LEONARDO CRUDI – CINEPUGNO / CONTEMPORARY CLUSTER Art Gallery Roma / Inaugurazione giovedì 15 Aprile 2021. https://www.contemporarycluster.com/. Immagini Tele e Telai di Marco Ancora “Cinepugno” di Leonardo Crudi ©Giornalista Indipendente.

L’arte come strumento di conoscenza di ciò che non viene evidenziato. La street art di Leonardo Crudi dai muri di Roma, alle tele da incorniciare, al Contemporary Cluster. Il Cinema indipendente e non solo, locandine per film che non le hanno mai avute. Pietra e cotone con bic e smalti, il costruttivismo pop e industriale di Leonardo Crudi in un Cinepugno da osservare e incorniciare . (m.g.)

LEONARDO CRUDI – CINEPUGNO / CONTEMPORARY CLUSTER Art Gallery Roma / Inaugurazione giovedì 15 Aprile 2021. https://www.contemporarycluster.com/. Immagini Tele e Telai di Marco Ancora “Cinepugno” di Leonardo Crudi ©Giornalista Indipendente.


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA CONTEMPORARY CLUSTER


Leonardo Crudi
Cinepugno
Inaugurazione giovedì 15 Aprile 2021

Contemporary Cluster è lieto di presentare giovedì 15 Aprile Cinepugno, grande monografica dell’artista romano Leonardo Crudi a cura di Giacomo Guidi.

La mostra si configura come evento conclusivo di Cinema, progetto di street art dedicato ai film underground italiani degli anni ’60 e ‘70, che Crudi ha realizzato sui muri di Roma nel corso degli ultimi anni.

A partire dalla fine del 2017, Leonardo Crudi ha affisso in giro per la capitale manifesti disegnati e dipinti a mano dedicati principalmente a quei film per i quali non sono mai state realizzate locandine promozionali, in quanto rimasti fuori dal grande circuito della distribuzione.

Crudi si è quindi impegnato a dare “un volto” a pellicole di nicchia, conosciute solo dagli intenditori, che rischiano di finire nel dimenticatoio. I suoi manifesti affissi in strada fungono da cinepugni che colpiscono con colori accesi e ardite composizioni geometriche i passanti con lo scopo di spingerli a guardare i film rappresentati.

Con i suoi poster Crudi porta avanti una “propaganda artistica” volta a suscitare la riscoperta di opere, personaggi e storie rimasti ai margini della grande narrazione culturale ufficiale.

Nelle suggestive sale di Palazzo Cavallerini saranno presenti una serie di opere su tela realizzate con i media prediletti dall’artista: la penna bic e gli smalti.

Alcune di esse, come il manifesto del film di Carmelo Bene Hermitage, sono rivisitazioni di opere che Crudi ha già realizzato e affisso sui muri di Roma nell’ambito del progetto Cinema. Il suo particolarissimo stile si fonda sull’originale rielaborazione, da una parte, del linguaggio pittorico del costruttivismo e del suprematismo russo, dall’altra, della lezione della pop art romana.


Testo a cura di Giovanni Argan.


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00