I-DEA Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulation. 8 Giugno – 15 Settembre 2019 – Cava Paradiso. LA CORSA DEI POVERI CRISTI Conferenza Stampa di Presentazione 13 Giugno 2019. CENA D’ESTATE 22 Giugno 2019 Montescaglioso (MT). Photo di Pierangelo Laterza, Video Mostra, Interviste Forma Fantasma e Rossella Tarantino, Video presentazione La Corsa dei Poveri Cristi Courtesy of Ufficio Stampa Fondazione Matera-Basilicata 2019. www.ideamatera.eu www.lacorsadeipovericristi.it www.matera-basilicata2019.it

225A4960

LaCorsadeipovericristi

Un archivio antropologico multimediale l’I-DEA nella rigenerata Cava Paradiso è tra i progetti più importanti per ricerca, collaborazione e innovazione del programma Matera-Basilicata 2019. Un allestimento ideato dall’Open Design School con le immagini di  Studio Formafantasma che può dividere o ispirare. Ognuno ha la sua croce e se pur non sia necessario correre per appesantire l’andatura, il progetto è stato tra i più apprezzati dagli utenti tra le iniziative di Matera Capitale della Cultura 2019, attesi nella conferenza stampa di presentazione dettagli e criteri di partecipazione. Le buone maniere da una dimensione dimenticata in una Cena d’Estate il 22 Giugno per 200 persone apparecchiate dall’Associazione Culturale Altra Dimensione a Montescaglioso, ognuno porta il suo. (m.g.)

I-DEA Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulation. 8 Giugno – 15 Settembre 2019 – Cava Paradiso. LA CORSA DEI POVERI CRISTI Conferenza Stampa di Presentazione 13 Giugno 2019. CENA D’ESTATE 22 Giugno 2019 Montescaglioso (MT). Photo di Pierangelo Laterza, Video Mostra, Interviste Forma Fantasma e Rossella Tarantino, Video presentazione La Corsa dei Poveri Cristi Courtesy of Ufficio Stampa Fondazione Matera-Basilicata 2019. www.ideamatera.eu www.lacorsadeipovericristi.it www.matera-basilicata2019.it

225A4871

IDEA_Formafantasma_PLaterza_011_ALTA
Visione Unica – Formafantasma / Matera / I-DEA / photo © Pierangelo Laterza / Matera / I-DEA / photo © Pierangelo Laterza

manifesto3


COMUNICATI STAMPA UFFICIO STAMPA FONDAZIONE MATERA-BASILICATA 2019


Matera2019-newsletter-logo-testata


Matera2019: I-DEA: le immagini di Visione Unica a cura di Studio Formafantasma

Ha inaugurato l’8 giugno 2019 Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulation.

Fino al 15 settembre 2019

Fin dal dossier di candidatura abbiamo dichiarato il desiderio di allargare i confini della città andando oltre la Gravina e valorizzando le Cave posizionate lungo la via Appia, con l’obiettivo di ricucire lo strappo tra la città e il suo “lato selvaggio”. Grazie al progetto idea, Cava Paradiso, con la rivitalizzazione del suo hangar industriale che ospita le cinque mostre, si configura come una nuova polarità della contemporaneità per Matera, oltre che un luogo di straordinaria bellezza e suggestione, ha commentato Rossella Tarantino, Manager Sviluppo e relazioni della Fondazione Matera 2019.

 

Abbiamo voluto mettere il progetto I-DEA al centro del programma culturale proprio per riconoscere l’importanza della storia all’interno del contemporaneo e abbiamo scelto di fare questo lasciando alle spalle tutte quelle che sono le prassi affermate di rappresentazione degli archivi. Ci siamo assunti un rischio e ci siamo spostati su un versante completamente opposto dando una serie di interpretazioni soggettive, sia ravvicinate che a distanza. Speriamo che da questa lettura degli archivi e attraverso le cinque mostre del progetto I-DEA possa essere evidente che la cultura di oggi non è una cosa separata dal passato. Attraverso il ciclo di cinque mostre, cercheremo di dare una visione totale e trasversale della straordinaria ricchezza degli archivi della Basilicata, spiega Joseph Grima, curatore del progetto I-DEA.

 

Gli archivi coinvolti nella mostra a cura di Studio Formafantasma sono: l’Archivio Centrale dello Stato, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione Agricola (ALSIA), l’Agenzia Spaziale Italiana, Centro di Geodesia Spaziale Giuseppe Colombo, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, gli Archivi di Etnomusicologia, l’Archivio di Stato Matera, l’Archivio Privato Enzo Viti, l’Associazione al Parco Onlus Satriano, la Biblioteca Digitale Italiana, la Cineteca di Bologna, il Consorzio di Bonifica della Basilicata, l’Ethnomusicology and Visual Anthropology Lab (LEAV), l’Etnomediateca del Laboratorio Etnoantropologico, DiCEM, Università degli Studi della Basilicata, l’Eumetsat, la Fondazione Adriano Olivetti, la Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD), Google Earth, Infrastruttura Regionale di Dati Spaziali della Regione Basilicata, il Consorzio di Bonifica della Basilicata, Matera, la Parrocchia di Sant’Antonio Acerenza, Matera Sotterranea, la Proloco di Aliano, la Proloco Rionero in Vulture, la Proloco di Teana, la Proloco di Tricarico, Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali, Titanus Film.

I-Dea e Open Design School e sono i due progetti pilastro di Matera Capitale Europea della cultura 2019 a cura di Joseph Grima, sotto la supervisione di Rossella Tarantino, Manager Sviluppo e relazioni della Fondazione, e con il project management di Rita Orlando. Chiara Siravo è curatrice associata del progetto I-DEA. L’allestimento è stato realizzato da Open Design School.

 

I-DEA

Visione Unica: Cultures of Environmental Manipulation

A cura di Studio Formafantasma

 

Fino al 15 settembre 2019

 

Cava Paradiso – Contrada La Palomba

SS7 Matera, 75100

Accesso tramite Passaporto Matera 2019, acquistabile anche presso Cava Paradiso

www.ideamatera.eu

www.matera-basilicata2019.it


MateraEvents-post_facebook_1200x630px


NDR. 13 Giugno 2019

LA CORSA DEI POVERI CRISTI

Ognuno ha la sua croce, ma è pur sempre necessario correre!

MATERA – DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019

 

Matera, 13 giugno 2019

 

Correre insieme per esorcizzare i drammi quotidiani, senza distinzione di genere, razza, religione, conto corrente: d’altronde – non ci nascondiamo! – poveri cristi lo siamo un po’ tutti. Arriva a Matera la prima edizione de “La Corsa dei Poveri Cristi”, evento podistico (non agonistico) in cui ogni partecipante corre portando con sé una croce: la sua, personale, croce.

Simbolica la data, come simbolico è il valore della partecipazione: l’iniziativa si svolgerà a Matera domenica 17 novembre 2019 – data in cui, da oggi, si celebra informalmente la giornata mondiale dei poveri cristi – ed è destinata a tutti, uomini e donne, poveri cristi e povere criste che non temono la stigmatizzazione.

Nato nel 2018 all’interno della Communityonline della Fondazione Matera-Basilicata 2019e divenuto ben presto il più popolare tra gli utenti, il progetto rientra dallo scorso marzo nel programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, come Progetto di Comunità. Partecipazione e solidarietà reciproca sono le parole chiave di un’idea nata dal basso con la volontà di ironizzare sulle piccole disgrazie di ogni giorno dando vita e forma, per la prima vera volta, alla comunità dei poveri cristi di tutto il mondo.

L’evento prevede una sessione di corsa urbana, lungo i quartieri Sassi e il piano del centro storico e una sessione extra-urbana che interesserà il prospicente altopiano murgico: un totale di 4 chilometri di corsache culmineranno per l’ora del tramonto sul belvedere di Murgia Timone, ben visibile anche dal piano e dal centro storico. Aperta alla più ampia gamma di (in)capacità atletiche, la corsa non prevede alcun costo di iscrizione e sarà limitata, per questa prima edizione, a soli cinquanta partecipanti, selezionati da una giuria qualificata in base alle proprie croci alla propria personale motivazione.

I candidati possono fare domanda di iscrizione compilando il form presente sul sito web ufficiale dell’evento, www.lacorsadeipovericristi.it. Sulla stessa piattaforma sono disponibili tutte le informazioni per contribuire alla realizzazione dell’evento, offrendo il proprio tempo, la propria professionalità o un aiuto di qualsiasi altro genere. Nelle prossime settimane, sul sito e sui canali social ufficiali, saranno inoltre rese note le modalità di sostegno economico all’iniziativa.

«Crediamo davvero che ognuno di noi abbia la propria croce e, per un giorno, invece di trascinarla e nasconderla, vogliamo esporla e correre insieme per sentirci più leggeri, per sentirci meno soli, per esorcizzare insieme le nostre disgrazie»,è il commento di Luca Acito, ideatore e organizzatore della Corsa, che prosegue «A chiunque si senta come noi, in fondo, un povero cristo, chiediamo di aiutarci offrendo la propria collaborazione o il proprio sostegno economico: insieme, daremo vita alla prima edizione di un evento che vorremmo, nel tempo, diventasse un appuntamento fisso per i poveri cristi di tutto il mondo». 

 «L’iniziativa – afferma Anna Calise, referente dei progetti di comunità – è stata selezionata nell’ambito del bando dei progetti di comunità voluto dalla Fondazione per coinvolgere i cittadini nella realizzazione di una serie di idee. Fino ad oggi, nell’ambito dei progetti di comunità sono state finanziate, per un importo massimo di 3 mila euro ciascuno, 18 progetti. Il bando può arrivare a finanziarne circa 60. In corso di realizzazione ce ne sono 7 che stanno vedendo il coinvolgimento di circa 2.500 cittadini in tutta la Basilicata. L’idea di fondo dei progetti di comunità è quella di dare la possibilità di aiutare i cittadini a realizzare le loro idee partendo da un ampio coinvolgimento della comunità”.


LA CORSA DEI POVERI CRISTI

Ognuno ha la sua croce, ma è pur sempre necessario correre!

 

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

Giovedì 13 giugno ore 10.30

Sede Fondazione Matera-Basilicata 2019, Ex Convento di Santa Lucia, Via La Vista n.1 (Matera)

Correre insieme per esorcizzare i drammi quotidiani, senza distinzione di genere, razza, religione, conto corrente: d’altronde – non ci nascondiamo! – poveri cristi lo siamo un po’ tutti. Arriva a Matera la prima edizione de “La Corsa dei Poveri Cristi”, evento podistico (non agonistico) in cui ogni partecipante corre portando con sé una croce: la sua, personale, croce.

Nato nel 2018 all’interno della Community online della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e divenuto ben presto il più popolare tra gli utenti, il progetto rientra dallo scorso marzo nel programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, come Progetto di Comunità. Partecipazione e solidarietà reciproca sono le parole chiave di un’idea nata dal basso, con la volontà di ironizzare sulle piccole disgrazie di ogni giorno dando vita e forma, per la prima vera volta, alla comunità dei poveri cristi di tutto il mondo.

 

Tutti i dettagli sull’evento e sulle modalità di partecipazione e di supporto saranno resi noti in occasione di una conferenza stampa che si terrà giovedì 13 giugnoalle 10.30nella Sede della Fondazione Matera-Basilicata 2019 presso l’Ex Convento di Santa Lucia(Via La Vista n. 1, Matera). All’incontro prenderanno parte Anna Calise, Responsabile dei Progetti di Comunità della Fondazione e Luca Acito, ideatore dell’iniziativa, in rappresentanza di tutti i poveri cristi del mondo.


COMUNICATO STAMPA – CENA D’ESTATE

 

La “Cena d’estate” è un Progetto di Comunità Matera Capitale Europea della Cultura 2019 che avrà luogo nella città di Montescaglioso, in provincia di Matera, il 22 Giugno 2019 proposto dall’Ass. Culturale “Altra Dimensione” in collaborazione con la Fondazione Matera-Basilicata2019. Questa cena di comunità è stata pensata per creare un momento di convivialità partecipata per chiunque abbia voglia di condividere la propria cena con il suo vicino di posto in una tavolata compartita da circa 200 persone.

 

PARTECIPAZIONE E COINVOLGIMENTO

La Cena d’Estate si svolgerà a partire dalle 19:00 fino a mezzanotte inoltrata, presso Viale Kennedy a Montescaglioso (MT).

La partecipazione è gratuita, basta prenotare il posto (o tavolo in caso di gruppi), consegnando all’Associazione una tovaglia per confermare la prenotazione, presentarsi il giorno dell’evento con un piatto preparato in casa (e non) da condividere con i commensali.

 

ETICA

I commensali portano il cibo, Altra Dimensione apparecchia la tavola. Per questa occasione, infatti l’Associazione ha pensato di mettere a disposizione tavoli, sedie e non solo. Ad ogni partecipante verrà distribuito un set con posate, piatti e un bicchiere, tutti biodegradabili. Da anni Altra Dimensione lavora con un’etica ecologica e anti-plastica, al fine di trasmettere al suo pubblico un senso civico che guarda all’ambiente con rispetto.

 

L’evento è nato dai valori di condivisione ed apertura su cui si fonda l’Ass. Culturale “Altra Dimensione”, che vuole essere un portale attraverso il quale si possano vivere esperienze culturali accessibili a tutti senza discriminazioni alcune, puntando fortemente all’identità comunitaria della città in cui porta avanti le sue attività.

 

 


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00