l’opportunità e mi sono goduto tutta la giornata: dall’arrivo allo stadio, alla preparazione e al riscaldamento per poi entrare in campo. Poi tutta la squadra mi ha aiutato tanto ed è stata un’emozione unica, sono molto felice per la vittoria”.


IL XV DEI LEONI PER LA SFIDA IN CHALLENGE CUP CONTRO I DRAGONS

Domani, sabato 15 gennaio alle ore 16.15 italiane, i Leoni torneranno in campo per disputare il secondo match della propria Challenge Cup.

Si giocherà allo stadio Monigo di Treviso, con il Benetton Rugby che tra le mura amiche apre il 2022 nella seconda sfida della campagna europea in Challenge Cup. I biancoverdi fanno parte della Pool B con Gloucester, Lione, Perpignan e Dragons. Nel primo turno di Challenge i Leoni hanno riposato e poi hanno perso fuori casa con Gloucester. Dall’altra parte i gallesi nelle due sfide giocate con Perpignan e Lione non hanno mai vinto.

I Leoni, con 0 gettoni raccolti ad oggi, si scontreranno con i Dragons che hanno messo via un punto dopo due sfide. Da ricordare che Benetton e la formazione di Newport appartengono allo stesso campionato dello United Rugby Championship. (I biancoverdi sono sesti in classifica generale, i gallesi tredicesimi).

PRECEDENTI:

Sono 20 i precedenti tra la franchigia trevigiana e la formazione gallese, risalenti alla competizione celtica (ex Guinness PRO12 e PRO14). 12 le vittorie per i Leoni, 8 per i Dragons.

LA DIREZIONE ARBITRALE:

La supersfida di sabato sarà diretta dal fischietto francese Pierre Baptiste Nuchy, dai suoi assistenti connazionali Adrien Marbot e Jonathan Gasnier. Al TMO il transalpino Patrick Dellac.

LA FORMAZIONE DEI LEONI:

Lo staff tecnico dei Leoni diretto da Marco Bortolami ha progettato il XV di Monigo sapendo di alcune indisponibilità per infortunio, ma anche di alcuni rientri di giocatori che tra fine dicembre e inizio gennaio sono stati colpiti dal Covid. Allora la formazione che scenderà in campo domani contiene un triangolo allargato costituito da Edoardo Padovani come estremo, mentre le ali saranno a sinistra Luca Sperandio e a destra Tommaso Benvenuti. Al centro Luca Morisi e Nacho Brex, alla cinquantesima in biancoverde. La mediana è gestita all’apertura da Rhyno Smith e da Dewaldt Duvenage.

Il pacchetto biancoverde vede in prima linea i piloni Federico Zani e Tiziano Pasquali, a tallonare Corniel Els. In seconda linea la coppia formata da Irnè Herbst e Federico Ruzza. La mischia si chiude con la terza linea formata dai flanker Manuel Zuliani e capitan Michele Lamaro. Numero 8 sarà Toa Halafihi. Pronto ad esordire dalla panchina Filippo Drago.

Benetton Rugby:

15 Edoardo Padovani (16)
14 Tommaso Benvenuti (121)
13 Ignacio Brex (49)
12 Luca Morisi (89)
11 Luca Sperandio (67)
10 Rhyno Smith (7)
9 Dewaldt Duvenage (62)
8 Toa Halafihi (41)
7 Michele Lamaro (c) (30)
6 Manuel Zuliani (22)
5 Federico Ruzza (80)
4 Irné Herbst (68)
3 Tiziano Pasquali (92)
2 Corniel Els (15)
1 Federico Zani (57)

A disposizione: 16 Tomas Baravalle (56), 17 Ivan Nemer (25), 18 Nahuel Tetaz (3), 19 Carl Wegner (6), 21 Braam Steyn (91), 21 Luca Petrozzi (21), 22 Leonardo Marin (7), 23 Filippo Drago (esordiente).

()= presenze in biancoverde

Head Coach: Marco Bortolami.

Indisponibili: Callum Braley, Andries Coetzee, Giacomo Da Re, Hame Faiva, Riccardo Favretto, Simone Ferrari, Thomas Gallo, Alessandro Garbisi, Monty Ioane, Marco Lazzaroni, Gianmarco Lucchesi, Tommaso Menoncello, Sebastian Negri, Lorenzo Pani, Giovanni Pettinelli, Joaquin Riera, Franco Smith Jr, Ratuva Tavuyara, Cherif Traore, Marco Zanon.

Arbitro: Pierre Baptiste Nuchy (FRA)

Assistenti: Adrien Marbot e Jonathan Gasnier (entrambi FRA)

TMO: Patrick Dellac (FRA)

LIVE – La partita potrà essere seguita testualmente sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag #BENvDRA. Il match sarà inoltre trasmesso in diretta su Sky Sport Arena (canale 204).

MODALITA’ DI INGRESSO ALLO STADIO:

Si ricorda che la biglietteria allo Stadio Monigo sarà aperta dalle ore 12:30 e per tutti gli abbonati ci sarà la possibilità di ritirare la fidelity card. I cancelli verranno invece aperti alle ore 14.30. In ottemperanza alle normative sanitarie vigenti, per l’ingresso allo stadio sono necessari green pass rafforzato e indossare la mascherina ffp2. Inoltre non verrà disposto nessun servizio di hospitality e food & beverage durante l’evento.


EDOARDO PADOVANI: “DRAGONS SQUADRA PERICOLOSA; ATTENZIONE ALLA DIFESA ED ALLE FASI STATICHE”

Dopo aver rimandato il debutto casalingo a Monigo del 2 gennaio contro le Zebre perché fermato dal Covid, il Benetton Rugby da ieri ha ripreso ad allenarsi in gruppo e ha messo nel mirino la prossima partita. I biancoverdi sono inseriti nella Pool B di Challenge Cup e questo fine settimana, precisamente sabato 15 gennaio alle ore 16.15, ospitano tra le mura amiche i Dragons, nel terzo turno della campagna europea. A presentare la sfida ai microfoni di BENTV è Edoardo Padovani.

Edoardo, come sta la squadra alla ripresa degli allenamenti in gruppo?
«Le ultime settimane sono state un po’ diverse dal solito. Ci siamo allenati distanziati, seguendo le normative sanitarie vigenti. Però abbiamo un bel gruppo ampio e anche l’allenamento di oggi è stato importante e siamo pronti per la partita di sabato».

E’ una gara fondamentale visto che sia voi che i gallesi dovete ancora vincere in Challenge?
«L’approccio è quello di voler vincere, come ogni weeekend. Sappiamo che è una partita importante, perché nel girone noi dobbiamo ancora vincere e pure loro sono a zero vittorie. Quindi dobbiamo posare un mattone importante per superare il girone».

Che tipo di squadra sono i Dragons?
«I Dragons sono chiaramente una squadra fisica che conosciamo bene. A loro piace giocare e hanno delle ottime individualità. Noi dal canto nostro dovremo essere molto attenti e disciplinati in difesa ed essere precisi nel piano di gioco e nei dettagli, come fatto nell’ultima partita con le Zebre».

Dopo oltre un mese si torna a Monigo. Sarà importante il fattore campo?
«Credo di sì. Noi vogliamo continuare a tenere l’ottimo bottino che stiamo avendo in casa, quindi speriamo che accorra più pubblico possibile a Monigo per darci una spinta in più e portare a casa un’altra vittoria».


MANUEL ZULIANI RINNOVA SINO AL 30 GIUGNO 2025

La promettente e giovane colonia biancoverde si solidifica con la conferma di uno dei ragazzi con un trascorso proprio nel settore giovanile del Benetton Rugby. Manuel Zuliani, il cui contratto con i Leoni scadeva il 30 giugno 2023, ha infatti firmato l’estensione contrattuale sino al 30 giugno 2025. Il talento in rampa di lancio, cresciuto in casa trevigiana, costituirà un’importante tessera del futuro pack del Benetton Rugby. Zuliani è un flanker che sin dalle prime gare ha mostrato una marmorea durezza difensiva, in particolare nei placcaggi ed in mischia, e nel corso dei mesi in maglia biancoverde è cresciuto persino in fase offensiva, aumentando la pericolosità ovale in mano.

Nato a Castelfranco Veneto il 26 aprile 2000, Manuel Zuliani è un flanker svezzato inizialmente dai tecnici del vivaio del Rugby Paese. È stato capitano del Benetton Rugby Under 18 quattro anni fa, per poi essere tra i selezionati alla scuola di sviluppo dell’Accademia Nazionale Ivan Francescato. Ha impreziosito il suo passaporto rugbistico di un’apparizione in European Challenge Cup nel gennaio di due anni fa con il Calvisano, come permit. Approdato in Ghirada nell’estate 2020 come permit player, Zuliani ha subito colpito per la grande capacità d’abnegazione in campo, condita da tanta resistenza in difesa e da placcaggi incessanti. Così nella sua prima annata tra i grandi ha raccolto ben 18 presenze, tra PRO14, Challenge Cup e Rainbow Cup, brillando per la sua costanza di prestazioni e una personalità rilevante per un ragazzo della sua età. Nella stagione in corso ha collezionato 4 caps divisi tra United Rugby Championship e Challenge Cup, marcando la prima meta con la franchigia trevigiana. Inoltre Zuliani ha totalizzato tre presenze, e una meta, con la maglia dell’Italia Under 20 nel Sei Nazioni Under 20 del 2019 e del 2020.

«Sono molto entusiasta di aver firmato l’estensione di contratto con il Benetton Rugby, qui mi sento veramente a casa. Per me è un privilegio poter rappresentare per altre tre stagioni la migliore squadra italiana, oltre che uno stimolo costante per migliorare dopo giorno dopo nel corso dei prossimi anni. Tra i miei desideri ho quello di diventare un pilastro del Benetton ed avere la possibilità di esordire in Nazionale Maggiore» ha dichiarato contento Zuliani.

Il Dg biancoverde Antonio Pavanello ha aggiunto: “Nonostante il contratto di Zuliani fosse in scadenza nel 2023, siamo ben lieti di averlo esteso per due ulteriori stagioni sportive. Manuel è l’emblema del “giovane” che fa del duro lavoro una delle proprie prerogative e che giunto in un gruppo di “grandi” cerca di dimostrare sia in allenamento che in partita la voglia e la fame che ha nel voler raggiungere i propri traguardi, tutto questo con rispetto ed estrema umiltà. Indubbiamente, alle qualità menzionate, Manuel associa abilità e caratteristiche che lo completano come atleta. Il tempo è dalla sua parte e pertanto ci auguriamo che il futuro possa regalargli tante soddisfazioni personali e di squadra con i nostri colori addosso”


Emiliano Bergamaschi durante gli allenamenti con la Nazionale Argentina

EMILIANO BERGAMASCHI NOMINATO CAPO ALLENATORE DELLE ZEBRE RUGBY

Parma, 17 gennaio 2022 – Zebre Rugby Club comunica di aver raggiunto un accordo con Emiliano Bergamaschi, il quale ricoprirà il ruolo di capo allenatore della franchigia federale per le restanti gare della stagione 2021/22, con possibilità di estendere ulteriormente il suo incarico per le prossime stagioni.

Il tecnico italo-argentino sarà affiancato dall’allenatore dei trequarti Fabio Roselli.

Lo staff tecnico del XV del Nord Ovest lavorerà in collaborazione con lo staff tecnico della Nazionale e con quello dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”, favorendo la nuova progettualità per lo sviluppo degli atleti U21/U24 che vede già da questa stagione l’integrazione dell’organico dell’Accademia Nazionale nelle sessioni di allenamento delle Zebre alla Cittadella del Rugby di Parma.

Le dichiarazioni del nuovo capo allenatore delle Zebre Rugby Emiliano Bergamaschi: “Ricoprire l’incarico di capo allenatore delle Zebre è una grandissima sfida, mi sento molto onorato. Adesso abbiamo l’opportunità di diventare più forti, di crescere e di migliorare a tutti i livelli, come squadra, come giocatori e come club”.

Le dichiarazioni del Presidente di Zebre Rugby Club Michele Dalai: “Sono state settimane intense e difficili, le ultime. Abbiamo rispettato la volontà di Mike Bradley e ridotto al minimo le comunicazioni sulla fine della sua collaborazione professionale con le Zebre. A Mike rinnovo la gratitudine e l’affetto personale, enorme. Stiamo operando una ricostruzione lunga e faticosa, ma comunque entusiasmante. Eravamo consapevoli che sarebbero stati così tanti e diversi i problemi. Per questo lavoriamo ancora più duramente e saremmo, saremo come sempre felicissimi di raccontare come a chi vorrà approfondire”.

“Oggi annunciamo che la squadra sarà guidata da Emiliano Bergamaschi da qui alla fine della stagione ed è un annuncio importante, perché Emiliano è un professionista eccezionale, con una visione in cui noi tutti crediamo – continua il n° 1 della franchigia federale –. Questa è una stagione strana, fatta ormai di due periodi distinti, per questo siamo fiduciosi che in 14 partite ancora da giocare le cose possano cambiare e molto. Emiliano Bergamaschi ha lavorato in questi giorni con un gruppo ridotto di giocatori a causa di un pesante numero di positivi al Covid-19, che stanno lentamente rientrando e mettendosi a disposizione. A lui il nostro augurio di buon lavoro e l’incoraggiamento della Società, ora più che mai presente al fianco dello staff tecnico”.


IL N° 8 NEOZELANDESE TAINA FOX-MATAMUA RINFORZA IL PACK DELLE ZEBRE RUGBY

Fox-Matamua in meta con la maglia dei neozelandesi Tasman Mako – Shuttersport.co.nz

Parma, 14 gennaio 2022 – In vista della seconda metà di stagione che vedrà le Zebre Rugby competere nei due tornei internazionali United Rugby Championship ed EPCR Challenge Cup, il pack del XV del Nord Ovest si rinforza con l’arrivo di Taina Fox-Matamua.

Nato ad Auckland il 30 gennaio 1997, il potente n° 8 proviene dai Tasman Mako, club che lo scorso 20 novembre ha raggiunto la finale del massimo campionato nazionale provinciale Bunnings NPC persa in casa dei rivali di Waikato.

Il 25enne ha firmato fino al 30 giugno 2022 e arriverà a Parma nelle prossime settimane, aggiungendo qualità e dando maggior profondità alla rosa delle Zebre, costretta a fare i conti con le momentanee assenze dei terza linea infortunati Meyer e Tuivaiti.

Le prime dichiarazioni del neo-ingaggio in terza linea delle Zebre Rugby, il n° 8 Taina Fox-Matamua: “Sono molto entusiasta di unirmi alle Zebre e di dare il mio contributo per questa seconda metà di stagione. Non vedo l’ora di raggiungere la splendida città di Parma e di scendere in campo per rappresentare il territorio e i suoi tifosi con onore”.

Terza linea di sangue samoano, Taina Fox-Matamua è cresciuto nel club più antico di Auckland, il Ponsonby Rugby Club. Dopo aver svolto gli studi al St Peter’s College ed essersi messo in mostra con la selezione scolastica di cui è stato anche capitano, il giovane n° 8 entra si trasferisce nell’isola del sud ed entra nell’accademia dei Crusaders, una delle cinque massime franchigie neozelandesi che partecipano al prestigioso torneo dell’emisfero australe Super Rugby.

Fox-Matamua viene quindi assegnato ai Nelson Marist con cui vince nel luglio del 2021 il trofeo provinciale Stuff Tasman Trophy.

L’esordio con la selezione dei Tasman Mako arriva nel 2018, un anno dopo la sua convocazione con la Nazionale U20 samoana scelta per preparare il Mondiale di categoria in Georgia. Da allora, Taina ha collezionato 12 presenze ufficiali con la maglia degli “Squali”, laureandosi campione del massimo campionato provinciale neozelandese nel 2019 e ancora nel 2020.


La scheda di Taina Fox-Matamua, neo-terza linea delle Zebre Rugby:

Nome: Taina

Cognome: Fox-Matamua

Nato a: Auckland (NZL)

Il: 30/01/1997

Altezza: 190 cm

Peso: 109 kg

Ruolo: numero 8

Honours: Samoa U20

Caps: 0

Presenze nello United Rugby Championship: 0

Presenze in EPCR Champions Cup: 0

Presenze in EPCR Challenge Cup: 0

Club precedenti: Tasman Mako (NZL), Marist (NZL), Ponsonby Rugby Club (NZL)

Instagram: @taina_fox


MICHAEL BRADLEY SOLLEVATO DALL’INCARICO DI CAPO ALLENATORE DELLE ZEBRE

Parma, 4 gennaio 2022 – Zebre Rugby Club comunica che Michael Bradley è stato sollevato dall’incarico di capo allenatore della franchigia federale.

Il club ha assunto questa decisione per anticipare il percorso di rinnovamento tecnico pianificato per le prossime stagioni.

Tutta la Società desidera esprimere la massima gratitudine a Michael per l’impegno e il contributo dato in questi anni e per il bellissimo percorso umano e professionale intrapreso insieme. A Michael vanno i migliori auguri per il prosieguo della propria carriera.


Guinness PRO14, Stadio Sergio Lanfranchi, Parma, Italy 26/10/2018 Zebre vs Edinburgh Tommaso Castello of Zebre celebrates scoring a late try with teammates Mandatory Credit ©INPHO/Matteo Ciambelli

Comunicato congiunto Zebre Rugby Club e Tommaso Castello

LE ZEBRE SALUTANO TOMMASO CASTELLO

Parma, 27 dicembre 2021 – Con grande dispiacere, Zebre Rugby Club comunica che Tommaso Castello, vittima dell’infortunio del marzo 2019, si ritira definitivamente dall’attività agonistica. Nonostante l’impegno e gli sforzi riabilitativi compiuti dall’atleta e dallo staff medico, le conseguenze frutto del citato sinistro sono tali da impedire la ripresa delle attività di gioco.

La Società, lo staff tecnico e medico, i compagni di squadra, nel ringraziare il loro Capitano per quanto ha saputo dare negli anni sia alle Zebre che alla Nazionale Italiana, gli augurano ogni bene per le sue sfide future.

Le parole di Tommaso: “Ringrazio il Presidente Dalai e l’Amministratore Delegato Checchinato, ma anche chi lo ha preceduto, per la vicinanza dimostrata; ringrazio ogni membro della Società di cui mi sono onorato di far parte per avermi sostenuto in tutti i modi possibili dopo l’infortunio. Ringrazio lo Staff e i compagni di mille battaglie per l’affetto che mi hanno riservato in questi anni di intensa e interminabile sofferenza. Dovermi arrendere non è da me, ma talvolta si deve porre fine all’inseguimento di un sogno. Per me era quello di poter rientrare in campo, ma non è stato possibile. Ho dato il mio meglio per riuscirci, ma il danno sofferto e gli interventi chirurgici cui mi sono sottoposto, con esiti poco favorevoli, mi inducono a concentrarmi sul recupero di una vita normale che nulla può avere a che fare con l’agonismo di alto livello. Allontanarmi dalla Squadra e dai compagni della Nazionale è stato e continua ad essere doloroso. Il campo di gioco mi mancherà, tanto, ma cercherò comunque di mettermi al servizio del Rugby in altro modo per ricambiarlo di quanto di bello mi ha donato negli anni”.


COPPA ITALIA: LE DESIGNAZIONI ARBITRALI DEL QUARTO TURNO

Roma – La Commissione Organizzatrice Gare della FIR ha reso note le designazioni arbitrali per il prossimo turno di Coppa Italia in calendario sabato 15 gennaio. Prime a scendere in campo alle 14.00 a Reggio Emilia le formazioni di Colorno e Lazio per il Girone 2. Nell’altro incontro della pool 2 si affronteranno alle 15.00 Rovigo e Calvisano.

Sempre alle 15.00 scenderanno in campo al Plebiscito di Padova i padroni di casa del Petrarca che riceveranno la formazione emiliana del Valorugby.

Di seguito le designazioni arbitrali.

COPPA ITALIA  – IV giornata – 15.01.22 Girone 1 Ore 15.00 Petrarca Rugby – Valorugby Emilia Arb. Federico Boraso (Rovigo) AA1: Gabriel Ghirnoaga (Roma), AA2 Lorenzo Sacchetto (Rovigo) Quarto uomo: Matteo Giacomini (Treviso) Mogliano Rugby 1969 Rugby Viadana 1970, annullata per rinuncia del Mogliano Riposa: Sitav Rugby Lyons

Classifica Girone 1: Petrarca Rugby 10pt; Valorugby Emilia, Mogliano Rugby 1969 5pt; Rugby Viadana 1970, Sitav Rugby Lyons 0

Girone 2 Ore 14.00 Rugby Colorno – Lazio Rugby 1927 Arb. Matteo Franco (Pordenone) AA1: Clara Munarini (Parma), AA2 Gianmarco Toneatto (Udine) Quarto uomo: Davor Vidackovic (Milano) Ore 15.00 FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta – Rugby Transvecta Calvisano Arb. Riccardo Angelucci (Livorno) AA1: Alex Frasson (Treviso), AA2 Matteo Locatelli (Bergamo) Quarto uomo: Ferdinando Cusano (Vicenza)

Classifica Girone 2:  Fiamme Oro e FEMI-CZ Rovigo 7pt; Rugby Transvecta Calvisano 6pt; HBS Colorno 5pt; S.S. Lazio Rugby 1927 1pt


COPPA ITALIA, IV GIORNATA: PETRARCA IN FINALE. VITTORIE PER CALVISANO E COLORNO

Roma – Due vittorie interne e una esterna è il bilancio della quarta giornata della Coppa Italia.

Chiusa definitivamente la corsa al primo posto nel Girone 1 dove il Petrarca, battendo 27-17 il Valorugby, conquista matematicamente il primato e l’accesso alla finale. Partita in salita per i padroni di casa che si trovano a rincorrere gli avversari che aprono le marcature con la meta di Luus nel primo tempo bissando poi con Garcia ad inizio ripresa. La rimonta della squadra di Marcato viene avviata dalla meta di Di Bartolomeo e completata da Lyle, Zini e Hasa nel finale.

Sempre nel Girone 1 non si è disputata la partita tra Mogliano e Viadana a causa della rinuncia a disputare l’incontro da parte dei padroni di casa.

Nel Girone 2 ancora aperta la lotta per il primo posto con il successo esterno del Calvisano per 22-12 in casa del Rovigo. Partita molto equilibrata con gli ospiti che chiudono in vantaggio il primo tempo sul 12-6 per poi essere raggiunti a metà del secondo tempo da due calci piazzati di Van Reenen. Nei minuti finali un calcio piazzato di Hugo e la meta di Brighetti regalano ai bresciani una vittoria importante che permetterà alla squadra di Guidi di giocarsi – in un vero e proprio scontro diretto – il primo posto contro le Fiamme Oro nella prossima giornata.

Nella seconda partita del Girone 2 il Colorno supera con un netto 53-15 la Lazio segnando nove mete sfruttando anche la prestazione di Del Bono nominato Player of the match.

Questi i risultati della quarta giornata:Girone 1 – ore 15Petrarca Rugby v Valorugby Emilia 27-17 (5-0)Mogliano Rugby 1969 v Rugby Viadana 1970annullata per rinuncia del Mogliano

Riposa: Sitav Rugby Lyons

Classifica: Petrarca Rugby 20, Valorugby Emilia 10, Mogliano Rugby 1969 5, Rugby Viadana 1970 e Sitav Rugby Lyons 0Girone 2 – Ore 14HBS Colorno v S.S. Lazio Rugby 1927 53-15 (5-0) Ore 15FEMI-CZ Rovigo V Rugby Transvecta Calvisano 12-22 (0-4)

Classifica: Fiamme Oro Rugby 12, Rugby Transvecta Calvisano e HBS Colorno 10, FEMI-CZ Rovigo 7, S.S. Lazio Rugby 1927 1

Questo il programma della quinta giornata in programma sabato 22 gennaio:Girone 1Valorugby Emilia v Mogliano Rugby 1969Rugby Viadana 1970 v Sitav Rugby Lyons Girone 2S.S. Lazio Rugby 1927 v FEMI-CZ RovigoRugby Transvecta Calvisano v Fiamme Oro Rugby


Padova, Stadio del Plebiscito – Sabato 15 gennaio 2022

Coppa Italia, IV giornata Girone 1

Petrarca Rugby v Valorugby Emilia  27-17 (3-7)

Marcatori: p.t. 5’ m. Luus tr Castiglioni (0-7), 11’ cp Lyle (3-7).  S.t. 46’ m. Garcia tr Castiglioni (3-14), 51’ m. Di Bartolomeo tr Lyle (10-14), 54’ m. Lyle tr Lyle (17-14), 60’ cp Castiglioni (17-17), 70’ m. Zini (22-17), 79’ m. Hasa (27-17)

Petrarca Rugby: Lyle; Zini, De Masi (24’ Sgarbi), Broggin, Schiabel (76’ De Sanctis); Faiva, Citton; Trotta (Cap), Catelan (52’ Brevigliero); Goldin; Michieletto (74’ Scramoncin), Galetto; Pavesi (59’ Hasa), Di Bartolomeo (61’ Carnio), Spagnolo (58’ Franceschetto).. 

All. Marcato, Jimez

Valorugby Emilia: Castiglioni; Colombo, Paletta, Schiabel, Cioffi (71’ Dominguez); Antl, Garcia; Amenta (Cap), Sbrocco, Mordacci (51’ Gerosa); Balsemin ( 15’-17′ Gerosa), Dell’Acqua; Randisi (52’ Chistolini), Luus, Diaz (56’ Sanavia).

All. Manghi

Arb. Federico Boraso (Rovigo)

AA1 Gabriel Chirnoaga (Roma), AA2 Lorenzo Sacchetto (Rovigo)

Quarto Uomo: Matteo Giacomini (Treviso)

Cartellini: al 34’ giallo a Schiabel (Valorugby Emilia)

Calciatori: Lyle (Petrarca Rugby) 3/5, Faiva (Petrarca) 0/1, Castiglioni (Valorugby Emilia) 3/3

Note: giornata di sole, campo in buone condizioni. Spettatori 300 circa.

Punti conquistati in classificai: Petrarca Rugby 5; Valorugby Emilia 0.

Player of the match: Dario Schiabel (Petrarca Rugby)


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00