TULIPANI –  Amore, onore e una bicicletta di MIKE VAN DIEM con Ksenia Solo, Gijs Naber, Giancarlo Giannini, Giorgio Pasotti, Donatella Finocchiaro, Lidia Vitale e Michele Venitucci. Dal 20 Giugno 2019 al Cinema. Prodotto da Claudio Bucci, Draka, Stemo, Fatt Production. Immagini e Video Courtesy of Ufficio Stampa Factory4 Pr. 

LR - TULIPANI - Anneke Sluiter and Donatella Finocchiaro on market A025C001

TULIPANI - director Mike van Diem and Police Inspector Giancarlo Giannini 9127

Tulipani_PosterUfficiale2019_lr

L’istinto di sopravvivenza di Gauke ed una corsa disperata in bicicletta dall’Olanda alla Puglia. La vecchia scuola Oscar di Mike Van Diem non si scalfisce ma si impreziosisce di un’anima più beata e poetica che nell’atteso Tulipani si unisce perfettamente alla maestria della attorialità italiana. Donatella Finocchiaro e Giancarlo Giannini tessono e guidano un cast che con Gijs Naber, Ksenia Solo, Giancarlo Pasotti, Michele Venitucci e Lidia Vitale media internazionalità e personalità. (m.g.) 

TULIPANI –  Amore, onore e una bicicletta di MIKE VAN DIEM con Ksenia Solo, Gijs Naber, Giancarlo Giannini, Giorgio Pasotti, Donatella Finocchiaro, Lidia Vitale e Michele Venitucci. Dal 20 Giugno 2019 al Cinema. Prodotto da Claudio Bucci, Draka, Stemo, Fatt Production. Immagini e Video Courtesy of Ufficio Stampa Factory4 Pr. 

 

 

 

 


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA FACTORY4 PR


Tulipani_PosterUfficiale2019_lr


“Tulipani – Amore, onore e una bicicletta” 
del regista premio Oscar Mike Van Diem con Ksenia Solo, Gijs Naber, Giancarlo Giannini, Giorgio Pasotti, Donatella Finocchiaro, Lidia Vitale e Michele Venitucci

 

SINOSSI

Gauke (Gijs Naber), un contadino olandese, dopo aver perso la fattoria durante l’alluvione del 1953 è determinato a cambiare vita e sceglie una terra dove non avere più le calze bagnate. In sella alla vecchia bicicletta di suo padre raggiunge il caldo sole della Puglia, dove decide di stabilirsi, avviando un favoloso commercio di tulipani. Appassionato ed onesto, non disposto ai compromessi legati alle ambigue egemonie della mafia locale,  desideroso di offrire alla donna che ama una vita semplice ma serena, Gauke finirà per diventare l’eroe del villaggio, per poi scomparire improvvisamente. Trent’anni dopo, una giovane ragazza canadese (Ksenia Solo) arriva in Puglia per spargere le ceneri della madre e scoprirà questa vecchia storia, legata alle sue origini. Un ispettore di polizia italiano (Giancarlo Giannini) tenterà di conoscerne i retroscena, faticando a credere al racconto colorito della simpatica Immacolata (Lidia Vitale) vecchia amica di Gauke e testimone delle intricate vicende che avvicinarono l’olandese al fabbro Piero (Giorgio Pasotti) e a sua moglie Chiara (Donatella Finocchiaro), in uno scenario dove il sogno e la realtà, l’ironia e l’amarezza, si mescolano continuamente.

 


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


 

Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00