COMENIO – Un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo / MUSEO DI ROMA a Palazzo Braschi 2 Ottobre – 15 Novembre 2020 / Prodotta e organizzata dal Centro Ceco Roma, dall’Ambasciata della Repubblica Ceca e dal Museo di Comenio di Uherský Brod. A cura di Petr Zemek, comeniologo del Museo di Comenio di Uherský Brod. Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Photo Courtesy of Zètema Progetto Cultura, Ufficio Stampa Ambasciata della Repubblica Ceca. Immagini e Video Anteprima Stampa 1 Ottobre 2020 ©Giornalista Indipendente. www.museodiroma.it

comenio 12

comenio 01

DSCN7503

La guerra dei Trent’Anni in Europa, la riforma e le lotte tra cattolici e protestanti, in un periodo tra i più distruttivi e portanti della storia e dei nostri giorni, il 1600, nasce e vive colui che ha individuato per primo nella sua totalità i principi elementari e fondamentali della conoscenza, dell’educazione, dell’istruzione, della pace e della convivenza naturale tra tutte le persone nel mondo, Jan Amos Komenský, Comenio. Permettere a tutti di conoscere è lo strumento pìu semplice per prevenire ogni conflitto, educazione uguale per le donne e per le persone portatori di handicap, un’umanità civile e spirituale, pensieri tra gli altri sempre nascosti dai vincitori nel labirinto della storia. La Mostra “Comenio – Un pensatore tra i labirinti dell’Europa del XVII secolo” al Museo di Roma è l’inizio per iniziare a conoscere e capire che l’equilibrio tra il bene e il male è a portata di ognuno, un piccolo paradiso espositivo, forte e di speranza nel labirinto più semplice dell’attualità che stiamo vivendo. “Bravery, Patience, Humanity, Justice, Morals, Reflection (Prudence), Diligence, Temperance, Generosity, Fare Well!” – Orbis Sensualium Pictus – Johannes Amos Comenius(m.g.)

COMENIO – Un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo / MUSEO DI ROMA a Palazzo Braschi 2 Ottobre – 15 Novembre 2020 / Prodotta e organizzata dal Centro Ceco Roma, dall’Ambasciata della Repubblica Ceca e dal Museo di Comenio di Uherský Brod. A cura di Petr Zemek, comeniologo del Museo di Comenio di Uherský Brod. Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Photo Courtesy of Zètema Progetto Cultura, Ufficio Stampa Ambasciata della Repubblica Ceca. Immagini e Video Anteprima Stampa 1 Ottobre 2020 ©Giornalista Indipendente. www.museodiroma.it

comenio 14


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA ZÈTEMA PROGETTO CULTURA / AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA CECA


50616237_2250023128599187_4176922134209101824_n

COMUNICATO STAMPA

Dal 2 ottobre al Museo di Roma la mostra

COMENIO – un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo

Fino al 15 novembre 2020 esposte quasi 60 opere, alcune per la prima volta, di Comenio, filosofo e maggior pedagogista europeo del Seicento,

in occasione del 350° anniversario della sua scomparsa

Roma, 1 ottobre 2020 – In occasione della ricorrenza del 350° anniversario della sua scomparsa, si apre per la prima volta in Italia, dal 2 ottobre al 15 novembre al Museo di Roma a Palazzo Braschi, una mostra dedicata a Giovanni Amos COMENIO (1592-1670), filosofo e pedagogista ceco. L’esposizione, dal titolo COMENIO – un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo, esplora l´eredità del pensiero di Comenio, ancora oggi di straordinaria attualità, e ripercorre le ragioni per cui è considerato il precursore della pedagogia moderna e contemporanea.

La mostra, promossa dal Ministro della Cultura della Repubblica Ceca, S.E. L. Zaorálek e da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è prodotta e organizzata dal Centro Ceco Roma, dall’Ambasciata della Repubblica Ceca, e dal Museo di Comenio di Uherský Brod (Rep. Ceca). A cura di Petr Zemek, comeniologo del Museo di Comenio di Uherský Brod. Servizi museali Zètema Progetto Cultura.

L’esposizione illustra la figura di Comenio nel suo contesto storico attraverso una selezione di circa 60 opere, tra cui scritti, stampe, opere editoriali, mappe e proiezioni audiovisive, contenenti le sue tesi più rilevanti sull’umanità e sul sapere. L’esperienza personale di persecuzione, esilio e guerra indusse Comenio a riflettere sulla futilità dell’azione umana, che lo portò a paragonare il mondo a un grande e caotico labirinto, in cui l’uomo cerca la luce. Comenio sosteneva che il miglioramento dell’umanità e la rinascita di una società fondata sulla pace, si potevano raggiungere attraverso la diffusione universale del sapere.

Nel campo educativo introdusse la pratica di un’educazione naturale con un percorso educativo graduale: nella sua visione “tutta la vita è scuola” e il bambino impara meglio divertendosi. I principi pedagogici di Comenio restano ancora molto attuali e nel contesto europeo può essere considerato il primo pedagogista della storia dell’educazione moderna.

Nell’ambito della mostra è prevista anche una conferenza sul recente dibattito – all’interno della più ampia rete di comunicazione degli studiosi europei – riguardante i progetti educativi di Comenio, la sua pansofia e i suoi piani universalistici per il miglioramento degli “affari umani”. La conferenza, che si terrà il 19 ottobrea Palazzo Braschi, è organizzata in collaborazione con l’Università Carolina di Praga e Sapienza Università di Roma.

Mostra in ospitalità

 

 

Dove

 

                      

 

 

 

 

COMENIO – un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo

Museo di Roma – Palazzo Braschi (Sale Piano Terra)

 

Quando

2 ottobre – 15 novembre 2020

Presentazione alla stampa

 

 

Orari                                          

 

 

 

 

Biglietteria                               

 

1 ottobre ore 12.00

Dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00.

La biglietteria chiude alle ore 18. 24 e 31 Dicembre 10.00-14.00

Giorni di chiusura: Lunedì, 1 maggio, 25 dicembre.

L’accesso alla Mostra sarà gratuito e consentito ai detentori del biglietto di accesso al Museo di Roma, ai detentori del biglietto per l’esposizione “Per gioco. La collezione di giocattoli di Roma Capitale” già in corso al Museo di Roma (sia tipologia biglietto “solo mostra” sia tipologia biglietto “integrato” Museo di Roma + mostra “Per gioco. La collezione di giocattoli di Roma Capitale”) e ai detentori della Mic Card, secondo la corrente tariffazione.

 

Biglietto ordinario in assenza di mostre

–          Intero € 9,50; Ridotto € 7,50

Per i cittadini residenti nel territorio del Comune di Roma (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza):

Intero € 8,50; Ridotto € 6,50

 

Biglietto solo Mostra “Per gioco. La collezione di giocattoli di Roma Capitale”

–          € 7,00 biglietto intero;

–          € 5,00 biglietto ridotto.

Biglietto “cumulativo” Museo di Roma +  Mostra Per gioco. La collezione di giocattoli di Roma Capitale”

–          € 12,00 biglietto “cumulativo” intero per i residenti a Roma non possessori della “MIC Card”; 

–          € 8,00 biglietto “cumulativo” ridotto per i residenti a Roma non possessori della “MIC Card”;

–          € 13,00 biglietto “cumulativo” intero per i non residenti a Roma;

–          € 9,00 biglietto “cumulativo” ridotto per i non residenti a Roma;

–          € 4,00 biglietto “solo Mostra” speciale scuola ad alunno (ingresso gratuito ad un docente accompagnatore ogni 10 alunni);

–          € 22,00 biglietto “solo Mostra” speciale Famiglie (2 adulti più figli al di sotto dei 18 anni);

Ingresso con biglietto gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente.

Ingresso con biglietto gratuito al solo Museo di Roma per i possessori della “MIC Card”, i quali potranno, invece, accedere alla Mostra con l’acquisto del biglietto “solo Mostra” ridotto secondo la tariffazione sopra indicata

 

Promotori

 

 

 

A cura di

 

 

Servizi Museali

 

 

Info mostra

 

 

 

Per entrare al museo

 

 

 

 

 

Nel museo

 

 

 

 

 

      

Roma Capitale –  Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Ministero della Cultura della Repubblica Ceca

Petr Zemek

 

Zètema Progetto Cultura

060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)

www.museodiroma.it; www.museiincomune.it; www.zetema.it

Attesa del proprio turno a distanza di sicurezza (almeno 1 mt). Misurazione temperatura con termoscanner (non è possibile accedere con temperatura uguale o superiore a 37.5). Esibire il biglietto digitale o la stampa cartacea del print@Home senza passare dalla biglietteria.

E’ obbligatorio l’uso della mascherina. Vietati gli assembramenti. Distanza di sicurezza (almeno 1 mt), ad eccezione delle famiglie. E’ disponibile il gel per mani/guanti. Ingresso ai wc contingentato. Si prega di seguire la segnaletica.


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00