APOLLO SOUNDTRACK MATERA2019 / 18 Luglio 2019 Cava del Sole di Matera / ICEBREAKER, ROGER ENO, B. J. COLE, GYDA VALTYSDOTTIR. Conferenza Stampa di Presentazione Casa del Jazz di Roma 27 Maggio 2019. Paolo Verri Direttore Generale Fondazione Matera-Basilicata 2019, Raffaella Lugnini Chief Stakeholder Officer Leonardo, James Poke Musicista e Direttore degli Icebreaker, B. J. Cole Stell Guitar Player, in collegamento telefonico Roger Eno Musicista e Compositore. Immagini e VideoIntervista James Poke © Giornalista Indipendente. Photo Courtesy of Ufficio Stampa Matera-Basilicata 2019.

locandina evento

matera

IMG_5591

DSCN1016

MLRO è il raggio laser che dal Centro Spaziale Geodesia di Matera raggiunge ogni giorno il suolo lunare, scienza fisica e delle distanze, elementi scientifici e culturali che sono alla base della storica musica ambient rock di Brian Eno e Apollo Soundtrack e di Matera2019 Capitale Europea della Cultura. La colonna sonora del documentario candidato all’Oscar nel 1989 For All Mainkind verrà realizzata come performance multimediale live dagli Icebreaker e da Roger Eno, fratello di Brian, con la straordinaria partecipazione di B.J. Cole e la sua pedal steel guitar e della violoncellista islandese Gyda Valtysdottir, il 18 Luglio alla Cava del Sole di Matera, senza escludere altre presenze a sorpresa. Storia della musica britannica e mondiale che incontra la ricerca di recupero, archiviazione e rigenerazione del territorio e dell’individuo di Matera 2019, la Citta dei Sassi che non vuole e non deve più vergognarsi, in cui il passato, 10000 anni di vita, è archiviato e culturalmente rinnovato, cercando nuove visioni quotidianamente anche sulla Luna, cercando vita da dove è sempre stata. (m.g.)

APOLLO SOUNDTRACK MATERA2019 / 18 Luglio 2019 Cava del Sole di Matera / ICEBREAKER, ROGER ENO, B. J. COLE, GYDA VALTYSDOTTIR. Conferenza Stampa di Presentazione Casa del Jazz di Roma 27 Maggio 2019. Paolo Verri Direttore Generale Fondazione Matera-Basilicata 2019, Raffaella Lugnini Chief Stakeholder Officer Leonardo, James Poke Musicista e Direttore degli Icebreaker, B. J. Cole Stell Guitar Player, in collegamento telefonico Roger Eno Musicista e Compositore. Immagini e VideoIntervista James Poke © Giornalista Indipendente. Photo Courtesy of Ufficio Stampa Matera-Basilicata 2019.

IcebreakerLogo

BJ Cole colour

DSCN1046


COMUNICATO STAMPA UFFICIO STAMPA MATERA-BASILICATA 2019


locandina evento


Con Apollo Soundtrack Matera2019 celebra i 50 anni dell’uomo sulla Luna

 

Una performance multimediale con gli Icebreaker, musiche di Brian Eno, Roger Eno e Daniel Lanois e immagini esclusive riprese dallo spazio.

 

Musica a gravità zero, post moderna, con note elettroniche e d’ambiente, sarà al centro della performance multimediale Apollo Soundtrack, per celebrare a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna, con la missione Apollo 11.  L’iniziativa nasce da un progetto della Fondazione Matera Basilicata 2019, sostenuta da Leonardo, azienda leader a livello mondiale nel settore dell’Alta Tecnologia, protagonista con le proprie tecnologie di alcune delle più importanti missioni spaziali degli ultimi anni e presente a Matera nel Centro Spaziale.

 

Con musiche composte da Brian Eno (http://www.icebreaker.org.uk/composers/brian-eno/), Roger Eno e Daniel Lanois, eseguite dagli Icebreaker (http://www.icebreaker.org.uk/about/), band britannica di 12 musicisti, Apollo Soundtrack sarà per la prima volta eseguita fuori dal Regno Unito. La performance dedicata alla missione lunare, rappresentata nello scenario di Cava del Sole a Matera il prossimo 18 luglio, con Roger Eno, B.J Cole e la violoncellista islandese, Gyda Valtysdottir, è stata presentata in una conferenza stampa questa mattina a Roma presso la Casa del Jazz.

 

“L’idea originaria alla base di Apollo Soundrack – ha raccontato James Poke, musicista e direttore degli Icebreaker (http://www.icebreaker.org.uk/members/james-poke/) –   è nata negli anni Ottanta, quando Brian Eno aveva immaginato di dedicare allo sbarco sulla luna un vero e proprio documentario. Successivamente il concept è stato trasformato, decidendo di creare una performance dal vivo. La musica, già raccolta nell’album Apollo da Brian e Roger Eno insieme con Daniel Lanois, è stata poi riarrangiata dal musicista sud coreano Woojun Lee, dando vita a due diverse performance, cui ha preso parte, come special guest, uno dei più grandi musicisti al mondo di pedal steel guitar, BJ Cole.  Nel 2019, con l’anniversario del primo sbarco sulla luna, è per noi un piacere immenso essere stati chiamati a Matera per dare il nostro contributo alle varie manifestazioni della Capitale Europea della Cultura, con due performance speciali che avranno la loro ambientazione in un luogo la cui bellezza e unicità mozzano il fiato. Il lavoro viene presentato in una versione nuova, perché abbiamo il grande piacere e privilegio di avere tra i performer proprio uno dei compositori originali dell’opera, ovvero Roger Eno, che si esibirà in questa performance per la prima volta”.

 

“Per me – ha sottolineato il musicista BJ Cole (http://www.bjcole.co.uk/) – è un grande onore avere ricevuto la proposta di partecipare alla prima performance di Apollo insieme agli Icebreaker come special guest in questa che è sicuramente una prima europea. Il motivo per cui lo strumento di cui sono specialista, ovvero la pedal steel guitar, è stato incorporato in questo pezzo, è quello di cercare di contribuire a preparare la scena. È infatti un riferimento aperto e dichiarato al retroterra culturale degli astronauti, molti dei quali venivano dal Texas o erano stati formati al centro della Nasa. Quello che ho cercato di fare è stato liberare questo strumento dalla musica americana, dal modo americano di suonarlo, nel senso espanderne le possibilità. Quando ho ascoltato Daniel Lanois, cui era assegnata la parte per pedal steel guitar nell’Apollo Music di Brian Eno, mi si è aperta una finestra nuova. Ho cominciato a intravedere un modo nuovo per suonare il mio strumento. A tanti anni di distanza, durante i quali ho introdotto lo strumento in diversi generi musicali, posso dire che non avrei mai potuto fare questa contaminazione se non ci fosse stato Apollo Soundtrack”.

 

In collegamento telefonico anche il musicista e compositore Roger Eno (http://www.rogereno.com/), che si è detto entusiasta di esibirsi a Matera nel suo anno da Capitale Europea della Cultura.

 


Questo articolo è il frutto del lavoro dell’autore. Se vuoi aiutarlo contribuendo al mantenimento della Testata Giornalistica e alla diffusione dei suoi contenuti, fai una donazione tramite PayPal. Grazie!


Donazione libera di sostegno alla Testata Giornalistica GIORNALISTA INDIPENDENTE

GIORNALISTA INDIPENDENTE – Riproduzione Riservata – Testata Giornalistica Telematica Quotidiana N.168 del 20.10.2017. Direttore Responsabile MANUEL GIULIANO.

€1,00