OPINIONE E CRITICA – Sport – Politica – The Disappearance of Jamal Khashoggi di Chris McGrath (Australia), Victims of an Alleged Gas Attack Receive Treatment in Eastern Ghouta di Mohammed Badra (Syria) – Crying for Freedom di Forough Alaei (Iran) – World Press Photo 2019 Courtesy of Ufficio Stampa WPP. Ad Diriyah E-Prix Photo Courtesy of Abb Formula E Media and Communications. Supercoppa Italiana Riyadh 2019 Photo Courtesy of Official Instagram Serie A.

001_Mohammed Badra_European Pressphoto Agency_Online

AUTO - FORMULA E RIYAD  2019

SportsWashing, pulire attraverso lo sport, ossia l’utilizzo recente delle manifestazioni sportive per impedire alle persone di provare emozioni tali da poter chiedere cambiamenti su argomenti come i diritti umani, privazioni di libertà personali, torture e uccisioni quotidiane. Strumenti utilizzati da sempre nella storia da dittature, regimi imperialistici e  sistemi democratici per nascondere o deviare le attenzioni sui loro sviluppi. Le attuali capacità della tecnologia e della diffusione universale del libero pensiero in gran parte del mondo possono però oggi essere utilizzati come naturali alleati di una politica di visibilità anche in libertà ed idee contrapposte. (m.g.) 

OPINIONE E CRITICA – Sport – Politica – The Disappearance of Jamal Khashoggi di Chris McGrath (Australia), Victims of an Alleged Gas Attack Receive Treatment in Eastern Ghouta di Mohammed Badra (Syria) – World Press Photo of the Year 2019 Courtesy of Ufficio Stampa WPP. Ad Diriyah E-Prix Photo Courtesy of Abb Formula E Media and Communications. Supercoppa Italiana Riyadh 2019 Photo Courtesy of Official Instagram Serie A.

121_Forough Alaei_Online

76968571_497975904486199_577996976543762393_n_002


CARTELLA STAMPA WORLD PRESS PHOTO


The Disappearance of Jamal Khashoggi, Chris McGrath, Getty Images, Australia

“E’ una storia che parla di cosa vuol dire essere giornalisti e dei pericoli che si corrono” afferma l’autore McGrath. Si tratta di una fotografia insolita che ritrae una folla di giornalisti e fotografi alla ricerca di informazioni in merito alla scomparsa del giornalista saudita Jamal Khashoggi. Il 2 ottobre 2018, Khashoggi, redattore del The Washington Post, entrò nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul per ottenere documenti relativi al suo divorzio. Questi documenti gli avrebbero permesso di sposare la sua fidanzata, Hatice Cengiz, una cittadina turca che lo aspettava fuori dall’edificio. Jamal non lasciò mai il consolato e fu successivamente dichiarato persona scomparsa. Da quel giorno le informazioni sulla sua presunta morte furono le più disparate ma nessuna di queste dimostrava un fondamento veritiero. Non era stato rinvenuto il corpo e le notizie false sembravano diffuse più che altro per giochi di potere: il governo turco cercava di insabbiare la notizia mentre quello saudita negava la morte di Khashoggi; soltanto settimane dopo quest’ultimo ha finalmente ammesso l’omicidio del giornalista.

La fotografia mostra un membro della delegazione saudita che trattiene la folla di giornalisti accorsi sul posto ed assume un forte significato simbolico come testimonianza dell’occultamento di notizie. Emerge inoltre un altro importante messaggio di denuncia contro un paese, quello turco, in cui la libertà di stampa non è garantita, ma che permette ai suoi giornalisti una alquanto contraddittoria libertà di manipolazione delle notizie per paura di una cattiva pubblicità a livello mondiale.

 


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00