MATERIA NOVA Roma nuove generazioni a confronto / Galleria d’Arte Moderna di Roma / 17 Dicembre 2021 – 13 Marzo 2022. Con: CASTRO (Contemporary Art STudios Roma); CONDOTTO48; OFF1C1NA; OMBRELLONI; PAESE FORTUNA; POST EX; SPAZIOMENSA; SPAZIO IN SITU. In copertina Paolo Assenza: Flashback, 2021, 150×100 cm, olio e inchiostro su tela. Immagini Allestimento Mostra SPAZIO INSITU, OMBRELLONI, PAESE FORTUNA. Courtesy Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura.

Rigenerate da nuove generazioni, ex aeree industriali, fabbricati e officine dismesse diventati luoghi d’arte e studi collettivi nelle periferie di Roma, la Materia Nuova della “now generation” artistica capitolina. Alla Galleria d’Arte Moderna l’esposizione curata da Massimo Minnini e arricchita dal reportage fotografico “Vera” ideato da Damiana Leoni reinventa la Galleria d’Arte Moderna in un doppio e indedito ambiente, espositivo con le opere degli artisti e studi selezionati e partecipativo con un Open Studio dove poter osservare e vivere l’atto creativo all’interno dele nuove generazione artistiche romane. (m.g.)

MATERIA NOVA Roma nuove generazioni a confronto / Galleria d’Arte Moderna di Roma / 17 Dicembre 2021 – 13 Marzo 2022. Con : CASTRO (Contemporary Art STudios Roma); CONDOTTO48; OFF1C1NA; OMBRELLONI; PAESE FORTUNA; POST EX; SPAZIOMENSA; SPAZIO IN SITU.


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA ZÈTEMA PROGETTO CULTURA


Alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

MATERIA NOVA. ROMA NUOVE GENERAZIONI A CONFRONTO

Dal 17 dicembre in mostra le nuove realtà

dell’arte di domani dai quartieri periferici della città

Roma, 16 dicembre 2021 – Materia Nova. Roma nuove generazioni a confronto è un progetto espositivo sperimentale curato da Massimo Mininni e composto da un’indagine critica sull’arte contemporanea a Roma, ospitato alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale dal 17 dicembre 2021 al 13 marzo 2022, promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

L’obiettivo è quello di valorizzare le componenti creative locali del XXI secolo mediante una selezione accurata e identitaria della nuova arte della Capitale. Una prima rassegna nel contesto capitolino, quindi, focalizzata su artisti, per lo più giovani, operanti in gruppo all’interno di spazi d’arte e studi collettivi dislocati nella periferia romana, ma non solo. Le nuove realtà dell’arte di domani.

La mostra riconosce, analizza e mette in luce le ricerche, le qualità, le peculiarità dei diversi linguaggi e gli interessi che contraddistinguono gli artisti romani dell’ultima generazione, per individuarne le singole personalità e le diverse potenzialità creative che si offrono alla capitale come elementi di importante novità, rendendola centro di attrazione e luogo di riferimento nell’ambito della cultura italiana contemporanea.

L’esposizione si sofferma in particolare sulle differenti realtà nate nei diversi quartieri della città, nei quali alcuni artisti hanno creato i loro atelier all’interno di ex aree industriali, di fabbricati e di officine dismesse, che si sono trasformate così in nuovi centri produttivi, propulsori di idee e fulcro di proposte che hanno riportato la capitale al centro della scena culturale nazionale. 

Il percorso della mostra si articola in un primo momento dedicato alla collettiva dei lavori creati dagli artisti nei loro studi e una seconda parte di creazione di un “open studio” che consenta al pubblico di entrare nel vivo della produzione artistica e, nello stesso tempo, di riflettere sul tema dell’ambiente di lavoro dell’artista, inteso come spazio di auto-rappresentazione e, nello stesso tempo, luogo di incontro, di progettualità, di impegno e di coinvolgimento anche fisico.

Una sezione espositiva è inoltre dedicata a una selezione di immagini tratte dal libro fotografico Vera – progettato da Damiana Leoni e pubblicato dalla casa editrice Quodlibet – che documenta tutte le realtà artistiche in mostra attraverso gli scatti realizzati da quattro giovani fotografi: Eleonora Cerri Pecorella, Salvatore Nuzzi, Marta Scotti e Mohamed Keita.

Materia Nova. Roma nuove generazioni a confronto è un progetto espositivo sperimentale curato da Massimo Mininni e composto da un’indagine critica sull’arte contemporanea a Roma. L’obiettivo è quello di riuscire a valorizzare le componenti creative locali del XXI secolo mediante una selezione accurata e identitaria della nuova arte della Capitale. Una prima rassegna nel contesto capitolino, quindi, focalizzata su artisti, per lo più giovani, operanti in gruppo all’interno di spazi d’arte e studi collettivi dislocati nella periferia romana, ma non solo. Le nuove realtà dell’arte di domani: CASTRO (Contemporary Art STudios Roma); CONDOTTO48; OFF1C1NA; OMBRELLONI; PAESE FORTUNA; POST EX; SPAZIOMENSA; SPAZIO IN SITU.

L’esposizione si sofferma in particolare sulle differenti realtà nate nei diversi quartieri della città, nei quali alcuni artisti hanno creato i loro atelier all’interno di ex aree industriali, di fabbricati e di officine dismesse, che si sono trasformate così in nuovi centri produttivi, propulsori di idee e fulcro di proposte che hanno riportato la capitale al centro della scena culturale nazionale. 

Il percorso della mostra si articola in un primo momento dedicato alla collettiva dei lavori creati dagli artisti nei loro studi e una seconda parte di creazione di un “open studio” che consenta al pubblico di entrare nel vivo della produzione artistica e, nello stesso tempo, di riflettere sul tema dell’ambiente di lavoro dell’artista, inteso come spazio di auto-rappresentazione e, nello stesso tempo, luogo di incontro, di progettualità, di impegno e di coinvolgimento anche fisico.

Una sezione espositiva è inoltre dedicata a una selezione di immagini tratte dal libro fotografico Vera (Quodlibet), progettato da Damiana Leoni, che documenta tutte le realtà artistiche in mostra attraverso gli scatti degli spazi creativi realizzati da quattro giovani fotografi: Eleonora Cerri Pecorella, Salvatore Emanuele, Marta Scotti e Mohamed Keita.

INFO

Galleria d’Arte Moderna Roma, Via Francesco Crispi, 24

Dal martedì alla domenica ore 10.00-18.30

24 e 31 dicembre ore 10.00-14.00

Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura

Giorni di chiusura: lunedì,1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre

Info mostra: Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

http://www.galleriaartemodernaroma.it http://www.museiincomune.it; http://www.zetema.it


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00