LUMINA un film di Samuele Sestieri / STUDIO MA.GA. in associazione con IL VARCO / Italia 2021. Bright Future – International Film Festival di Rotterdam 2-6 Giugno 2021. Press Kit Video Courtesy of Press Office Matera2019, Ufficio Stampa Lumina.

Unico film italiano indipendente e low budget ad essere selezionato all’International Film Festival di Rotterdam nella categoria giovani talenti europei. Un primo riconoscimento per il trentenne Samuele Sestieri e il suo secondo lungometraggio Lumina girato quasi completamente in luoghi cinematografici inediti della Basilicata. Tra i prodotti della notevole interazione artistica di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. Un docufilm tra fantascienza e realtà fonosimbolica. Si è perso traccia della razza umana, una donna misteriosa con la capacità di rigenerare vita e memoria. “Lumina per me ha sempre rappresentato una fiaba moderna sull’amore e sulle immagini. Inizia come un documentario di fantascienza per trasformarsi in un racconto di formazione molto intimo e personale. Alla base del film c’è la fede in un cinema povero e fieramente low budget che utilizza i fantasmi architettonici del nostro paese per inscenare il peso della perdita, dell’assenza e del vuoto.” – Dalle Note di Regia di Samuele Sestieri – (m.g.)

LUMINA un film di Samuele Sestieri / STUDIO MA.GA. in associazione con IL VARCO / Italia 2021. Press Kit Video Courtesy of Press Office Matera2019, Ufficio Stampa Lumina.


COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE MATERA 2019 / PRESS KIT UFFICIO STAMPA LUMINA


Il film “Lumina” girato in Basilicata all’International Film Festival di Rotterdam I borghi abbandonati della Basilicata, insieme a una serie di luoghi nascosti del Lazio, sono lo sfondo di “Lumina”, il film indipendente e low budget del giovane regista Samuele Sestieri, prodotto dalla neonata Studio Ma.Ga. Questa piccola realtà produttiva, costituita da un team di under 30 provenienti da diverse regioni italiane, è stata fondata dall’autore nel 2019 a Matera, proprio nell’anno in cui la città è stata Capitale Europea della Cultura.

«”Lumina” è nato da un viaggio nel 2019 a Matera, dove in un clima di fermento culturale ho conosciuto persone, luoghi e storie che poi sono diventate il materiale prezioso per scrivere il film» – spiega Sestieri, che affascinato dai sopralluoghi condotti in Basilicata, ha scelto i paesaggi desertici e le rovine di alcuni borghi lucani per girarvi una storia d’amore ambientata in un mondo dove degli uomini rimangono soltanto le tracce.

Attraverso le ambientazioni più apocalittiche e suggestive del territorio lucano (Santa Maria D’Irsi, Borgo Taccone, la Bradanica, l’area delle cave di Matera) si snoda il racconto del film che prova a restituire una Basilicata inedita, lontano dai luoghi più legati alle grandi produzioni cinematografiche.

Prodotto in associazione con la produzione cinematografica “Il Varco” di Andrea Gatopoulos e Marco Crispano e con Mario Cattaneo, il film è stato finanziato anche grazie a contributi di privati che hanno creduto nel progetto. “Lumina” ha ricevuto il patrocinio morale del Comune di Matera e della Fondazione Matera Basilicata 2019, nonché la collaborazione dei Comuni di Irsina, Aliano, Tursi, Pisticci.

“Lumina” sarà presentato in anteprima mondiale all’ International Film Festival di Rotterdam, in programma dal 2 al 6 giugno, come unico film italiano della sezione “bright future” dedicata ai talenti emergenti più promettenti della scena cinematografica europea.


STUDIO MA.GA. in associazione con IL VARCO

presenta

LUMINA

un film di Samuele Sestieri

ITALIA 2021 | col. | DCP | 105 minuti


SINOSSI

Una donna misteriosa si risveglia su una spiaggia deserta. Vaga tra ruderi e macerie, percependo la memoria degli oggetti. Come una fonte di energia è in grado di riattivare dispositivi tecnologici spenti da tempo.

In una città fantasma la donna accede all’archivio digitale dello smartphone appartenuto ad un ragazzo chiamato Leonardo. Apprende così il linguaggio delle immagini e dei suoni e, attraverso i video della relazione fra Leonardo e la sua fidanzata, conosce l’amore.


NOTE DI REGIA

Lumina per me ha sempre rappresentato una fiaba moderna sull’amore e sulle immagini. Inizia come un documentario di fantascienza per trasformarsi in un racconto di formazione molto intimo e personale. Alla base del film c’è la fede in un cinema povero e fieramente low budget che utilizza i fantasmi architettonici del nostro paese per inscenare il peso della perdita, dell’assenza e del vuoto.

La protagonista tocca gli oggetti come fossero riattivatori di memoria, unici custodi di un passato dimenticato: ogni inquadratura vuole essere un atto d’amore nei suoi confronti, un tentativo di poter ricostruire il sentimento a partire da questi occhi che vedono per la prima volta. Lei è la fonte di energia che riporta luce a un mondo di rovine.

Samuele Sestieri


Prodotto da

PIETRO STORI, SAMUELE SESTIERI

Produttori associati

MARCO CRISPANO, ANDREA GATOPOULOS, MARIO CATTANEO

Con il sostegno di

ALDO SESTIERI, SALVATORE MASCIULLO

Regia

SAMUELE SESTIERI

Cast

CARLOTTA VELDA MEI, MATTEO CECCHI, LAURA SINCERI, VASILE MOROȘAN

Soggetto e sceneggiatura

PIETRO MASCIULLO, SAMUELE SESTIERI

Fotografia

ANDREA SORINI

Montaggio

FABIO BOBBIO

Musiche

VIRGINIA QUARANTA

Scenografia

TERESA FANO

Trucco e costumi

FABIOLA LIOTTI

Suono in presa diretta

FRANCESCO MURANO

Montaggio del suono

NEW DIGITAL FILM SOUND

Aiuto regia

NICCOLÒ GIORGI

Colorist

OLMO AMATO


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00