PIERO PICCIONI 100 EXPERIENCE / 6 Dicembre 2021 – 6 Gennaio 2022 / Forum Theatre, Piazza Euclide, Roma. PIERO PICCIONI QUARTET AND FRIENDS in concerto diretto da Nicola Vicidomini – Forum Theatre 2 Gennaio 2022. PIERO PICCIONI – A MODERN GENTLEMAN: The refined and bittersweet sound of an italian Maestro – Cam Sugar Decca Records. Immagini Courtesy of Ufficio Stampa Piero Piccioni 100 Experience.

Se lo avesse chiesto ad Alberto Sordi non avrebbe avuto dubbi. Il migliore senza volerlo essere, la composizione musicale nella cinematografia come narrazione di un futuro sperimentale mai banale più che per un presente appropriato. Piero Piccioni 100 Experience ai Forum Studios nel tempio della musica italiana a Roma fondati dallo stesso Piccioni insieme ai suoi amici mai rivali Morricone, Trovajoli e Bacalov. (m.g.)

PIERO PICCIONI 100 EXPERIENCE / 6 Dicembre 2021 – 6 Gennaio 2022 / Forum Theatre, Piazza Euclide, Roma. PIERO PICCIONI QUARTET AND FRIENDS in concerto diretto da Nicola Vicidomini – Forum Theatre 2 Gennaio 2022. PIERO PICCIONI – A MODERN GENTLEMAN: The refined and bittersweet sound of an italian Maestro – Cam Sugar Decca Records. Immagini Courtesy of Ufficio Stampa Piero Piccioni 100 Experience.


COMUNICATI STAMPA UFFICIO STAMPA PIERO PICCIONI 100 EXPERIENCE / CAM SUGAR DECCA RECORDS


In occasione della mostra
PIERO PICCIONI 100 EXPERIENCE
(6 dicembre 2021 – 6 gennaio 2022 | Forum Theatre)

FORUM STUDIOS
presenta

PIERO PICCIONI QUARTET AND FRIENDS
in concerto

Un excursus jazzistico nell’universo musicale del celebre compositore
diretto da
Nicola Vicidomini

special guest
Lino Patruno al banjo
e i solisti storici di Piero Piccioni
Gegè Munari alla batteria
Giorgio Rosciglione al contrabasso

2 gennaio
ore 18.30
Forum Theatre
Piazza Euclide 34, Roma

Ingresso con biglietto mostra
https://musicvillage.organizzatori.18tickets.it/film/16643 

A causa della capienza limitata, la prenotazione è obbligatoria
info e prenotazioni:
boxoffice@forumtheatre.it – +39 06 8084259

Dopo lo straordinario doppio concerto dell’Orchestra 014 con Nicola Guida Trio il 18 e 19 dicembre scorsi nella sala A dei Forum Studios, un nuovo appuntamento per rivivere dal vivo le atmosfere sonore del Maestro Piero Piccioni.

Domenica 2 gennaio alle ore 18.30 sul palco del Forum Theatre sarà la volta di Piero Piccioni Quartet and Friends, ensemble guidato al pianoforte dal compositore, performer e umorista Nicola Vicidomini, con la partecipazione straordinaria del jazzista Lino Patruno al banjo e dei solisti storici di Piccioni Gegè Munari alla batteria e Giorgio Rosciglione al contrabasso. Creato per l’occasione da Vicidomini, il quartetto è composto da Costantino Ladisa al sax, Alessandro Patti al contrabasso e basso elettrico e Saverio Gerardi alla batteria e percussioni. Sul palco con loro saliranno anche Alessandra D’Andrea al flauto, Gianpiero Cristaldi alla tromba, Dario Rosciglione al basso, Lucio Turco alla batteria e Ilenia Bent al microfono.

Il concerto sarà un excursus nell’universo musicale del celebre compositore attraverso l’esecuzione dei brani jazzistici e delle composizioni romantiche, appositamente riarrangiati da Vicidomini, e l’esplorazione di quelle sonorità più marcatamente space age, swing e bossa nova fino ad approdare al funky più cool, in un’atmosfera da jazz club della metà del Novecento. In scaletta brani indimenticabili come You never told me dalla colonna sonora di Fumo di Londra, composizioni come Give love a chance da Il dio sotto la pelle e il tema principale di Il comune senso del pudore, la celeberrima Marcia di Esculapio de Il medico della Mutua ma anche creazioni originali in omaggio a Piccioni come Bossa malata di Nicola Vicidomini e Bye Bye Blues di Lino Patruno.

L’evento è presentato da Forum Studios nell’ambito di Piero Piccioni 100 Experience, la monumentale mostra inaugurata lo scorso 6 dicembre, in occasione del centenario della nascita di Piero Piccioni, uno dei più rilevanti compositori italiani del ‘900, artista di fama mondiale mai dimenticato e ancora oggi punto di riferimento musicale e stilistico per le nuove generazioni di musicisti di tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone.

La mostra, allestita negli stessi spazi del Forum Theatre e visitabile fino al 6 gennaio 2022, presenta oltre 150 fra manifesti cinematografici d’epoca dipinti dai più importanti pittori di cinema al mondo, bozzetti originali, locandine e fotobuste, circa 200 dischi originali in 33 e 45 giri, più di 500 registrazioni master ma anche fotografie, dediche delle più disparate personalità del mondo della cultura, del cinema e dell’alta società, importanti premi, proiezioni e ascolti, oltre a un fitto calendario di eventi lungo l’arco di un mese. La mostra è curata da Jason Piccioni, musicista, produttore e figlio del compositore, Nicola Vicidomini, attore e musicista, e Marco Patrignani, produttore, manager culturale e CEO di Forum Studios

L’iniziativa è realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, con il patrocinio di SIAE e Nuovo IMAIE, in collaborazione con Rai Movie, di Rai Radio1, Rai Radio3, Rai Teche, le etichette discografiche Sony Music Publishing, Universal Music Publishing, Cam-Sugar, Camille 3000, Cinema Hotel Studios e del Circolo del Cinema “Dino Risi”.


Forum Studios

Nati nel 1970 sotto la basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria, i Forum Studios si trovano a Roma, nel cuore pulsante del quartiere Parioli: Piazza Euclide. Gli studi furono fondati con il nome Ortophonic da quattro compositori Armando Trovajoli, Ennio Morricone, Luis Bacalov e Piero Piccioni, insieme a Enrico De Melis, ai fonici RCA Sergio Marcotulli e Pino Mastroianni e al compositore e direttore d’orchestra Bruno Nicolai. Dal 1970 al 1979, sotto la sapiente direzione dei Maestri e di De Melis, gli studi sono uno dei massimi punti di riferimento per la discografia nazionale, ospitando – oltre ai Maestri fondatori – personalità del calibro di Fabrizio De Andrè, Mireille Mathieu e Gato Barbieri e partecipando alla realizzazione di grandi capolavori tra discografia e colonna sonora: da Storia di un impiegato, a Concerto Grosso per i New Trolls, fino alle musiche di Ultimo tango a Parigi, Profondo Rosso, Febbre da Cavallo e Aggiungi un posto a tavola, nella prima messa in scena con un indimenticabile Johnny Dorelli.

Ribattezzati Forum Studios nel 1979 sono stati e sono tutt’ora, sotto la guida di Marco Patrignani, la culla di innumerevoli capolavori della musica da film.  Nel corso di cinquant’anni di storia hanno ospitato compositori del calibro di Ennio Morricone, Bill Conti, Jerry Goldsmith, George Garvarentz, Alexandre Desplat, Nicola Piovani, Alex North, Dave Grusin, Vangelis, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, Piero Piccioni, Pino Donaggio, Gianni Ferrio e molti altri, e registi quali Federico Fellini, Brian De Palma, Giuseppe Tornatore, Franco Zeffirelli, Oliver Stone, Barry Levinson, Roberto Benigni, tanto per citarne alcuni.

Le mura degli studi hanno oltretutto visto nascere le musiche vincitrici dell’Oscar per il Miglior Film Straniero di Nuovo Cinema Paradiso(Ennio e Andrea Morricone); dell’Oscar per la Migliore Colonna Sonora de Il Postino(Luis Bacalov), de La Vita è Bella(Nicola Piovani), e di The Hateful Eight(Ennio Morricone) di Quentin Tarantino, di cui sono state registrate negli studi i celebri temi di tromba e chitarra.

Oltre alla produzione di musiche da film, gli studi hanno battezzato alcuni capolavori della musica pop italiana ed internazionale: tra i numerosi artisti ospitati si ricordano di nomi di Quincy Jones, The Beach Boys, Leonard Bernstein, Bruce Springsteen, Placido Domingo, Morrissey, Andrea Bocelli, John Legend, Charles Aznavour, Laura Pausini, will.i.am, Kanye West, The Red Hot Chilli Peppers, Yo-Yo Ma, Jon Bon Jovi, Amàlia Rodrigues, Tiziano Ferro, 2Cellos, Lang Lang, Amy Stewart, Gino Vannelli, Cher, Eros Ramazzotti, Danger Mouse e Daniele Luppi, Mario Biondi, Giovanni Allevi, Riccardo “Richard” Cocciante, Zucchero “Sugar” Fornaciari, Pino Daniele, Negramaro, Fabrizio De Andrè, Francesco Guccini, Claudio Baglioni, Renato Zero, Jovanotti, Gianni Morandi, Mauro Pagani, New Trolls, The Goblins e molti altri. I Forum Studios sono riconosciuti nel mondo come un autentico “tempio della musica”, un museo vivente con un passato orgoglioso orientato ad un futuro promettente.

Forum Theatre (ex cine-teatro Euclide)

Forum Theatre nasce come Teatro Euclide: storico teatro del quartiere Parioli, inaugurato negli anni ’50 del Novecento a nome ed uso di cinema e trasformato poi in teatro nel 1990. La sua storia ha in realtà inizio ben prima, quando nel 1924, su progetto dello storico architetto Armando Brasini, venne iniziata la sua costruzione, come locale di servizio nelle sale sotterranee della Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria di Piazza Euclide.

Dopo l’acquisizione da parte di Forum Studios, confinanti con la struttura il Forum Theatre  è prossimo a divenire, dalla prossima primavera 2022, un nuovo punto di riferimento artistico e culturale della città di Roma, un’elegante venue con tecnologia immersiva  per singolari concerti, performance, istallazioni d’arte varia esposizioni e conferenze con un grande mix di tecnologia e creatività, attraverso il network di collaborazioni professionali di eccellenza e l’esperienza produttiva dei Forum Studios.


NEL CENTENARIO DELLA NASCITA CAM SUGARE DECCA RECORDS
CELEBRANO IL GENIO DI
PIERO PICCIONI –  A MODERN GENTLEMAN
IL PIÙ DANDY DEI COMPOSITORI ITALIANI DI MUSICA DA FILM
TRA CAPOLAVORI, INEDITI E PERLE RARE

In occasione del centenario della nascita esce PIERO PICCIONI – A MODERN GENTLEMAN: The refined and bittersweet sound of an italian Maestro. Piero Piccioni è senza dubbio il più “dandy” dei compositori italiani di musica da film. Il più elegante, nell’arte come nella vita. Nel centenario della nascita del compositore, CAM Sugar, in collaborazione con Decca Records, celebra la sua arte con una raccolta che attinge dalle sue più e meno note opere, accanto a un prezioso gruppo di brani che, sorprendentemente, sono rimasti del tutto inediti fino ad oggi. Il risultato è un viaggio alla riscoperta del suono unico, abbagliante e inconfondibile del compositore torinese: un “Piccioni’s touch” morbido, sensuale ed emozionante che si percepisce in ogni composizione su cui ha lavorato durante la sua lunga carriera, spaziando dal jazz alla bossa nova, al funk, alla disco e alla musica orchestrale. Un tocco che dona armonia e coerenza ad un corpus di colonne sonore che si distingue come una delle più prestigiose e importanti discografie del mondo: musica  destinata a durare per sempre, senza mai risultare fuori tempo.
Nel cd e doppio LP compaiono capolavori come Significa Amore, tratta dal film “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” (per cui Piccioni vinse il David di Donatello come miglior musicista nel 1975), Pop’s Lolly, dal “3 Notti d’amore”, nella cui session spunta anche Gato Barbieri al sax, o Papa Funky, dalla colonna sonora di “In viaggio con papà”, dove Piccioni commenta il rapporto Sordi-Verdone con una miscela spensierata di generi diversi, unendo jazz, funk e rock insieme, con il suo stile inconfondibile.
Nel centenario della sua nascita non potevamo non dedicare una pubblicazione a Piero Piccioni, uno dei migliori  compositori italiani di colonne sonore e uno dei più grandi della scuderia CAM Sugar – spiega Filippo Sugar, Presidente e CEO del Gruppo Sugar– Il progetto si inserisce in un contesto che dedicheremo all’opera del Maestro con le prime uscite digitali previste per i prossimi mesi che comprenderanno molti inediti. Accanto ai brani noti e storici facciamo sempre molta attenzione a fare un lavoro culturale di ricerca e recupero negli archivi riportando alla luce brani che meritano di essere riscoperti e che hanno un sound che può avere un significato molto importante per l’ascolto contemporaneo”.
Piero Piccioni(Torino 1921- Roma 2004), enfant prodige, ascolta jazz fin dall’infanzia. A tredici anni, autodidatta impressionato dall’ascolto dei dischi di Duke Ellington, scrive già canzoni che vengono pubblicate dalla casa editrice Carisch. Nel 1937 fa un’audizione per la EIAR e gli viene commissionato di suonare per un programma musicale su Radio Firenze. A 17 anni Debutta come pianista alla radio, dove ritorna nel 1944 con l’orchestra ‘013’, da lui costituita: la prima orchestra di jazz che trasmette ai microfoni e la prima formazione jazzistica stabile italiana. Parallelamente al jazz Piccioni esercita la professione di avvocato  e inizia a studiare filosofia. Nel 1949 a New York, dove vive per un anno e mezzo, viene chiamato a sostituire il pianista Al Haig in un programma televisivo, suonando insieme a Charlie Parker, Kenny Dorham, Tommy Potter e Max Roach. È stato l’unico musicista italiano ad aver suonato con Charlie Parker.
Compositore di oltre 300 colonne sonore per il cinema, sceneggiati televisivi, musiche per  radio, balletto e orchestra, inizia a scrivere colonne sonore negli anni ’50. Michelangelo Antonioni gli commissiona la musica per il documentario di un suo allievo, Luigi Polidoro. Il primo film per il quale scrive le musiche è “Il mondo le condanna” di Gianni Franciolini del 1952, seguito da “La spiaggia” di Alberto Lattuada del 1953. Piccioni compone le musiche di 13 dei 17 film di Francesco Rosi e lavora molto con Alberto Sordi in un lungo sodalizio umano e professionale. Tra le sue musiche più famose, quelle dei film “Il caso Mattei” di Francesco Rosi,  “Un italiano in America” e “Polvere di stelle” dello stesso Sordi. Tanti registi hanno affidato al suo genio musicale le loro pellicole: Francesco Rosi, Mario Monicelli, Alberto Lattuada, Luigi Comencini, Luchino Visconti, Antonio Pietrangeli, Elio Petri, Bernardo Bertolucci, Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, Tinto Brass e Dino Risi tra gli altri. Sue anche le colonne sonore di “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto” e “Tutto a posto e niente in ordine” di Lina Wertmuller, e di “Il bell’Antonio” di Mauro Bolognini.
Tra i prestigiosi riconoscimenti ottenuti nella sua lunga carriera il David di Donatello come miglior musicista per la colonna sonora di “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” (1974), il Nastro d’argento per la colonna sonora di “Salvatore Giuliano” di Francesco Rosi (1963), il Prix International Lumiere (1991), il premio Anna Magnani (1975) e il premio Vittorio De Sica (1979).

Con oltre 2.000 partiture originali, CAM Sugar è il catalogo più esteso e rappresentativo di colonne sonore originali italiane, vincitore di oltre 500 premi internazionali, tra cui un Oscar come Miglior Colonna Sonora Originale per Il Postino. Fondata a Roma nel 1959, CAM ha prodotto le musiche per alcuni dei più importanti e premiati film italiani composte dai artisti come Nino Rota, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Riz Ortolani, Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Piero Umiliani, Stelvio Cipriani, Fiorenzo Carpi, Philippe Sarde e molti altri. CAM Sugar è in prima linea nella produzione di nuove colonne sonore di film e serie televisive e collabora costantemente con le principali case di produzione italiane e straniere per valorizzare la musica nell’ambito dell’audiovisivo. Nel 2020, con l’avvio della partnership con la prestigiosa etichetta discografica Decca Records, CAM Sugar ha realizzato Morricone Segreto, raccolta nata da una ricerca negli archivi storici della Sugar di perle mai pubblicate del Premio Oscar. Nell’ottobre del 2021 CAM Sugar ha ideato e prodotto la raccolta PAURA che include le musiche che hanno scritto  la storia del cinema horror italiano, colonne sonore di film esoterici e soprannaturali degli anni ‘70 e di pellicole splatter e slasher degli ‘80.


PIERO PICCIONI – A MODERN GENTLEMAN
The refined and bittersweet sound of an Italian Maestro

LP TRACKLIST
SIDE A:
A1 – Pop’s Lolly | 3 NOTTI D’AMORE – 2:19 – 1964
A2 – Dior Dance | IL MONDO DI NOTTE N. 2 – 3:22 – 1961 ***
A3 – Mani in alto – M16 | MANI IN ALTO – 1961 – 2:31 ° / *
A4 – L’assassino (Titoli) | L’ASSASSINO – 2:45 – 1961 °°
A5 – Autoradio | UNA VITA VIOLENTA – 2:03 – 1962
A6 – Tre per una rapina (Titoli) | TRE PER UNA RAPINA – 1:59 – 1963 °
A7 – I dolci inganni – M11 | I DOLCI INGANNI – 19602:20 – 1960 °°
SIDE B:
B1 – Dea di un sogno | UN TENTATIVO SENTIMENTALE – 4:24 – 1964
B2 – La notte brava (Atmosfera romantica) | LA NOTTE BRAVA – 1:19 – 1959 °°
B3 – Danza selvaggia | IL FIGLIO DI SPARTACUS – 2:05 – 1962 °°
B4 – Tema di Donì | NIENTE ROSE PER OSS 177 – 2:41 – 1968 °°
B5 – Tema di Titina | TOH è MORTA LA NONNA – 1:26 – 1969 ° / *
B6 – Chorus in FA | L’ITALIA VISTA DAL CIELO – EMILIA ROMAGNA – MARCHE – 1:21 – 1969 °
B7 – Tema Favola | FRATELLO MARE – 1:42 – 1975 °°
B8 – Le Altre – M10 | LE ALTRE – 1:56 – 1969

SIDE C:
C1 – Significa amore | TRAVOLTI DA UN INSOLITO DESTINO NELL’AZZURRO MARE D’AGOSTO / SWEPT AWAY – 2:08 – 1974
C2 – Per questa notte – M20 | PER QUESTA NOTTE – 1:12 – 1977
C3 – Addio Alexandra – M6 | ADDIO ALEXANDRA – 3:21 – 1969 ° / *
C4 – Città e campagna (Finale) – CITTA’ E CAMPAGNA – 2:35 – 1976 °°
C5 – Magic of New York | LUCKY LUCIANO – 3:03 – 1974
C6 – Stampe erotiche | IL COMUNE SENSO DEL PUDORE – 4:46 – 1976 °

SIDE D:
D1 – Riavanti… Marsch! – M25 | RIAVANTI… MARSCH! – 4:00 – 1979 °°
D2 – Papà Funky | IN VIAGGIO CON PAPA’ – 2:36 – 1982 °°
D3 – What Is There to See? | IO E CATERINA – 4:18 – 1980 ***
D4 – Io so che tu sai che io so (Titoli) | IO SO CHE TU SAI CHE IO SO – 3:24 – 1982
D5 – Rag. Arturo De Fanti, bancario precario (Tema Valzer – Piano Elettrico) – RAG. ARTURO DE FANTI, BANCARIO PRECARIO – 1980 – 2:32 °°

* Vocals: Nora Orlandi
** Chorus: I 4+4 di Nora Orlandi
*** Vocals: Jason Piccioni
° previously unreleased
°° first time on vinyl    


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00