Inaugurazione PRESEPE PINELLIANO, PRESEPE CAMPIDOGLIO LABORATORIO SCENOGRAFIA TEATRO DELL’OPERA FABBRICA YAP. Sindaca di Roma Virginia Raggi, Sovrintendente Capitolino Beni Culturali Claudio Parisi Pericce, Direttore Laboratorio Scenografia Teatro dell’Opera di Roma Maurizio Varamo. Photo Giornalista Indipendente 21.12.2017.

Quando si svolge un lavoro di servizio, per i cittadini, in un momento in cui agli stessi non interessa, nella migliore delle ipotesi, mantenere una sufficiente coerenza e costanza nelle proprie idee è il necessario equilibrio per andare avanti. Caratteristiche che la Giunta Comunale Cinque Stelle guidata dalla Sindaca Virginia Raggi continua a mantenere a Roma, nonostante una parte d’indifferenza cittadina e una Opposizione che vivendo ancora un passaggio non condiviso generazionale, prova a deviare su futili scenografie. Le Feste presentano una Roma allestita con attento rispetto architettonico, ambientale e con pochi costi a carico. L’arte e il patrimonio culturale della capitale sono in armonia e non ingombrati dagli addobbi e dai simboli delle Festività. Le più ristrette misure di sicurezza hanno posticipato l’inizio della Festa della Befana a Piazza Navona, l’accesso alla piazza, sarà limitato e controllato. Per Natale e Capodanno, oltre ai già numerosi eventi ospitati nella capitale, la Festa di Roma e il Natale nei Musei, saranno i regali di servizio che Roma offrirà ai suoi cittadini. (m.g.)  

 

COMUNICATI STAMPA UFFICIO STAMPA COMUNE DI ROMA

 

AGENDA SINDACA VIRGINIA RAGGI 25 DICEMBRE

Ore 13.00 – La sindaca di Roma Virginia Raggi partecipa al pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio (Basilica di Santa Maria in Trastevere, Piazza di Santa Maria in Trastevere)

AGENDA SINDACA VIRGINIA RAGGI 24 DICEMBRE

Ore 16.45 – La sindaca di Roma Virginia Raggi partecipa alla Santa Messa in occasione del Natale (Ostello Caritas di Roma Termini, Via Marsala 109)

 

ASSEMBLEA CAPITOLINA 21-22-23 Dicembre.

AC_21_22e23122017

 

COMUNICATO STAMPA

 

Bilancio: Gruppo M5s, manovra di 10 milioni per il territorio

 

Roma, 21 dicembre 2017 – Una manovra al bilancio di previsione 2018-2020 in cui si stanziano circa 10 milioni di euro per finanziare opere e interventi di manutenzione importanti per la città e per i singoli territori. È quella presentata dal gruppo M5s di Roma Capitale che porta in Aula Giulio Cesare 34 emendamenti.

Il bilancio dell’amministrazione Raggi risponde alle esigenze di Roma e dei singoli Municipi. Siamo felici della collaborazione tra i consiglieri e la Giunta che vogliamo sinceramente ringraziare.  Quella presentata dal M5s è finalmente una vera manovra che grazie a risorse che derivano da permessi di costruire, alienazioni di beni materiali e condoni, ci consente di finanziare opere vere e necessarie che la Capitale aspettava da anni. Non ha nulla a che vedere con le manovrine nate dagli accordi sottobanco dei vecchi partiti che servivano a distribuire mance elettorali e a finanziare feste di quartiere degli allora consiglieri. Il M5s dimostra ancora una volta di mettere l’interesse dei cittadini al primo posto perché questi soldi saranno destinati alle opere tramite bandi pubblici.  Altri otto milioni circa, destinati all’acquisto di nuovi autobus, sono confluiti in un emendamento di giunta” dichiara Paolo Ferrara, capogruppo M5s in Campidoglio.

Tra gli interventi principali in programma vi sono la ristrutturazione del Teatro di posa dell’ex istituto Luce nel VII Municipio, la realizzazione del nuovo Skate Park nel parco Ferrero di piazza Gasparri a Ostia, l’ acquisto di panchine e stalli per biciclette, la manutenzione straordinaria di palestre e mercati, la fornitura di giochi e di attrezzature da giardino destinate alle aree verdi di asili nido e scuola dell’infanzia e interventi di sistemazione del verde pubblico.  E poi ancora la manutenzione straordinaria di alcuni asili, la ristrutturazione di piazzale Cristoforo Colombo dove c’è la fontana dello Zodiaco sul litorale romano e per le spiagge libere il ripristino di docce e di zone d’ombra.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Giunta approva emendamenti a progetto Bilancio previsione 2018-2020. Manovra su investimenti da oltre 55 milioni di euro

Interventi su strade, scuole, opere di urbanizzazione e bus. Ulteriori 13 milioni ai Municipi

 

Roma, 21 dicembre 2017 – La Giunta capitolina ha approvato due emendamenti alla proposta di Bilancio di previsione 2018-2020, attualmente in discussione in Assemblea Capitolina. I due provvedimenti prevedono una manovra complessiva sulla spesa in conto capitale, per gli investimenti in opere pubbliche, di oltre 55 milioni di euro.

 

Il primo emendamento introduce alcune modifiche anche agli stanziamenti di parte corrente accogliendo mere rimodulazioni dei budget di Dipartimenti o Municipi, ad eccezione di un incremento di 500 mila euro del contributo triennale alla Fondazione Teatro dell’Opera che viene finanziato con una riduzione dell’accantonamento per spese legali.

Quanto alle spese in conto capitale, vengono rimodulate  a “saldo zero” alcune opere previste nel Piano investimenti per i Municipi XIV e XV e altre nell’ambito del Dipartimento mobilità e trasporti per finanziare uno stanziamento di circa 15,7 milioni, nell’annualità 2019, per il tracciato e il deposito Graniti della Linea C della Metropolitana.

Nuove opere vengono invece previste nel 2018 grazie alla registrazione di ulteriori entrate, derivanti prevalentemente da fondi giubilari e oneri urbanistici a carico dei privati.

I principali interventi finanziati con fondi giubilari, per un totale di circa 20,5 milioni, riguardano: manutenzione straordinaria via Aurelia (4,4 mln), riqualificazione del giardino di piazza Vittorio (2,5 mln), restauro di Villa Caffarelli (1,9 mln), riqualificazione di via XXIV Maggio (1,2 mln), riqualificazione via del Mascherino, via del Corridoio e Borgo Sant’Angelo (1,2 mln), realizzazione del Boulevard dei bambini (1,1 mln), restauro aree verdi limitrofe al Colosseo (901 mila euro), messa in sicurezza della via Francigena nord (900 mila euro), integrazione intervento di riqualificazione di via IV Novembre (810 mila euro), integrazione fondi per Colle Oppio (600 mila euro), secondo tratto di via della Mercede (600 mila euro).

Ammontano invece a oltre 14 milioni di euro le entrate a scomputo degli oneri concessori di competenza del Dipartimento programmazione e attuazione urbanistica, vincolate alla realizzazione di opere di urbanizzazione già determinate.

 

Il secondo emendamento registra ulteriori entrate, prevalentemente derivanti da affrancazioni, contributi di costruzione e urbanizzazione, oneri da rilascio di condoni edilizi, per quasi 21 milioni di euro: circa 8 milioni sono destinati all’acquisto di nuovi autobus di linea mentre 12,9 milioni vanno ai Municipi, per investimenti su opere pubbliche come la riqualificazione delle scuole, la manutenzione stradale straordinaria e la cura del verde.

 

Bilancio. Di Biase(PD):”Entusiasmo Raggi fuori luogo, entrate ipotetiche premesse per flop e rifiuti a Parma ennesimo autogol”

“E’ del tutto fuori luogo Il trionfalismo e l’orgoglio ostentati dalla sindaca Raggi e dell’assessore Lemmetti  per aver votato nei termini un documento di programmazione che era già prassi con le amministrazioni di centrosinistra. Peraltro si tratta di un bilancio di previsione scarno basato in maggior parte su entrate presunte derivanti da contravvenzioni, condono e ipotetiche alienazioni. Entrate presunte  che dovrebbero sorreggere altrettanti impegni ipotizzati. Siamo al solito libro dei sogni. C’è poco da essere fieri per aver rispettato i termini di scadenza se poi si costruisce un documento previsionale debole e senza alcuna programmazione , un errore che ripete il flop del documento finanziario votato lo scorso anno che non ha avuto alcuna efficacia, anzi ha aggravato i problemi di: mobilità, manutenzione urbana, servizi sociali,  scuole, periferie, ambiente, emergenza rifiuti e valorizzazione del patrimonio.

C’è ancor meno da gioire per l’approvazione del bilancio nell’apprendere oggi che i rifiuti della Capitale a guida M5S finiranno negli impianti dell’Emilia-Romagna e in particolare nell’inceneritore  di Parma, tanto detestato dai 5 Stelle e dallo stesso sindaco Pizzarotti. Un autogol magistrale indice del fallimento delle politiche annunciate dalla sindaca Raggi che alimentano  solo disequilibri e cedimento nel sistema di smaltimento dei rifiuti della capitale. Strade invase dai rifiuti, impianti a rilento, pochi mezzi a svuotare i cassonetti (un bando di gara andato deserto) e lo stop della Toscana che non accoglierà più le 200 tonnellate quotidiane della capitale sono le premesse per una pericolosa nuova emergenza alle porte”.

Così in una nota la capogruppo del PD Michela Di Biase.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Natale, raccolta potenziata degli imballaggi in cartone per oltre 220 vie del centro storico

 

 

Roma, 21 dicembre 2017 – A Natale “Le strade del riciclo portano a Roma”. Roma Capitale, Ama e Comieco hanno dato il via a una campagna per sensibilizzare i commercianti sulle buone pratiche della raccolta differenziata della carta e del cartone. Per 4.500 utenze non domestiche (negozi di abbigliamento, bar, ecc.) di oltre 220 strade e piazze del Centro Storico, Ama ha potenziato la raccolta dei rifiuti di imballaggio in cartone, con giri di raccolta rafforzati e prelievi anche nei giorni festivi (Natale escluso).

 

Ai commercianti sono stati distribuiti una cartolina che spiega in 4 semplici gesti come differenziare correttamente i cartoni da imballaggio e biglietti di auguri da omaggiare ai propri clienti invitandoli a contribuire a un Natale eco-sostenibile. Già da questa settimana di dicembre, con una speciale iniziativa di comunicazione organizzata da Comieco, 4 Babbo Natale animeranno le vie dello shopping natalizio del Centro e coinvolgeranno i clienti e gli stessi commercianti consegnando gadget in cartone riciclato con i consigli anti spreco di Comieco per un Natale sostenibile.

 

Nel prossimo week-end i Babbo Natale saranno in via Barberini, via del Tritone, corso Vittorio, largo Argentina, piazza Venezia.

 

L’operazione rafforzata di ritiro dei cartoni riguarda un’area di 7 chilometri quadrati nella quale risiedono 60mila abitanti. Le “strade del riciclo” sono quelle a più alta densità commerciale: dal Tridente (via del Corso, via del Babuino e via di Ripetta) ai rioni Campo dei Fiori, Navona, Coronari, Trevi, Colonna, Pigna, S.Eustachio, Regola, Vittorio Veneto, Quirinale, Monti, Sant’Angelo, Campidoglio, San Gallo, Celio, Castro Pretorio, Finanze, Sallustiano, Colle Oppio.

 

In prossimità delle feste, in vista del consueto aumento nello smaltimento di scatole e scatoloni, le vie del centro potranno contare su una raccolta straordinaria di carta e cartone, perché vogliamo una città più pulita e ordinata. Con Ama e Comieco abbiamo intercettato una frazione merceologica dei rifiuti sempre problematica e grazie all’aiuto e alla collaborazione degli esercizi commerciali rendiamo più sostenibile la nostra città. A dare colore all’iniziativa saranno dei simpatici Babbo Natale che per le vie del Centro storico distribuiranno gadget e materiale informativo per sensibilizzare ad una raccolta differenziata di qualità”, dichiara Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

 

L’intesa fra Roma Capitale, Ama e Comieco – dichiara Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale – ha ricadute positive non solo sull’ambiente, ma anche sul tessuto socio-economico della nostra città. La scelta di coinvolgere i commercianti nella raccolta differenziata di carta e cartone costituisce sicuramente un valido incentivo per la virtuosa industria del riciclo. Ne deriva un accresciuto senso civico che impegna la collettività tutta a rispettare l’ambiente e il decoro cittadino, cominciando proprio da un corretto conferimento dei rifiuti”.

 

Per il Presidente di Ama, Lorenzo Bagnacanil’ottimizzazione della raccolta differenziata di carta e cartone delle utenze non domestiche è fondamentale per intercettare maggiori quantitativi di rifiuti in cellulosa riciclabili e garantire il decoro cittadino. La collaborazione con Comieco è per noi strategica anche al fine di migliorare la qualità dei materiali conferiti, pertanto sigleremo presto il rinnovo di un accordo specifico con il consorzio per ulteriori azioni mirate sul territorio della città di Roma”.

 

Nel periodo natalizio si stima in Italia un incremento di oltre 120.000 tonnellate dei volumi di imballaggi di carta e cartone in circolo – dichiara Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco – Tanti imballaggi necessitano ancora più attenzione, soprattutto nelle grandi città. A Roma, grazie alla collaborazione con Ama, viene potenziato con questa iniziativa il servizio di raccolta del cartone e una volta a regime, con i nuovi mezzi a disposizione nelle vie oggetto del servizio, si potrà ottenere una raccolta di imballaggi cellulosici più che raddoppiata rispetto alle 220 t/mese mediamente raccolte da Ama. Il materiale raccolto, grazie alla collaborazione dei diversi soggetti della filiera cartaria, verrà poi interamente riciclato a poca distanza da Roma. Ci auguriamo che, attraverso il potenziamento del servizio, si possa raddoppiare la raccolta e, di conseguenza, anche i corrispettivi economici che Comieco riconosce al Comune di Roma per la raccolta di carta e cartone che, solo per il 2017 ammontano a 3.600.000 euro”.

COMUNICATO STAMPA

Campidoglio, il 23 e il 24 dicembre il Bit da 1,50 euro diventa giornaliero

Nuova tariffa per bus, tram e metro in occasione delle feste. Raggi, “Obiettivo disincentivare uso auto”

Roma, 21 dicembre 2017 –  Il 23 e 24 dicembre 2017 si potrà viaggiare per tutto il giorno al costo di 1,50 euro su autobus, tram e metro di Roma. Lo ha stabilito la Giunta capitolina che ha approvato una delibera che prevede l’agevolazione tariffaria in vista dello shopping natalizio e per incoraggiare l’utilizzo dei mezzi pubblici. Nelle due date indicate, quindi, il biglietto non avrà la validità di 100 minuti, ma con un Bit sarà possibile circolare sull’intera rete urbana di competenza di Roma Capitale (Atac-Roma Tpl) per l’intera giornata in cui è stato acquistato.

“È un piccolo regalo rivolto a tutti i cittadini. Obiettivo è disincentivare l’utilizzo dell’auto privata, diminuire il traffico nel periodo pre-natalizio e contenere quindi le emissioni inquinanti”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“La novità fa parte degli interventi messi in atto da quest’Amministrazione per le festività natalizie. Vogliamo incrementare l’offerta dei servizi di trasporto pubblico locale e agevolare la mobilità nel periodo delle feste”, afferma l’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo.

 

COMUNICATO STAMPA

Campidoglio, al via ‘Natale 2017: Scuole Aperte’

Baldassarre: “Iniziativa per scuole sempre aperte si consolida come nostra costante azione strategica”

Roma, 22 dicembre 2017 – Prosegue l’impegno dell’Amministrazione capitolina per garantire l’apertura delle scuole anche durante le festività, puntando su proposte innovative e aperte ai territori. Dopo l’apertura degli istituti nel corso della scorsa estate prende il via ‘Natale 2017: Scuole Aperte’, finalizzato a garantire un’offerta educativa di qualità ai bambini e ai ragazzi anche durante le vacanze scolastiche, nonché a sostenere le famiglie.

Sono stati accolti progetti, presentati da otto istituti comprensivi, che abbracciano un ventaglio ampio ed eterogeneo di attività: corsi di lingua; laboratori di attività ludico-motorio-espressive; laboratori di teatro e di artigianato; percorsi di invito alla lettura; teatro; fumettistica e musical; attività musicali; informatica.

A conclusione di ciascun iniziativa verrà presentata una scheda di autovalutazione finale in cui saranno raccolte le indicazioni sul raggiungimento o meno dei target, sulle risorse impiegate e sulle eventuali difficoltà riscontrate.

Scuole sempre aperte si sta consolidando come nostra costante azione strategica. Vogliamo creare coesione tra famiglie, associazioni e territori, valorizzando la funzione degli istituti scolastici e rendendoli punti di riferimento durante tutto l’anno, in particolare nelle aree in cui si registra un più elevato tasso di dispersione scolastica”, spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Nasce Mic, la card annuale a 5 euro per visitare i Musei civici

Dalla primavera del 2018 accesso illimitato ai cittadini romani. Raggi, “Grande opportunità per vivere il patrimonio storico e artistico della città”

 

 

Roma, 21 dicembre 2017 – Dalla primavera del 2018 i cittadini potranno entrare in tutti i musei civici semplicemente acquistando la nuova tessera Mic che, al costo di 5 euro, darà diritto per 12 mesi all’ingresso illimitato in tutti i siti del sistema Musei in Comune, includendo la possibilità di visitare anche le mostre in corso di svolgimento. L’agevolazione è riservata ai residenti a Roma permanenti e temporanei. Questo è quanto stabilito da un emendamento alla delibera propedeutica al Bilancio 2018-2020 che fissa i costi per i “servizi pubblici a domanda individuale”, introdotto dalla Giunta e approvato oggi in Assemblea Capitolina.

 

I Musei interessati dall’iniziativa sono: Musei Capitolini, Museo dell’Ara Pacis, Museo dei Fori Imperiali – Mercati di Traiano, Museo di Roma, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Museo della Centrale Montemartini, Musei di Villa Torlonia, Museo di Zoologia, che vanno ad aggiungersi a quelli che già oggi sono a ingresso completamente gratuito (Museo Napoleonico, Museo di scultura antica Giovanni Barracco,  Museo Carlo Bilotti, Museo Canonica, Museo delle Mura, Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina, Villa di Massenzio e Museo di Casal de’ Pazzi).

È questa la prima grande novità con cui Roma si prepara a celebrare il 2018, Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

 

Una grande opportunità per chi vive a Roma. Avere la possibilità di entrare nei musei e visitare liberamente le mostre, al solo costo di 5 euro l’anno, vuol dire potersi riappropriare degli spazi culturali cittadini, vuol dire sentirsi a casa in tutta Roma. Mi auguro che questo strumento permetta a chi vive nella Capitale di trascorrere più tempo nei luoghi della cultura, per conoscere, scoprire e approfondire l’immenso patrimonio storico e artistico così come la vita culturale contemporanea della nostra città”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

 

Questo è un passo decisivo verso l’accessibilità e la fruibilità della cultura per chi vive a Roma. I nostri Musei sono e saranno sempre di più delle grandi piazze pubbliche, dei luoghi in cui dare qualità al proprio tempo insieme agli altri. L’obiettivo è generare curiosità nelle persone, offrirgli l’occasione di passare diversamente anche solo una parte della propria giornata e attrarre sempre più coloro che normalmente hanno minori opportunità di accesso a questi luoghi. Dobbiamo essere tutti grati alla Sovrintendenza Capitolina per il lavoro che ogni giorno fa il cui successo é la condizione che ha reso possibile l’introduzione di questa libertà” commenta il Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale Luca Bergamo.

 

Questo emendamento congiunto Assessorato alla Crescita Culturale e Commissione Cultura segna un traguardo importante per l’Amministrazione e per i cittadini, che liberamente e per tutto l’anno potranno godere della ricca e viva offerta culturale della nostra città. Abbiamo dimostrato che è possibile concretizzare quello che è scritto nell’articolo 27 della Dichiarazione Universale dei diritti umani: ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici Vogliamo che chi vive a Roma possa riscoprire nei musei dei veri e propri centri di incontro, scambio e aggregazione” dichiara la Presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno.

 

La campagna di lancio di Mic partirà dalla primavera del 2018, anche attraverso le Biblioteche di Roma, sarà diffusa sul tutto il territorio e avrà particolare attenzione verso le comunità di stranieri e italiani di seconda generazione residenti in città, individuando strumenti e proposte che possano rendere attraente il nostro sistema museale ai tanti nuovi cittadini della Capitale.

Diaco (M5S): “Pd attacca l’Albero di Piazza Venezia per nascondere le proprie pecche”
“La Boschi fa pressioni per salvare la banca di cui il padre è vicepresidente? I giornali parlano di Spelacchio. Il sindaco di Mantova è indagato per concussione e abuso d’ufficio nella gestione dei contributi alle associazioni? Il Pd parla di Spelacchio, sperando di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalle vere nefandezze di cui si sta rendendo protagonista.
Scopriamo che le condizioni di un albero di Natale sono più importanti delle menzogne del ministro Finocchiaro sulle casette per i terremotati e delle incoerenze di Zingaretti sulle sorti del San Giacomo. Temi rigorosamente “schivati” dalla consigliera PD Piccolo, che ritiene Spelacchio il vero responsabile di tutti i problemi che affliggono la nostra città.
E chi se ne importa se, a causa del suo collega di partito Zingaretti, la sanità del Lazio sta andando in rovina e i tempi di attesa per una visita specialistica sono sempre più lunghi e insopportabili.
L’unico colpevole di tutti i mali è sempre e solo lui: Spelacchio.
Le opposizioni provino un po’ di vergogna e la smettano con queste strumentalizzazioni sciocche e pretestuose. Inizino a concentrarsi sui veri temi che interessano i cittadini, cosa mai fatta negli anni in cui hanno governato Roma. Noi lo stiamo facendo dall’inizio del nostro mandato”.
Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Roma Capitale e Acea illuminano d’arte i siti storici e archeologici

Raggi: “Monumenti da godere anche di notte. Nuova luce per il Palatino dopo 13 anni di buio”

Roma, 21 dicembre 2017 – Roma Capitale regala una nuova luce ad alcuni dei suoi più importanti monumenti e siti archeologici, grazie all’illuminazione artistica permanente predisposta da Acea a partire da oggi. Saranno interessati dal progetto Palatino e Circo Massimo, Piramide Cestia e Porta San Paolo, Loggia della Benedizione e portico della Basilica di San Marco Evangelista a Piazza Venezia.

L’iniziativa è stata presentata dalla sindaca Virginia Raggi, dal vicesindaco di Roma Capitale con delega alla crescita culturale Luca Bergamo, dal presidente di Acea Luca Lanzalone, dal funzionario archeologo del Parco Archeologico del Colosseo Alessandro D’Alessio e da Marina Piranomonte della Soprintendenza Speciale di Roma.

“Vogliamo che romani e turisti godano anche di notte delle straordinarie bellezze di Roma. Con il supporto prezioso di Acea abbiamo avviato un’azione di valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed archeologico. Renderemo ancora più unica e suggestiva la visione dei monumenti e di alcuni luoghi della città attraverso un innovativo sistema di illuminazione con creazioni artistiche e giochi di luce. La notte del 31 dicembre, in occasione della ‘Festa di Roma 2018’, dopo 13 anni di buio saranno nuovamente illuminati l’intero fronte del Palatino che affaccia sul Circo Massimo e tutti le aree archeologiche interne: un’installazione permanente che darà rinnovato splendore a questo gioiello della nostra città”, afferma la sindaca Raggi.

PIRAMIDE CESTIA E PORTA SAN PAOLO. Il nuovo impianto è composto da 38 barre e da 4 fasci di luci led che valorizzano anche le colonne e alcuni tratti di mura adiacenti al monumento. E’ stata inoltre potenziata l’illuminazione su Porta San Paolo, con l’installazione di 18 lampade a led con diverse temperature di colore.

BASILICA SAN MARCO. L’intervento riguarda la facciata, la Loggia delle Benedizioni e il portico della Basilica di San Marco Evangelista a Piazza Venezia. Quattro fari su sostegno esterno valorizzeranno la facciata, altrettanti illumineranno con un flusso luminoso, diretto verso le volte a crociera, anche il portico. Due fasci di luce saranno puntati poi sulla statua di San Marco che sormonta il portale di ingresso. È stato realizzato anche un gioco di illuminazioni nella Loggia delle Benedizioni.

PALATINO. Gli interventi di ammodernamento e ripristino riguardano l’impianto d’illuminazione della Domus Severiana, dello Stadium, della Domus Augustana, della Domus Flavia e del Pedagogium. Per realizzare questo nuovo progetto si stanno implementando apparecchiature a LED di ultima generazione, 98 proiettori con elevata resa cromatica per una potenza di 4.660 Watt.

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Un nuovo MACRO per il sistema dell’arte contemporanea di Roma

Da ottobre 2018 al via il progetto sperimentale “MACRO Asilo”

Roma, 21 dicembre 2017 – Il processo di forte innovazione del sistema dell’arte e della cultura contemporanea oggi giunge alla sua tappa fondamentale con la presentazione del nuovo MACRO anche rispetto al rapporto sinergico che questo spazio avrà con il sistema dell’arte contemporanea di cui fanno parte il MAXXI e la Galleria Nazionale e i tanti operatori del settore in città. Il museo farà parte del nascente Polo del Contemporaneo e del Futuro – modello promosso dall’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale – che contribuirà con le altre istituzioni comunali e nazionali al riposizionamento di Roma come capitale della vita culturale contemporanea.

Motore del Polo sarà l’Azienda Speciale Palaexpo, che dal prossimo 1° gennaio metterà in connessione il Palazzo stesso con il MACRO Museo di arte contemporanea di Roma e con il Mattatoio. Obiettivo del Polo sarà stimolare l’esplorazione di nuove frontiere presenti e future con una profonda relazione con il sistema delle Biblioteche di Roma, come presidi diffusi in tutto il territorio cittadino. L’Azienda Speciale Palaexpo – che presto avrà una nuova governance dopo la chiusura dell’avviso pubblico per il nuovo CdA – riparte quindi dal 2018 con un nuovo ruolo e un nuovo impegno.

Il nuovo MACRO inizierà il 2018 con la mostra sui Pink Floyd, mentre vedrà partire da ottobre il progetto sperimentale “MACRO Asilo”, che sarà un grande dispositivo d’incontro con e per la città, accogliente, immerso nel suo territorio aperto e permeabile a chiunque faccia pratica artistica. Sarà uno spazio ospitale, residenziale – dove stare più che visitare – utilizzabile, produttivo (in grado di produrre le opere, oltre che mostrarle), leggero, polidisciplinare. Uno spazio relazionale dove ripensare l’incontro tra gli artisti e la città. Per questo è stato deciso che l’accesso al museo sarà gratuito per tutti: un ulteriore passo in avanti nella politica di accessibilità e apertura degli spazi culturali portata avanti dall’Amministrazione.

Il “MACRO Asilo” sarà un dispositivo nuovo che reinventa il museo, come una realtà di produzione e trasformazione culturale oltre la dimensione espositiva. Il progetto sperimentale è stato ideato da Giorgio de Finis, che ne assume la direzione artistica. Del resto l’esperienza del MAAM, di cui Giorgio de Finis è l’ideatore, è presente già nelle linee programmatiche di Governo approvate con deliberazione dell’Assemblea Capitolina, dove si sottolinea l’importanza del patrimonio culturale ricevuto in eredità e contemporaneamente la necessità per Roma di “tornare capitale culturale mondiale nel pieno senso del termine , città in cui la capacità di sviluppare, creare, produrre conoscenza , beni e servizi culturali, siano al cuore del suo sviluppo”.

Il progetto è stato raccontato oggi alla presenza del Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale Luca Bergamo, della Presidente della Commissione Cultura Eleonora Guadagno, dell’artista Michelangelo Pistoletto, del Direttore generale f.f. dell’Azienda Speciale Palaexpo Fabio Merosi, della Direttrice della Galleria Nazionale Cristiana Collu, del Direttore del MAXXI Arte Bartolomeo Pietromarchi e del direttore artistico del progetto sperimentale di “MACRO Asilo” Giorgio de Finis.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Accordo tra Roma Capitale e Ministero Giustizia per impiego persone private della libertà in lavori socialmente utili
Detenuti dei vari Istituti di pena lavoreranno per pulizia e decoro parchi

 

Roma, 19 dicembre 2017 – Favorire la reintegrazione sociale e lavorativa di persone detenute in seguito a una condanna penale definitiva, attraverso la partecipazione a progetti di utilità sociale. Questo l’obiettivo dell’accordo tra Roma Capitale e il ministero della Giustizia, firmato dalla Sindaca Virginia Raggi, dalla Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma Maria Antonia Vertaldi, dal Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo e dalla Garante dei diritti delle persone private della libertà personale di Roma Capitale Gabriella Stramaccioni.

 

La lettera d’intenti sottoscritta oggi intende dare attuazione al principio sancito dall’articolo 27 della Costituzione, secondo il quale il trattamento rieducativo dei soggetti privati della libertà personale deve tendere al reinserimento sociale degli stessi, e che lo svolgimento di un’attività lavorativa a beneficio della comunità possa costituire un efficace strumento di reintegrazione volto a rinsaldare il patto di cittadinanza. Le persone detenute potranno così essere impiegate in progetti utili per la città. L’intesa sottoscritta è la base perché su questo terreno possa avviarsi una collaborazione stabile per la realizzazione di attività, le cui modalità esecutive saranno di volta in volta definite da specifici protocolli d’intesa.

 

L’accordo troverà presto attuazione in un primo intervento che prevede l’utilizzo di detenuti per progetti finalizzati alla tutela ambientale, in particolare attraverso un’operazione straordinaria di pulizia e restituzione del decoro di parchi pubblici e aree verdi.

 

Roma Capitale promuove ogni tipo di intervento per favorire l’inserimento lavorativo delle persone che si trovano in condizioni di svantaggio. Per questo accogliamo con grande favore un accordo che consente di impiegare coloro che sono sottoposti ad una pena detentiva in attività che favoriscano la reintegrazione sociale e possano portare beneficio alla città, contribuendo alla tutela del nostro patrimonio ambientale”, dichiara la Sindaca Virginia Raggi.

 

Nella progettazione di percorsi e strumenti per l’inclusione di soggetti svantaggiati, come i detenuti in esecuzione pena a regime ordinario, è fondamentale il lavoro sinergico di tutti coloro che sono coinvolti nel trattamento di questi ultimi al fine del loro reinserimento sociale. Tale finalità è rilevante non solo in termini di prevenzione della recidiva e, pertanto, di sicurezza sociale, ma anche in relazione alle occasioni che vengono fornite, attraverso lo sviluppo di competenze e l’avviamento al lavoro dei soggetti detenuti, di offrire loro opportunità di riscatto – si pensi ai percorsi di giustizia riparativa – di speranza e di responsabilizzazione” sottolinea Maria Antonia Vertaldi Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma.

 

 

“La sottoscrizione di intenti tra il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e Roma Capitale pone le basi per avviare un progetto innovativo e concreto che consente l’impiego di persone detenute nei lavori di pubblica utilità, come previsto dall’art. 27, c. 4 della legge 354/1975. Stiamo presentando un nuovo modello di impiego dei detenuti che potrà essere esteso a livello nazionale, che ha lo scopo di offrire ai detenuti, in possesso dei requisiti previsti dalla norma, l’opportunità di reinserirsi nella società, offrendo consapevolmente una forma di riparazione del danno nei confronti della collettività. Gli studi di settore confermano che il lavoro riduce la recidiva e, pertanto, aumenta il livello di sicurezza delle nostre città”, afferma Santi Consolo, Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

 

“Nel corso del 2017, su indicazione della Sindaca e insieme alla Garante dei detenuti di Roma Capitale, abbiamo avviato un progetto fortemente innovativo basato sulla stretta interlocuzione con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, che ha portato oggi alla sottoscrizione di una lettera d’intenti finalizzata a stabilire una collaborazione fattiva fra le due amministrazioni. Lo scopo è quello di sviluppare percorsi di reintegrazione sociale e lavorativa di uomini e donne destinatari di condanne penali definitive e detenuti in diversi istituti cittadini, impiegandoli in lavori di pubblica utilità per la nostra città. Questa lettera d’intenti sarà poi alla base di diversi protocolli di intesa più operativi, su varie tematiche quali ad esempio l’ambiente, lo sport, il patrimonio, che vedranno coinvolti, nel prossimo futuro, diversi assessori“, afferma l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e grandi Eventi cittadini, con delega ai rapporti con il Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, Daniele Frongia.

 

 

“Il protocollo che firmiamo oggi è il primo segnale di innovazione nella pena. Ringrazio Santi Consolo che insieme a noi promuove un modello di pena responsabile proprio perché si sconta con il lavoro di pubblica utilità. Le persone detenute che lavoreranno per la città lasceranno un segnale chiaro di recupero e restituzione alla città”, commenta Gabriella Stramaccioni, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale di Roma Capitale.

 

COMUNICATO STAMPA 

 

Campidoglio: restituito alla città il Portico D’Ottavia

Dopo 14 anni tolte le impalcature e chiusa la terza fase dei lavori

 

Roma, 18 dicembre 2017 – È terminata con successo la delicata operazione di salvataggio dei resti visibili del complesso del Portico d’Ottavia. Una operazione complessa, diretta dalla Sovrintendenza Capitolina che, attraverso un team di archeologi, architetti e ingegneri, ha studiato, verificato, monitorato e consolidato nel tempo, la stabilità del monumento. L’ausilio di alte tecnologie ha permesso e permetterà, anche nel futuro, un monitoraggio attento dei resti del complesso che, nei secoli, è stato più volte danneggiato e rimaneggiato.

Ad inaugurare oggi il restauro del Portico d’Ottavia la Sindaca di Roma Virginia Raggi, il Vicesindaco con delega alla Crescita culturale Luca Bergamo, la Presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi, il Sovrintendente Capitolino Claudio Parisi Presicce e la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello.

L’intervento è promosso e sostenuto da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Dopo il restauro e la sua parziale ricostruzione nel 203 da parte di Settimio Severo, nel corso degli ultimi tre secoli, il propileo ha subito notevoli interventi che ne hanno minato la condizione statica. Già nel XIV secolo si è reso necessario innalzare un arcone centrale al posto delle due colonne frontali per consolidare il monumento. Inoltre, l’eliminazione delle case del Ghetto nei primi anni del ‘900 ha accentuato i ‘movimenti statici’.  Negli anni ’60 del ‘900 è stato smontato il frontone anteriore e si è intervenuti sulla prima colonna posteriore lesionata, con l’introduzione di una serie di perni metallici al suo interno.

Per salvaguardare il monumento e l’incolumità dei cittadini, la Sovrintendenza Capitolina ha deciso quindi di programmare i relativi interventi per fasi.

Il primo step ha riguardato l’analisi e la verifica della stabilità del monumento attraverso un attento monitoraggio per capire e interpretare il comportamento della sua struttura statica. Si è proceduto, pertanto, al montaggio di un ponteggio sulla facciata interna del Portico, a ridosso della chiesa, necessario a garantire la pubblica incolumità, messa a rischio dal possibile distacco di frammenti dal timpano, e a salvaguardia del monumento.

Con un secondo intervento, si è poi provveduto al montaggio dei ponteggi sulle altre facciate soggette a rischio di distacco di frammenti e, più precisamente, all’interno e all’esterno della facciata principale e all’interno delle due facciate laterali. Sono stati poi realizzati interventi di pre-consolidamento nelle zone a carattere d’estrema urgenza.

Nella terza fase appena conclusa, è stato realizzato un progetto di recupero molto complesso e articolato. Inizialmente, si è proceduto alla pulitura, al restauro e al consolidamento delle parti lapidee, degli intonaci e degli affreschi: sono stati infatti riportate in parte al loro antico splendore l’iscrizione dedicatoria di Settimio Severo, nuovamente rubricata, e parte degli affreschi trecenteschi al di sopra dell’arcone frontale.

Infine, è stato eseguito l’intervento sull’elemento strutturale più critico, riguardante la prima colonna posteriore lesionata, da cui si è distaccato uno “scheggione” di notevoli dimensioni. La pulizia eseguita durante le fasi preliminari dei lavori, sulla colonna suddetta, ha messo in evidenza un sistema fessurativo più complesso rispetto al previsto, non visibile precedentemente e confermato dalle indagini ultrasoniche e microsismiche realizzate in questa fase, anche durante i recenti eventi di natura sismica.

Durante l’opera di consolidamento della colonna lesionata, la campagna diagnostica e di monitoraggio ha controllato così il quadro fessurativo durante le delicate lavorazioni sia in prossimità del basamento che in corrispondenza dello “scheggione”, costituente la parte distaccata della colonna lesionata.

Le attività di monitoraggio e, soprattutto, di alleggerimento della colonna dal peso della trabeazione, sono state oggetto di opera di alta ingegneria, grazie alla quale si è risolto un grave problema statico, risalente già in tempi antichi e documentato dai restauri precedenti e, probabilmente, causati in origine dall’assottigliamento del rocchio inferiore, derivato presumibilmente dal transito dei carretti nel sottostante accesso al Ghetto e per la costruzione del campanile della Chiesa di S. Angelo in Pescheria nell’800, gravante proprio su questa colonna.

Inoltre, durante i lavori si è rilevata la necessità di un intervento di restauro specialistico della colonna, in quanto, in corso d’opera, si è riscontrato una maggiore frantumatazione interna, rispetto al previsto, del fusto, già apparentemente soggetto a diffuse micro-fessurazioni in tutta la sua lunghezza.

Si è reso necessario, inoltre, intervenire sulla superficie a cortina in laterizio del tratto basamentale e del pilastro con pulitura e adeguata rimozione dei residui di cemento dei pregressi consolidamenti statici degli anni ‘60. L’opera di monitoraggio della colonna continuerà per altri due anni, a partire da ora, con attrezzature di alta qualità, basata sull’esecuzione di misure microsismiche ad alta frequenza, per controllare la sicurezza del manufatto, considerando il periodo soggetto a frequenti eventi di natura sismica.

 

I lavori sono stati realizzati dall’impresa R.T.I.I.C.E.M. srl (capogruppo) con la ditta Carlo Usai vincitrice della gara d’appalto, per una spesa di € 456.242,15 iva inclusa. Con ulteriori finanziamenti dovrà essere avviata la quarta e ultima fase per il completo recupero del Portico d’Ottavia.

 

 

NOTIZIE STORICHE

 

Il complesso del portico d’Ottavia prospiciente sul Circo Flaminio fu ricostruito da Augusto tra il 27 e il 23 a.C., al posto del più antico portico di Metello, e dedicato alla sorella Ottavia. Successivamente fu restaurato e parzialmente ricostruito nel 203 da Settimio Severo dopo le distruzioni dovute a un incendio del 191. A questo periodo appartengono per la maggior parte i resti attualmente visibili. Era un quadriportico di m. 119 x 132, a una navata sulla fronte, a due sui fianchi, che includeva i templi di Giunone Regina e Giove Statore, due biblioteche, greca e latina, e un grande ambiente per pubbliche riunioni, la Curia Octaviae. Il suo interno si configurava come una sorta di museo all’aperto poiché ospitava una grande quantità di opere d’arte, tra cui spiccava la turma Alexandri, il complesso statuario di bronzo che raffigurava Alessandro Magno e i suoi cavalieri, opera di Lisippo. Oggi rimane l’angolo sudorientale e il grande propileo di accesso, il vestibolo, posto sul lato corto meridionale verso il Circo Flaminio. Si tratta di un ingresso monumentale con prospetto su quattro colonne di ordine corinzio tra pilastri. L’architrave riporta l’epigrafe dedicatoria del 203, il frontone è senza decorazioni. L’angolo orientale del propileo appare scalpellato: costituiva, infatti, a partire dal 1555, uno degli angoli esterni dello spazio del Claustro degli ebrei. I muri laterali erano in laterizio, rivestiti in marmo, provvisti di aperture in corrispondenza delle ali del portico. Queste ultime erano costituite da un colonnato e chiuse verso l’interno da una parete in laterizio. In età tardoantica e medievale gli spazi porticati del monumento vengono utilizzati per la vendita del pesce, caratterizzando questa zona come la Pescheria, il principale mercato cittadino per la vendita del pesce che rimarrà attivo fino alla fine dell’800. Nell’ultimo quarto dell’VIII secolo sulle strutture del portico e dei monumenti adiacenti si ricavano gli ambienti della diaconia di S. Angelo in Pescheria, che inglobano una delle colonne posteriori e parte del timpano, ancora visibile all’interno della chiesa. A partire dalla fine dell’VIII e fino al XII-XIII secolo il settore prospiciente la chiesa risulta occupato da un’area cimiteriale con decine di sepolture a diversi livelli. Successivamente, in seguito anche a importanti rifacimenti della chiesa della fine del ‘200, le due colonne frontali orientali della facciata del propileo, probabilmente gravemente lesionate, furono asportate e sostituite con un grande arco in mattoni, affrescato e tutt’ora visibile, che introduceva all’ingresso della chiesa.

 

Oltraggio a Vigili Urbani. Palumbo (PD): “ Inaccettabili   video stile ISIS applicati da Polizia Roma Capitale”

“L’oltraggio ad un pubblico ufficiale o ad un componente  delle forze dell’ordine,  ivi compresi i vigili urbani è un reato. Legittimamente  il reato va estinto con le pene previste dal codice penale e giustamente sono previste anche le scuse a chi subisce oltraggio e all’ente o corpo di appartenenza. Detto ciò  le procedure supplementari  applicate dal Corpo della Polizia Municipale di Roma a chi commette oltraggio verso gli agenti sembrano più una estorsione di scuse e  somigliano alle dichiarazione estorte ai prigionieri dell’ISIS.

Mi domando perché a Roma  non sono sufficienti le disposizioni dell’art. 341bis del Codice Penale, ovvero la riparazione del danno e le scuse scritte  a risarcimento della persona offesa  e dell’ente di appartenenza, ma si debba applicare una sorta gogna mediatica supplementare. Una messa alla berlina umiliante che prevede la lettura di scuse da veicolare attraverso  Youtube, Megavideo, My Space, Google Video e che dovrà avere una durata non inferiore a trenta secondi così come da  disposizioni  del comando del Corpo della Polizia Municipale di Roma”.

Chiedo al comandante Diego Porta di rivedere al più presto una pratica che richiama al medioevo attraverso l’uso di strumenti informatici.

 

COMUNICATO STAMPA

Consiglieri M5S Città Metropolitana, “Regole vanno rispettate. Coerenza è garanzia di correttezza della nostra azione politica”

 

Roma, 18 dicembre 2017 – “Il Movimento ha poche regole, ma sono proprio quelle regole che fanno la differenza rispetto ai partiti tradizionali. Quella del limite dei due mandati è una prescrizione che condividiamo appieno e va rispettata senza se e senza ma: tutti noi portavoce dobbiamo avere la consapevolezza di non essere politici di professione, siamo semplicemente latori di idee e progetti dei cittadini e pertanto l’attaccamento morboso alla poltrona non ci appartiene. Chi vuole dare il proprio contributo, può farlo anche in ruoli non di primo piano proprio perché la filosofia del Movimento parte dalla democrazia diretta e la partecipazione di tutti gli iscritti è la stella polare a cui facciamo riferimento, sempre. Non ci interessano le polemiche e ogni eletto che alimenta contrasti in questo senso di fatto si autoesclude. La coerenza è un valore assoluto a cui non si può derogare, è un principio nei confronti del Movimento e dei militanti che rappresenta la garanzia di trasparenza e correttezza della nostra azione politica”.

Lo dichiarano Marcello De Vito, Paolo Ferrara, Giuliano Pacetti, Agnese Catini, Teresa Zotta, Matteo Manunta e Carlo Colizza, consiglieri del Movimento 5 Stelle della Città Metropolitana di Roma.

 

 

Spelacchio, Palumbo:” Raggi sorride, i romani no. E per Montanari  è un complotto della ‘spectre’ mondiale”

“A ‘Spelacchio’ la Raggi e la Montanari si dicono affezionate. Non è certo così per i romani che per colpa della loro superficialità e approssimazione si vedono messi  alla berlina in mezzo mondo.

Dal Guardian a der Spiegel , da Russia Today al Daily Mail, dal sudafricano IOL News  alla Ghana News Agency, dal Suddeutsche Zeitung  alla Reuters le definizioni per l’abete di Natale a Roma si sprecano.

Forse la sindaca in imbarazzo preferisce un sorriso ma la beffa subita dalla città per colpa di amministratori pasticcioni e incapaci resta.

L’assessore Montanari  grida al complotto e si copre di ridicolo. Forse si riferisce ad una ‘Spectre’ mondiale contro i cinque stelle?   Usano  a pretesto  ‘Spelacchio’ contro la giunta Raggi?  Ma mi faccia il piacere avrebbe detto Totò!  Nel frattempo,  fonti informate della diplomazia internazionale, fanno sapere che anche  il dittatore atomico  nordcoreano Kim Jong Un se la ride,  ma stavolta per il povero albero di p.zza Venezia.”

Così in una nota il consigliere del Pd capitolino Marco Palumbo.

 

Rifiuti. Piccolo (PD): “ M5S smantella Multiservizi e licenzia i lavoratori, mentre Ama chiede aiuto ai privati. Da Raggi per Natale macerie sociali e cumuli di rifiuti”

“La decisione di affidare in appalto, nel periodo natalizio, la gestione dei rifiuti lascia interdetti. Abbiamo a Roma una società di proprietà dell’AMA, la Multiservizi, i cui lavoratori stanno per essere licenziati, quale soluzione migliore sarebbe stata quella di affidare a loro il lavoro per cui sono anche qualificati? Si decide, invece, con una operazione last second di dare, visti i tempi ristretti, certamente con affidamento diretto, un lavoro che poteva essere tranquillamente programmato e che avrebbe mitigato, almeno per le feste, le angosce dei lavoratori. Sicuramente di affidamento diretto si tratterà già proprio di quell’istituto demonizzato dai grillini in tutte le salse quando non erano al governo di questa Città. Ma la Raggi e la sua Giunta, accecati da una visione gnostica della realtà, non conoscono il significato della parola programmazione. Sono anche privi di quel buon senso che ogni padre di famiglia conosce.  Mentre  Raggi e  M5s in  Campidoglio si baloccano con alberi spelacchiati e stelle comete a Roma crescono le macerie sociali e i cumuli di immondizie. Ecco il regalo di Natale della Raggi a Roma”.

Così in una nota la consigliera del PD capitolino Ilaria Piccolo.

 

COMUNICATO STAMPA

 

Meloni: “Festa Befana, costi piano sicurezza sostenuti da operatori, nessuno ‘sconto’ dell’Amministrazione capitolina”

Roma – 15 dicembre 2017 – «Per quanto riguarda la Festa della Befana, il piano sicurezza predisposto da un tecnico abilitato incaricato dall’Amministrazione, prevede che i relativi costi siano interamente sostenuti dagli operatori vincitori del bando.

Gli articoli comparsi sulla stampa che danno notizia di presunti “sconti” ai titolari di concessione, accordi o trattative per una riduzione degli oneri, sono illazioni destituite di qualunque fondamento.

Roma Capitale si è occupata di predisporre la procedura per la concessione dei posteggi, come pure della redazione del piano sicurezza, approvato dalla Prefettura che lo ha ritenuto pienamente rispondente alle esigenze di tutela e salvaguardia.

Gli operatori, contratto alla mano, hanno assicurato l’attuazione di quanto previsto dal bando, facendosi carico delle relative spese.

Cifre, queste, rispetto alle quali l’Amministrazione non ha alcuna ingerenza».

Lo dichiara in una nota Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

 

COMUNICATO STAMPA

Campidoglio, da domani parte Piano Natale trasporto pubblico. Potenziati metro e bus

Meleo: “Durante feste sarà attiva navetta dello Shopping”

Roma, 7 dicembre 2017 – Rafforzamento delle linee di trasporto pubblico nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre, attivazione di una navetta dello Shopping, una linea circolare a servizio delle vie del Centro Storico, potenziamento delle Linee metropolitane A e B-B1 e orari più stringenti nei giorni festivi per le Ztl Centro Storico e Ztl Tridente. Questi i principali interventi, messi in atto dall’Amministrazione, per favorire l’utilizzo del trasporto pubblico e migliorare l’offerta nel periodo delle festività natalizie.

 

“Il Piano di Natale prevede importanti novità sulla rete del Trasporto pubblico, utili a intensificare l’offerta e migliorare l’accessibilità nelle aree centrali: in questo senso sarà possibile raggiungere le vie dello shopping con una navetta a servizio del Centro Storico, una linea circolare che collegherà parcheggi, fermate Metro, capolinea e nodi TPL. Così come è previsto il potenziamento di alcune linee bus e delle metro durante i giorni di festa”, dichiara l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo.

 

Linee Bus. Previsto piano d’intensificazione delle linee TPL nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre (dalle 10.30 alle 20.30). Rafforzato soprattutto il trasporto verso il Centro Storico. Come la 46, Stazione Monte Mario-Piazza Venezia, 85 Stazione Termini-Arco di Travertino; 170 Piazzale Agricoltura-Termini; 492 Stazione Tiburtina-Cipro; 301 Piazza Augusto Imperatore-Via di Grottarossa (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità)

 

Navetta Shopping. Per agevolare gli spostamenti all’interno del Centro Storico sarà attiva nei giorni 8,9,10,16,17,23,24 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 dalle 10.30 alle 19.30, una linea circolare che consentirà il raggiungimento delle principali vie dello shopping, creando un collegamento diretto con importanti nodi di scambio, come le Metro e i capolinea del TPL. La navetta parte e termina la sua corsa a Piazzale delle Canestre, passando per via Del Corso, Largo Arenula, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Venezia, via Del Tritone, via Vittorio Veneto (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità).

 

Metro. Previsto anche il potenziamento delle linee metropolitane A e B-B1, nei giorni 8,10,17 e 24 dicembre 2017, attraverso l’utilizzo di ulteriori 8 treni e 32 corse aggiuntive, rispetto al servizio normale.

 

ZTL. Nei giorni festivi l’8, 10, 17 e 24 dicembre  2017 e il 6 gennaio 2018 la Ztl del Centro Storico (diurna) e la Ztl A1 (Tridente) saranno attive dalle ore 14 alle 18.

A eccezione di queste giornate (8, 10, 17 e 24 dicembre  2017 e il 6 gennaio) la ZTL Centro Storico (diurna e notturna) e la Ztl A1 (Tridente) resteranno attive nei seguenti orari:

 

ZTL Centro Storico (diurna) attiva dal lunedì al venerdì (escluso i festivi), dalle ore 6.30 alle 18;

 

ZTL Centro Storico (diurna) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 14 alle 18

 

ZTL Centro Storico (notturna) attiva il venerdì e il sabato dalle ore 23 alle ore 03.00

 

ZTL A1 (Tridente) attiva dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 6.30 alle ore 19

 

ZTL A1 (Tridente) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 10 alle ore 19

 

Le comunicazioni del nuovo Piano di Natale saranno effettuate sul sito web e social di Atac e sulla piattaforma multimediale di Agenzia per la Mobilità: le comunicazioni passeranno anche sui monitor in banchina e a bordo metro. Il pacchetto d’interventi sarà comunicato attraverso messaggi informativi su radio locali.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Campidoglio, oggi si accende Albero di Natale a piazza Venezia, 600 sfere e 3mila metri di luci led

Roma, 8 dicembre 2017 – Un albero di Natale, alto 21 metri e abbellito con ben 600 sfere di grande diametro, arriva a Piazza Venezia, rendendo così ancora più magico e suggestivo questo luogo nel cuore di Roma. Un gioco di sfere e luci che verrà richiamato anche nell’illuminazione di via del Corso. La cerimonia di accensione dell’abete rosso, proveniente da Cavalese, cittadina della Val di Fiemme in Trentino Alto Adige, avverrà come da tradizione oggi 8 dicembre, in pieno clima natalizio.

“Questo è il nostro omaggio per la città: un albero addobbato a festa, con eleganza e semplicità, per regalare a romani e turisti un’atmosfera unica, nel pieno rispetto della sobrietà”, afferma Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale.

L’importante illuminazione, fatta di 300 cascate a led da 10 metri, è stata realizzata grazie alla sponsorizzazione di Acea. Mentre tutte le operazioni di montaggio e smontaggio e le altre attività correlate sono espletate dal personale del Servizio Giardini.

“Vogliamo che sia un Natale all’insegna della sostenibilità. Per questo tutte le decorazioni sono state scelte in piena sintonia con le politiche ambientali e anche l’abete è certificato FSC (Forest Stewardship Council), e quindi oltre ad essere molto bello è anche conforme ai più rigorosi standard ambientali e addobbato con semplicità e raffinatezza”, conclude l’Assessora.

 

COMUNICATO STAMPA

 

 Sabato 23 dicembre apertura serale dei Musei Capitolini con le performance jazzistiche e i suoni della tradizione natalizia 

Ingresso del costo simbolico di un euro per una serata in compagnia della Fondazione Musica per Roma

 

 

Roma, 22 dicembre 2017 – I Musei Capitolini si preparano ad accogliere le festività natalizie con una serata speciale dedicata alla musica jazz contaminata dalla cultura Yiddish e i brani popolari natalizi della tradizione appenninica. L’evento di sabato 23 dicembre realizzato in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma porterà in scena il musicista Gabriele Coen, polistrumentista jazz influenzato dal ricco patrimonio musicale ebraico e il trio di musicisti Trio Eu-Soni composto da Antonio Di Trinca, Federico Conti, Giordano Treglia che proporranno la tradizione musicale natalizia con zampogna, ciaramella, organetto, ghironda e lira.

Durante l’apertura straordinaria che andrà dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23 – biglietto simbolico di 1 euro) si succederanno i concerti degli artisti coinvolti. All’interno dell’Esedra del Marco Aurelio prenderà vita lo spettacolo musicale di Gabriele Coen e il suo gruppo di accompagnatori rappresentato da Francesco Poeti (chitarra elettrica), Pietro Lussu (fender rhodes), Marco Loddo (basso elettrico), Luca Caponi (batteria), Pierpaolo Bisogno (percussioni). Verrà presentato alla platea l’ultimo disco di Coen Sephirot. Kabbalah in Music, un viaggio mistico alla ricerca del senso della vita accompagnato dalle sonorità rock e jazz. Nella Sala Pietro da Cortona il viaggio musicale porterà gli spettatori nell’Italia dell’Appennino centrale insieme al Trio Eu-Soni, alla ricerca delle radici musicali popolari legate alla festa natalizia. Nel salone di Palazzo Nuovo sarà ancora Gabriele Coen ad esibirsi, questa volta da solista, con suoi brani originali e altre composizioni del musicista che più lo ha ispirato nel corso della sua carriera: John Zorn.

 

L’apertura di sabato, inoltre, consentirà ai visitatori di apprezzare la mostra Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento. Compreso nel biglietto si potrà scoprire l’affascinante storia dello studioso e archeologo tedesco Johann Joachim Winckelmann. La selezione di 124 opere (testimonianze documentali, disegni, opere pittoriche e scultoree interne o in prestito da importanti musei come il Prado e il Louvre) che compongono la mostra Il Tesoro di Antichità raccontano al meglio la storia del museo pubblico più antico del mondo e di colui che, attraversando i suoi corridoi, rivoluzionò il modo di concepire l’archeologia moderna.

 

Il sabato sera rientra nell’iniziativa “Nel week-end l’arte si anima” promossa da Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. La programmazione è frutto della collaborazione con importanti istituzioni culturali cittadine quali: Casa del JazzFondazione Musica per RomaTeatro di RomaFondazione Teatro dell’OperaAccademia Nazionale di Santa Cecilia e con le Orchestre dell’Università Roma Tre e di Sapienza Università di Roma.

 

PROGRAMMA

 

MUSEI CAPITOLINI

Sabato 23 dicembre

 

Ore 20.15 – 21.45 – 23.00 | ESEDRA DEL MARCO AURELIO

GABRIELE COEN | “Sephirot. Kabbalah in Music”

Dopo le precedenti esperienze con i Klezroym e i due brillanti lavori con la Tzadik (l’etichetta newyorchese di John Zorn), il sassofonista, clarinettista e compositore romano approda questa volta in sestetto al suo sesto disco da titolare. “Sephirot” è il titolo di questo nuovo album, ispirato alla simbologia dell’albero della vita secondo la Kabbalah e la mistica ebraica; un viaggio dentro la struttura del mondo divino a livello mistico, ma anche un’esplorazione degli stati d’animo dell’essere umano.

Le Sephirot, infatti, sono i dieci principi basilari che ritroviamo sia nel mondo divino che nella psicologia umana, e sono strutturate come un grande albero e collegate tra loro in modo magico, attraverso ventidue canali. Ventidue come le lettere dell’alfabeto ebraico. Questo mondo magico e metafisico ha dato ispirazione a dieci brani originali dalle forti sonorità elettriche che combinano l’energia e la passione del rock con la profondità e la raffinatezza del jazz. Centrale nel progetto il suono del fender rhodes, il mitico piano elettrico che ha caratterizzato a partire dagli anni Sessanta molta storia del rock, ma anche del jazz. L’ispirazione, quindi, è quella del jazz elettrico alla Miles Davis di “Bitches Brew” e “In a Silent Way”, fino alle sonorità attuali dell’Electric Masada e di The Dreamers  di John Zorn, formazioni chiave dell’incontro tra musica ebraica e jazz elettrico.

Con: Gabriele Coen (sax soprano, clarinetto, sax tenore), Francesco Poeti (chitarra elettrica), Pietro Lussu (fender rhodes), Marco Loddo (basso elettrico), Luca Caponi (batteria), Pierpaolo Bisogno (percussioni)

 

Ore 20.45 – 22.15 | SALA PIETRO DA CORTONA

TRIO EU-SONI

3 giovani musicisti – zampogna, ciaramella, ghironda – in un repertorio della tradizione natalizia dell’Italia appenninica. I suoni delle novene e dei riti di fine d’anno per ricreare l’atmosfera tipica della festa popolare.

Con: Antonio Di Trinca (zampogna), Federico Conti (ciaramella e organetto), Giordano Treglia (ghironda e lira)

 

Ore 21.15 – 22.30 | PALAZZO NUOVO

GABRIELE COEN SOLO

Ore 21.15: Gabriele Coen eseguirà  al clarinetto alcune composizioni di John Zorn, il musicista, produttore e compositore che da sempre ispira la sua produzione musicale e con cui Gabriele Coen ha inciso due importanti album per la newyorchese Tzadik (Awakening del 2010 e Yiddish melodies in jazz del 2013).

Ore 22.30: Gabriele Coen eseguirà al sassofono alcune sue composizioni originali pubblicate per la prestigiosa etichetta newyorchese Tzadik, fondata da John Zorn (“Awakening” del 2010 e “Yiddish Melodies in Jazz” del 2013).

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Natale nei Musei

 

Mostre, attività didattiche ed eventi in programma dal 23 dicembre al 6 gennaio.

Domenica 7 gennaio ingresso gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana

 

Roma, 20 dicembre 2017 – I Musei in Comune di Roma si preparano ad accogliere le feste di Natale con una ricca offerta culturale e didattica promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. In programma anche concerti di musica jazz, classica e tradizionale sudamericana realizzati in collaborazione con Casa del Jazz, Roma Tre Orchestra e Ambasciata del Cile e le letture dei grandi classici dedicati al Natale in collaborazione con il Teatro di Roma.

Tutti i musei comunali resteranno aperti il 24 e il 31 dicembre 2017 fino alle ore 14.00, tranne il MACRO Testaccio, mentre saranno tutti chiusi il 25 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018. Martedì 26 dicembre 2017 rispetteranno i consueti orari di apertura.

 

Domenica 7 gennaio, infine, ingresso gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana come tutte le prime domeniche del mese (ingresso gratuito per tutti i musei e le mostre in programma tranne Hokusai. Sulle orme del maestro al Museo dell’Ara Pacis).

 

Il Natale è il momento migliore per divertirsi e giocare. L’iniziativa Musei in gioco proporrà per le feste una ricca offerta di attività didattiche attraverso le quali vivere con gioia il museo senza perdere l’occasione di imparare. Cruciverba, puzzle, caccia al tesoro, gioco dell’oca e anche un “Mercante in Fiera” rivisitato in chiave napoleonica. Tanti appuntamenti per conoscere la storia di Roma e delle sue collezioni museali, in modo inusuale e divertente, anche durante le feste. Un’opportunità per ‘mettersi in gioco’, all’insegna dell’inclusione e dell’interazione tra diversi pubblici (L’offerta è completamente gratuita per i bambini di Roma Città Metropolitana, ad eccezione delle iniziative del Museo Civico di Zoologia. Ingresso adulti come da tariffazione vigente).

 

Durante le feste natalizie si potranno visitare i principali musei del sistema (Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Museo dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma a Palazzo Braschi, il MACRO, il MACRO Testaccio, Musei di Villa Torlonia, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, Museo Civico di Zoologia) o scegliere tra i piccoli musei a ingresso gratuito (Museo di scultura antica Giovanni Barracco, Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, Museo delle Mura, Museo Napoleonico, Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina, Museo di Casal de’ pazzi – Deposito Pleistocenico, Villa di Massenzio).

 

Sarà l’occasione per scoprire le collezioni permanenti presenti al loro interno e conoscere da vicino le meraviglie delle mostre temporanee in corso. Tra le principali esposizioni ricordiamo la mostra dedicata all’artista giapponese Katsushika Hokusai al Museo dell’Ara Pacis (Hokusai. Sulle orme del maestro), con apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 23.30 dal 26 al 30 dicembre e dal 2 al 14 gennaio (la biglietteria chiude un’ora prima). E, ancora, l’affascinante percorso espositivo all’interno del Museo di Roma a Palazzo Braschi che racconta il Teatro dell’Opera di Roma attraverso le opere di artisti, disegnatori, costumisti e scenografi che lo hanno reso celebre (Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017), la grande mostra dedicata all’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e l’esibizione recentemente inaugurata ai Musei Capitolini sullo studioso Johann Joachim Winckelmann e il suo rivoluzionario approccio all’archeologia (Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento). Tra le novità, l’inaugurazione del nuovo spazio espositivo della Centrale Montemartini, che dal 21 dicembre accoglie una mostra dedicata al dialogo tra due importanti culture affacciate sul mediterraneo: quella egizia e quella etrusca (Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato).

 

Per i più tecnologici non mancherà l’appuntamento con L’Ara com’era, la visita immersiva all’interno dell’altare di Augusto. Il racconto multisensoriale dell’Ara Pacis continuerà la sua programmazione anche durante le festività natalizie per consentire un viaggio tridimensionale nell’antichità, alla scoperta delle origini di Roma (in programma 22, 23, 28, 29, 30 dicembre e 2, 3,4, 5, 6 gennaio).

 

Altra esperienza da non perdere l’incontro con l’astronomia offerto dal Planetario di Roma all’Ex Dogana di San Lorenzo. La programmazione nei giorni di festa proporrà agli appassionati e ai curiosi lo spettacolo OpenSpaces. Planetarium Reloaded!, un’esperienza emozionante che permetterà di viaggiare tra le stelle e conoscere da vicino i misteri del cosmo.

 

 

Programma MUSEI IN FESTA

 

 

MARTEDì 26 DICEMBRE

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 12.30 – 13 – 13.30

Pausa Museo

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Casella: Barcarola e Scherzo; C. Chaminade: Concertino

Con Lorenzo D’Antò, flauto; Gabriele Sarandrea, pianoforte

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | Ore 12

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Schubert: Fantasia in fa minore per pianoforte a quattro mani D. 940
  2. Schubert: Ständchen, Gretchen am spinnrade, per voce e pianoforte
  3. Brahms: Variazioni su un tema di Paganini op. 35, secondo libro
  4. Brahms: Variazioni su un tema di Paganini op. 35, primo libro
  5. Poulenc: Trois poemes de Louise de Vilmorin, per voce e pianoforte
  6. Chausson: Les Papillons, Colibrì, Serenade Italienne
  7. Rachmaninoff: Vesennie vodi

Con Umberto Barisciano, pianoforte; Yevheniya Lysohor, soprano e pianoforte

 

 

MERCOLEDÌ 27 DICEMBRE

 

MUSEO DELLE MURA | ORE 12

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

“Il racconto di Natale di Auggie Wren” di Paul Auster. Alla Vigilia di Natale un giovane si introduce nella casa di una vecchietta per derubarla, ma lei, quasi cieca, lo scambia per il nipote… è un racconto che Auster scrisse per il New York Times nel 1990 e che poi inserì nel film Smoke del 1995.

Con gli attori Luca Catello Sannino e Giordana Faggiano e Alessandro Muller al violoncello

 

 

GIOVEDÌ 28 DICEMBRE

 

MUSEO PIETRO CANONICA | Ore 12

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

“L’avventura del granato blu” di Arthur Conan Doyle: il racconto della visita natalizia di Watson a Sherlock Holmes.

Con gli attori Luca Catello Sannino e Giordana Faggiano e Alessandro Muller al violoncello

 

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO | Ore 12.30 – 13 – 13.30

Pausa Museo

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Dohnanyi: Serenade trio in do maggiore op. 10

Con Virginia Chiara Lucioli, violino; Daniele Valabrega, viola; Magali Mouterde, violoncello

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

Stefano Sabatini piano solo

A cura di Casa del Jazz

Nel concerto in piano solo eseguirà sue composizioni originali, classici del jazz e canzoni pop rivisitate. Pianista romano versatile e raffinato, Stefano Sabatini inizia a fare le prime esperienze in campo jazzistico formando il gruppo “Kaleidon” e suonando con Tony Scott, Massimo Urbani e Maurizio Giammarco. Dopo anni di studio a Los Angeles torna a Roma ed entra a far parte della prima formazione dello storico gruppo jazz “Lingomania” (con Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, Furio di Castri e Roberto Gatto). Ha partecipato a numerose manifestazioni nazionali e internazionali e inciso una decina di dischi. Nel campo della musica pop ha collaborato con Eduardo de Crescenzo, Sergio Caputo, Tony Esposito, Mia Martini, Edoardo Bennato, Fabio Concato, Tullio de Piscopo e Teresa De Sio.

 

 

VENERDÌ 29 DICEMBRE

 

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO | Ore 12

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

“L’Uccisione di Babbo Natale” di Ugo Riccarelli. È la notte della Vigilia e il bambino protagonista del racconto sa bene che Babbo Natale non esiste. Eppure non è suo padre quello che quest’anno lascerà qualche dono sotto l’albero e tutto questo non gli piace affatto.

Con gli attori Luca Catello Sannino e Giordana Faggiano e Alessandro Muller al violoncello

 

 

MERCOLEDÌ 3 GENNAIO

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Prokofiev: Sonata per flauto e pianoforte op. 94
  2. Gaubert: Romanza
  3. Hindemith: Sonata per flauto e pianoforte
  4. Martin: Ballade

Con Francesca Bruno, flauto; Alessandro Romagnoli, pianoforte

 

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA | Ore 12

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

“Gli elfi e il ciabattino” dei Fratelli Grimm. Una favola che fa parte della tradizione orale popolare tedesca. Racconta la storia di un anziano calzolaio che non riesce più a realizzare scarpe come faceva una volta, a causa della dell’età avanzata, della vista che è calata, della stanchezza.

“Il tenace soldatino di stagno” di Hans Christian Andersen parla di un giocattolo che si sente solo, perché è diverso da tutti gli altri

Con gli attori Antonietta Bello e Antonio Bannò e Alice Cortegiani al clarinetto

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | Ore 12

Riccardo Fassi / Stefano Cantarano Duo

A cura di Casa del Jazz

Pianista, compositore, arrangiatore e didatta, Riccardo Fassi è conosciuto come uno dei più interessanti e affermati pianisti di jazz in Italia. Ha registrato una trentina di progetti discografici con proprie formazioni, tra cui spicca la Tankio Band, e ha collaborato con importanti musicisti italiani e internazionali tra i quali Roswell Rudd, Steve Lacy,Gary Smulyan, Adam Nussbaum, Steve Grossman, Antonello Salis, Flavio Boltro, Alex Sipiagin e Kenny Wheeler. In duo con Stefano Cantarano al contrabbasso, quest’ultimo già collaboratore di Enrico Pieranunzi, Maurizio Giammarco, Massimo Urbani e Paolo Fresu, esprimono un’attitudine creativa e una poetica dai colori davvero inusuali.

Con Riccardo Fassi pianoforte; Stefano Cantarano contrabbasso

 

 

GIOVEDÌ 4 GENNAIO

 

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO | Ore 12

A cura di Roma Tre Orchestra

J.S. Bach: Quattro duetti BWV 802 in mi minore, BWV 803 in fa maggiore, BWV 804 in sol maggiore, BWV 805 in la minore R. Gliere: Otto pezzi ‘Huit Morceaux’

  1. Bottesini: Passione amorosa

Con Ilaria Immacolata Metta, violino; Nicola Bassan, contrabbasso

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | Ore 12

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

Il gigante egoista di Oscar Wilde e Una lettera di Babbo Natale di Mark Twain, lettera di risposta di un finto Babbo Natale scritta da Mark Twain alla figlia Susy.

Con gli attori Antonietta Bello e Antonio Bannò e Alice Cortegiani al clarinetto

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

Massimiliano Gagliardi piano solo

A cura di Casa del Jazz

Pianista e compositore, diplomato al Conservatorio di Napoli. Scoperto dal Maestro Roberto de Simone, si è esibito come pianista solista con l’Orchestra Scarlatti di Napoli. Successivamente si è dedicato alla composizione e all’arrangiamento, scrivendo soprattutto per il teatro e collaborando con nomi quali Peter Stein, Maddalena Crippa, Luca Zingaretti, Gianluca Guidi e molti altri. Il suo universo musicale si compone di minimalismo e improvvisazione.

 

 

VENERDÌ 5 GENNAIO

 

MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA | Ore 12

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Leclair: Sonata per due violini op. 3 n. 5 in mi minor
  2. Rolla: Duetto n. 3 in la maggiore
  3. Bartok Duetti scelti dai 44 duetti per due violini

G.F. Handel / J. Halvorsen: Passacaglia trascritta per due violini

Con Maria Teresa De Sanio, violino; Daniele Sabatini, violino

 

 

MUSEO PIETRO CANONICA | Ore 12

AVENIDAMERICA

A cura dell’Ambasciata del Cile

Il repertorio attinge alla vasta identità musicale latinoamericana, soffermandosi sulle canzoni della grande compositrice Violeta Parra, alla quale questo progetto è dedicato, arricchendosi di brani originali e vestendosi di suoni acustici ed elettrici. La rilettura del repertorio, vissuta attraverso gli arrangiamenti del quartetto, volutamente in bilico tra tradizione e modernità, colloca la poesia al centro dell’universo musicale.

Con Monserrat Olavarría, voce; Emmanuel Losio, chitarra elettrica; Jaime Seves, chitarra classica; Ermanno Dodaro, contrabbasso

 

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

Un Natale fantastico

A cura del Teatro di Roma

“Il dono dei Re Magidi O. Henry. Delicatissimo racconto dello scrittore statunitense in cui si narra la vicenda di due giovani molto innamorati ma poveri, Jim e Della, che desiderano con tutta l’anima potersi scambiare i doni di Natale.

Con gli attori Antonietta Bello e Antonio Bannò e Alice Cortegiani al clarinetto

 

 

SABATO 6 GENNAIO

 

MUSEO DI ROMA | Ore 17

Concerto dell’Epifania della Scuola di Canto Corale del Teatro dell’Opera di Roma

A cura del Teatro dell’Opera

Rainer Butz, Gaudeamus Hodie

William Boyce, Alleluja

  1. Buxtehude, Cantate domino

Orlando di Lasso, Domine Deus

Johannes Brahms, Wiegen Lied

Felice Anerio (1560-1614), Jesu mi Dulcissime

Zoltan Kodaly, Danza dei pastori

Stille Nacht

Adeste Fideles

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | Ore 10.30 – 11.30 – 12.30

Misigiocando l’America Latina – Di Concerto con Mamma e Papà’

Attività musicale interattiva per bambini da 0 a 5 anni

A cura dell’Ambasciata del Cile

3 turni di 30 minuti – 40 persone a turno

Repertorio dedicato alla musica folkloristica sudamericana e ad autori come Piazzola, Violeta Parra, Leo Brouwer. La modalità di intervento è ideata e pensata sulle reali capacità di ascolto dei bambini e si ispira ai principi dell’apprendimento musicale di E.E. Gordon. I bambini saranno liberi di interagire con la musica attraverso la voce e il movimento, “di concerto”, appunto, con i musicisti, i genitori e gli altri bambini, dando vita a un evento sempre unico e originalissimo, proprio come solo la musica nel suo divenire sa essere.

Monserrat Olavarria Balmaceda e Francesca Scaglione conducono l’azione musicale attraverso la voce, il corpo e gli strumenti, proponendo ritmi e melodie tratti dal repertorio musicale latinoamericano.

Ospite Jaime Seves.

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

A cura di Roma Tre Orchestra

  1. Liszt: Valse oublièe n.1

Liszt – Paganini: Studio n. 5 “La caccia”

Liszt – Schubert: Du bist die ruh

  1. Liszt: Da “Gli anni di pellegrinaggio”, I giochi d’acqua alla Villa d’Este

L.v. Beethoven: Sonata n. 6 per violino e pianoforte op.10 n. 2 in fa maggiore

  1. Liszt: Romance oublièe per violino e pianoforte

L.v. Beethoven: Sonata n. 4 per violino e pianoforte op. 23 in la minore

Con Alessandro Baldrighi, violino; Ilaria Cavalieri, pianoforte

DOMENICA 7 GENNAIO

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | Ore 12

Enrico Zanisi piano solo

A cura di Casa del Jazz

Vincitore nel 2012 del prestigioso premio Top Jazz come Miglior Nuovo Talento e nel 2014 del Premio Siae per la Creatività, negli ultimi anni ha avviato una collaborazione con una delle più importanti etichette discografiche europee, la Cam Jazz, per la quale ha inciso due dischi in trio con Alessandro Paternesi alla batteria e Joe Rehmer al contrabbasso (“Life Variations” nel 2012 e “Keywords” nel 2014), un disco in duo con Mattia Cigalini (“Right Now” 2015) e un cd in piano solo (“Piano Tales” 2016). Il suo è un pianismo introspettivo, melodico, a tratti ludico, in cui si creano immagini gioiose e criptiche allo stesso tempo, elaborazioni complesse di un pensiero originario.

Non sorprende che il giovane pianista decida di confrontarsi con la dimensione introspettiva del piano solo.

 

MUSEO NAPOLEONICO | Ore 16

Alice Ricciardi / Pietro Lussu Duo

A cura di Casa del Jazz

Piccole alterazioni di dizione, timbro, tempo, un approccio non convenzionale, dettagli della melodia e dell’armonia di canzoni famose come “Smoke Gets In Your Eyes”, “The Song Is You” o più oscure come ”Guess Who I Saw Today”, fanno inaspettatamente brillare le note, gli accordi e le parole, come cristalli investiti dalla luce. Il progetto artistico del Duo inizia nella tradizione e a poco a poco se ne discosta. Alice Ricciardi, cantante e compositrice milanese, voce tra le più interessanti nel panorama internazionale, e Pietro Lussu, pianista di rara sensibilità ed eleganza, coniugano il proprio amore per il repertorio della Golden-Age vocale dei grandi autori come Jerome Kern, Carmichael, Rodgers & Hart, Cole Porter, con la ricerca espressiva del suono, trasformando le celebri composizioni del passato in qualcosa di assolutamente nuovo. Un concerto che si rivolge ad un pubblico eterogeneo, dall’appassionato di jazz di lunga data fino al giovane curioso e attento alla contemporaneità.

Con Alice Ricciardi voce; Pietro Lussu pianoforte

 

 

Programma MUSEI IN GIOCO

 

SABATO 23 DICEMBRE

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | Ore 15.30 (5-7 anni) – 16 (8-11 anni)

Zoochristmas 2017. Scienziati sotto zero

Quali animali vivono fra i ghiacci? Ci si potrà addentrare negli ambienti più freddi e gelidi del nostro pianeta per scoprirlo esaminando pelli, mantelli e corna e andando alla ricerca di cervi, pinguini e orsi polari.

Sabato 23 dicembre (e 30 dicembre)

Costo 10 € a bambino  

 

DOMENICA 24 DICEMBRE

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | Orari 10 – 11 – 12

Zoochristmas 2017. Museo-game “Zoochristmas-game”

Arriva una nuova esplorazione per i piccoli giocatori del Museo di Zoologia. Un’altra occasione speciale per vivere un Natale da Scienziato, ripercorrendo il lungo cammino di Babbo Natale dalla sua terra madre fino al nostro paese. Quali animali si possono incontrare in questo fantastico viaggio e come sono fatti?… Si potrà scoprire solo partecipando!

Domenica 24 dicembre (e 31 dicembre)

Costo: 7 € a bambino

 

 

 

MARTEDÌ 26 DICEMBRE

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera

I bambini all’ingresso del museo riceveranno delle matite e un blocco di giochi e quesiti (in italiano o in inglese), da completare mentre visitano il museo.

Ginger, l’omino di pan di zenzero dell’immaginario infantile, farà da guida ai bambini italiani e stranieri (anglofoni) durante la visita alla struttura e alla collezione permanente del museo, con particolare riferimento alle opere di Giorgio de Chirico. Ci sarà anche modo di interagire con alcune immagini di opere rielaborate, e di farsi fotografare “nei panni del maestro”.

26 dicembre dalle 10.00 alle 16.00 (e 27, 28, 29 dicembre; 2, 3, 4, 5 gennaio dalle 10.00 alle 16.00; 30 dicembre, 6 e 7 gennaio dalle 10.00 alle 19.00; 31 dicembre dalle 10.00 alle 14.00)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA. Casino Nobile | dalle 9 alle 19

Ricomponi l’opera

Cerca, trova e… ricomponi. Partendo dalla biglietteria del museo i piccoli visitatori dovranno risolvere un quesito e cercare l’opera a cui si riferisce. Una volta trovata, sarà consegnata loro una busta con un puzzle dell’immagine da ricomporre.

26 dicembre dalle 9 alle 19 (e 6, 7 gennaio dalle 9 alle 19)

Età: 6-12 anni

Gioco da svolgersi in autonomia

 

MERCOLEDÌ 27 DICEMBRE

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati

I partecipanti vivranno un vero “Natale da scienziati”, sperimentando, in modo originale e appassionante, il curioso e singolare lavoro di paleontologi, biologi marini e zoologi. I bambini saranno coinvolti in appassionanti avventure scientifiche che, fra esperimenti e attività di gruppo, li proietteranno fra scavi paleontologici e creature estinte, nel microcosmo di insetti e piccoli esseri viventi, nelle profondità della barriera corallina. Curiosità, immaginazione e coraggio costituiranno gli equipaggiamenti necessari per vivere un originale Natale da Scienziati!

27 dicembre (e 28 e 29 dicembre 2017 – 2, 3, 4 e 5 gennaio 2018)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17 (pomeriggio)

 

MUSEI CAPITOLINI | ore 10.30

Caccia all’opera: giochi di osservazione e di memoria per conoscere l’arte antica

Un modo divertente per avvicinare anche i più piccoli al patrimonio artistico della loro città, stimolando lo spirito di osservazione e la capacità di confronto fra opere diverse: i visitatori, divisi in gruppi, parteciperanno a indovinelli artistici sui ritratti antichi di Palazzo Nuovo, impegnandosi insieme per raggiungere la soluzione finale e, compatibilmente con il tempo a disposizione, i gruppi si sfideranno in un “Memory” su altre opere del Museo nella Sala polifunzionale.

Età: 6-13 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 12 partecipanti)

 

Inoltre, in occasione delle festività natalizie, i bambini in visita ai Musei Capitolini riceveranno in biglietteria il dépliant Esplora i Musei Capitolini con noi: un divertente regalo-ricordo, contenente giochi enigmistici, freddure e indovinelli per trascorrere il tempo in allegria scoprendo il Museo e le sue opere. Un semplice ma prezioso invito dedicato dai volontari del Servizio Civile ai piccoli visitatori con l’augurio di continuare ad essere “esploratori d’arte” per tutta la vita.

 

 

 

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | ore 10.30

Metti un gioco in Trastevere

Domande a tema per conoscere il museo in una visita in autonomia, e per stimolare un’osservazione più approfondita su dettagli iconografici, didascalie e apparati informativi, tipologia delle opere. I piccoli visitatori familiarizzeranno con la natura e il funzionamento del museo.

27 dicembre ore 10.30 (e 3, 4 gennaio ore 10.30)

Età: 6-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 15 partecipanti)

 

MUSEO DI CASAL DE’ PAZZI | ore 11

Gioco del Loxodonta

Un “gioco dell’oca” particolare per ripercorrere l’albero genealogico dei Proboscidati, riconoscendo le varie specie e collocandole nel loro tempo. Pensato per i bambini accompagnati dai genitori, il gioco, che si svolgerà dopo una breve visita al museo, ha come finalità la conoscenza dell’evoluzione dei proboscidati.

Età: 4-99 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 30 partecipanti)

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso ed attività gratuiti

Gioco da svolgersi in autonomia

Lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

 

GIOVEDÌ 28 DICEMBRE

 

MUSEO DELLE MURA | ore 10.30

Le Mura per gioco

Dopo un percorso nel museo e sul camminamento, i bambini, a squadre o singolarmente, si muoveranno con i dadi lungo una mappa colorata della via Appia Antica. Tra indovinelli, curiosità e imprevisti verrà anche spiegata l’origine romana della festa del 25 dicembre.

Il percorso si concluderà con la premiazione all’arrivo, naturalmente a Porta San Sebastiano.

28 dicembre ore 10.30 (e 3 gennaio ore 10.30)

Età 6-10 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA CAPITALE| ore 16.30

Caccia al tesoro: Natale nell’orto

Zucche decorative, limoni, cavoli, mele, melagrane, pere e zucchine sono i premi in palio per un’insolita caccia al tesoro che prende spunto dalle Nature morte di Francesco Trombadori esposte nella mostra “L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori”.

Partendo da alcuni dettagli dei dipinti esposti, i bambini dovranno individuare i quadri a cui si riferiscono e poi proseguire, disegnando e colorando l’immagine riconosciuta.

Frutta e ortaggi in premio saranno consegnati in relazione all’immagine rappresentata.

Per concludere verrà richiesto ai partecipanti di indicare una pietanza che utilizza il frutto o l’ortaggio ricevuto.

Età: 5-11 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali (vedi 27 dicembre)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

VENERDÌ 29 DICEMBRE

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati (vedi 27 dicembre)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

SABATO 30 DICEMBRE

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 19

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | Ore 15.30 (5-7 anni) – 16 (8-11 anni)

Zoochristmas 2017. Scienziati sotto zero (vedi 23 dicembre)

Costo 10 € a bambino  

 

DOMENICA 31 DICEMBRE

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 14

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | ore 10 – 11 – 12

Zoochristmas 2017. Museo-game “Zoochristmas-game” (vedi 24 dicembre)

Costo: 7 € a bambino

 

MARTEDÌ 2 GENNAIO

 

MUSEO DELL’ARA PACIS | ore 16

Aguzzate l’ingegno per una sfida… enigmistica!

I piccoli visitatori, divisi in squadre, esploreranno il Museo alla ricerca di un prezioso tesoro da portare a casa, servendosi di giochi di parole, rebus, cruciverba, anagrammi e piccoli quiz, tutti legati alla storia dell’Ara Pacis e della famiglia di Augusto. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un piccolo attestato di partecipazione con il logo di “Musei in gioco”.

Età: 7-10 anni

Prenotazione obbligatoria allo 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati 2017 (vedi 27 dicembre)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomi; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

MERCOLEDÌ 3 GENNAIO

 

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | ore 10.30

Metti un gioco in Trastevere (vedi 27 dicembre)

Età: 6-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 15 partecipanti)

 

MUSEO DELLE MURA | ore 10.30

Le Mura per gioco (vedi 28 dicembre)

Età 6-10 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA |

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati (vedi 27 dicembre)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

 

GIOVEDÌ 4 GENNAIO

 

AREA ARCHEOLOGICA DEI FORI IMPERIALI | ore 10.30

Giochiamo con l’imperatore Traiano: un crucipuzzle sulla storia antica

A cura dell’Ufficio Fori Imperiali e dell’Ufficio Mercati di Traiano, con il contributo dei volontari del Servizio Civile. Davanti alla Colonna di Traiano i bambini parteciperanno al racconto della storia delle imprese di Traiano, raffigurate come un fumetto sul fusto della Colonna. Successivamente, divisi in squadre, si sfideranno per riempire un crucipuzzle con “parole chiave” riferite all’imperatore Traiano ed alle sue imprese vittoriose. Al termine del laboratorio sarà consegnato un attestato di partecipazione a ciascun bambino in ricordo della giornata.

Età: 7-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 15 bambini più i loro genitori)

Appuntamento in Piazza Foro Traiano davanti alla Colonna di Traiano

 

MUSEO DI ROMA | ore 16

A Natale mettiamoci in gioco

‘Mettersi in gioco’ vuol dire accettare una nuova condizione, cui non si è abituati o della quale non si abbia sufficiente cognizione. Da qui nasce l’idea di avviare quest’iniziativa, dedicata sia al pubblico abituale del museo sia alla platea dei non vedenti, uniti insieme in un’unica esperienza tattile e uditiva.

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE | ore 10.30

Metti un gioco in Trastevere (vedi 27 dicembre)

Età: 6-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 15 partecipanti)

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati 2017 (vedi 27 dicembre) Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

VENERDÌ 5 GENNAIO

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Aspettando la Befana… “A Cena Con… Animali Magici” (7-9 Anni)

Un’avventurosa serata da brivido… in attesa dell’arrivo della Befana! Secondo un’antica credenza la notte che precede la festa dell’Epifania è considerata una notte magica di eventi miracolosi durante la quale gli animali possono parlare… Ma guai ad ascoltarli! Nessun essere umano deve infatti spiare questa magica conversazione, pena la sfortuna! Armati solo di tanto coraggio, ci si aggirerà dunque nelle sale del Museo di Zoologia alla ricerca di speciali alimenti e cibi prelibati per mettere a tacere queste creature magiche e sventare misteriose disgrazie.

E alla fine… Pizza per tutti!!!

ORARIO: dalle 19.30 alle 22.15 (apertura straordinaria);

h 19.30 Accoglienza

h 19.30 – 21.00 laboratorio avventura con attività varie

h 21.15 PIZZA e chiusura avventura scientifica

h 22.15 USCITA

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

Zoochristmas 2017. Speciale campus invernali. Un Natale da scienziati (vedi 27 dicembre)

Attività dai 5 ai12 anni

Orario Campus invernali:

intera giornata : 8.30 – 17.00

mezza giornata: 8.30 – 12.30 (mattina) oppure 13.30 – 17.00 (pomeriggio)

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 16

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

SABATO 6 GENNAIO

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA | ore 15.30 e 16.45

Zoochristmas 2017. Una calza bestiale

Un irrinunciabile appuntamento per concludere le festività tutti insieme al Museo di Zoologia. Un evento che mette alla prova abilità sensoriali, inventiva, capacità di risolvere indovinelli ed enigmi, di scoprire tracce e indizi disseminati nelle sale del Museo per realizzare così una stravagante “calza bestiale”!

5-8 anni

Orario: 15,30 e 16,45

N.B. Il costo dei laboratori non comprende il biglietto d’ingresso al Museo per gli adulti e per i bambini al di sopra dei 6 anni di età non residenti a Roma. Soc. Coop. Soc. Myosotis c/o Museo Civico di Zoologia Tel: 06 97840700 www.myosotisambiente.it

 

MUSEO NAPOLEONICO | ore 11.30

Mercante in Fiera Napoleonico

Il tradizionale gioco del Mercante in Fiera, rivisitato in chiave napoleonica. Le carte, realizzate appositamente per l’iniziativa, recheranno immagini di opere presenti NEL Museo. Al gioco seguirà una breve visita in museo durante la quale i partecipanti al gioco potranno osservare da vicino le opere viste sulle carte.

6 gennaio ore 11.30 (e 7 gennaio ore 11.30)

Età : 5-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA. Casino Nobile | dalle 9 alle 19

Ricomponi l’opera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-12 anni

Gioco da svolgersi in autonomia

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 10 alle 19

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

DOMENICA 7 GENNAIO

 

MUSEO NAPOLEONICO | ore 11.30

Mercante in Fiera Napoleonico (vedi 6 gennaio)

Età : 5-12 anni

Prenotazione obbligatoria al n. 060608 (max 20 partecipanti)

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA. Casino Nobile | dalle 9 alle 19

Ricomponi l’opera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-12 anni

Gioco da svolgersi in autonomia

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE | dalle 9 alle 19

Natale all’Aranciera (vedi 26 dicembre)

Età: 6-13 anni

Ingresso e attività gratuiti; gioco da svolgersi in autonomia; lo svolgimento dei giochi sarà sospeso durante le altre attività previste nel museo

 

 

 

 

 

Programma MUSEI IN MOSTRA

 

MUSEO ARA PACIS

 

L’Ara com’era

22, 23, 28, 29, 30 DICEMBRE – 2, 3, 4, 5, 6 GENNAIO dalle 19.30 alle 23 (ultimo ingresso ore 22)

Un racconto in realtà aumentata

Un racconto multimediale in cui storia e tecnologia si incontrano per una visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis. Personaggi, gesti, divinità e animali si animano in 3d per illustrare, insieme al colore, le origini di Roma e della famiglia di Augusto.

Prenotazione consigliata allo 060608

 

Hokusai. Sulle orme del Maestro

Fino al 14 gennaio 2108

Dal 26 al 30 dicembre e dal 2 al 14 gennaio apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 23.30

(la biglietteria chiude un’ora prima)

 

Mostra che racconta e confronta, attraverso circa 200 opere, la produzione del Maestro Katsushika Hokusai con quella di alcuni tra gli artisti che hanno seguito le sue orme dando vita a nuove linee, forme ed equilibri di colore all’interno dei classici filoni dell’ukiyoe.

 

 

MUSEI CAPITOLINI

 

Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento

Fino al 22 aprile 2018

La mostra celebra gli anniversari della nascita e della morte del fondatore dell’archeologia moderna, Johann Joachim Winckelmann (1717-1768). Offre ai visitatori il racconto degli anni cruciali che hanno portato, nel dicembre del 1733, all’istituzione del Museo Capitolino e presenta le sculture capitoline attraverso le intuizioni, spesso geniali, del grande Winckelmann.

 

 

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI

 

Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa

Fino al 16 settembre 2018

In occasione della ricorrenza dei 1900 anni dalla sua morte, Roma rende omaggio a Traiano con una grande mostra ricca di reperti archeologici provenienti da musei della Sovrintendenza Capitolina e da musei e spazi archeologici italiani e stranieri. Con installazioni multimediali e interattive.

 

MUSEO DI ROMA

 

Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017

Fino all’11 marzo 2018

Una mostra che celebra il rapporto del Teatro dell’Opera con i più grandi artisti del Novecento: da Pablo Picasso a Renato Guttuso, da Giorgio De Chirico ad Afro, da Alberto Burri a Giacomo Manzù, da Mario Ceroli ad Arnaldo Pomodoro fino a William Kentridge.

 

 

CENTRALE MONTEMARTINI

 

Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato

Fino al 30 giugno 2018

La mostra offre l’opportunità di vedere a confronto due importanti culture, affacciate sulle sponde del Mediterraneo, la cultura egizia e quella etrusca, traendo spunto dai preziosi oggetti egizi, databili tra l’VIII e il III secolo a.C., rinvenuti nelle recentissime campagne di scavo a Vulci, importante città dell’Etruria meridionale.

 

Freedom Manifesto

Fino al 31 dicembre 2017

Una mostra sulla migrazione di uomini e donne in fuga dalla guerra, dalla miseria e dalla sopraffazione vista con gli occhi di artisti e visual designer di fama internazionale.

 

 

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA

 

Museo di Zoologia… diverso per natura

Fino al 31 marzo 2018

Molte specie animali trovano a Roma un ambiente ideale per vivere. Dal punto di vista territoriale e paesaggistico, la città risulta un luogo ideale grazie al corridoio naturale creato dal suo fiume e il verde che si fonde strettamente con i palazzi, favorendo un’elevatissima biodiversità animale. Una mostra racconta questa biodiversità grazie alle più recenti acquisizioni di reperti zoologici.

 

 

MACRO

 

MACRO VIA NIZZA

Léonie Hampton “Mend” – XV Edizione Commissione Roma / Guy Tillim “O Futuro Certo”

Fino al 26 dicembre

È la fotografa britannica Léonie Hampton l’artista protagonista della Commissione Roma 2017, che giunta alla sua XV produzione va a costituire un vero e proprio fondo all’interno delle collezioni dei musei civici cittadini. Ad accompagnare la Commissione Roma, la prima retrospettiva italiana dedicata a Guy Tillim, autore sudafricano simbolo del festival presentato a più riprese e protagonista della Commissione Roma nel 2009 e recentemente vincitore del prestigioso HCB Awards.

 

Talent Prize

Fino al 26 dicembre

La mostra della X edizione del Talent Prize, il premio di Arti Visive promosso dalla rivista Inside Art rivolto ai giovani artisti, presenta le opere del vincitore, dei finalisti e dei premi speciali del 2017. Quest’anno sarà arricchita dalla presenza dei lavori che hanno vinto il premio nelle edizioni precedenti, dal 2008 a oggi: una retrospettiva per raccontare la storia del Talent Prize nella scena contemporanea nazionale, che lo ha accreditato come un autorevole certificatore di talento.

 

MACRO TESTACCIO, PADIGLIONE 9A

Dias & Riedweg

Other time than here. Other place than now

Realizzata in collaborazione con l’Auditorium Parco della Musica, con il sostegno di Pro Helvetia, fondazione svizzera per la cultura.

La mostra riunisce numerose video installazioni, fotografie e oggetti dal 2004 a oggi, e raccoglie lavori che toccano in maniera filosofica i temi cruciali dell’immigrazione e dei cambiamenti politici e sociali del nostro tempo, a partire dall’idea che il semplice spostamento di oggetti e persone nello spazio e nel tempo sia anche uno spostamento di significati.

 

MACRO TESTACCIO, PADIGLIONE 9B

Io Sono Qui!

Prodotta da M’AMA ART, da un’idea di Alessia Montani, a cura di Lorenzo Bruni.

La mostra indaga il tema della comunicazione, attraverso le infrastrutture materiali e immateriali: “io e il mondo” nella realtà digitale. Si articola in una sezione dedicata alle installazioni di sette artisti: Mario Airò, Ulla von Brandenburg, Donna Huanca, Runo Lagomarsino, Ahmet Ögüt, Antonis Pittas e Patrick Tuttofuoco; e una sezione di opere realizzate da quattordici artisti: Maria Thereza Alves, Paolo Parisi, Kamen Stoyanov, Marco Raparelli, Matteo Negri, Giuliana Cunéaz, Yorgos Stamkopoulos, Giulio Rigoni, Chicco Margaroli, Paola Romano, Vincenzo Marsiglia, Camilla Ancilotto, Marianna Masciolini, Savini & Vainio.

 

MACRO TESTACCIO – LA PELANDA

Reaction Roma (II Edizione)

Reaction Roma è un racconto collettivo realizzato dalla gente comune, un progetto aperto a tutti che utilizza il linguaggio contemporaneo del social movie per raccontare la realtà urbana attraverso i suoni e le immagini catturate – con smartphone, tablet, microcamera e macchina fotografica – da chi la vive e la attraversa quotidianamente.

 

MACRO TESTACCIO – LA PELANDA

Extended Blue

Mixed Media Installation

Opere di Mariano Filippetta e video di Gianfranco Valleriani. A cura di Massimo Scaringella

Nell’installazione realizzata dai due artisti Mariano Filippetta e Gianfranco Valleriani, pittura, video, suono, testi, tecnologia e presenza umana, si amalgamano nel colore blu, alla ricerca di nuovi linguaggi visivi, ibridi e contaminati, capaci di raccontare con determinazione ed emozione i temi della contemporaneità, siano essi presi dall’attualità piuttosto che dall’arte e della poesia.

 

 

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE

 

’77 una storia di quarant’anni fa nei lavori di Tano D’Amico e Pablo Echaurren

Fino al 14 gennaio 2018

La storia di una generazione e di un paese raccontata attraverso le immagini fotografiche di uno tra i maggiori fotografi italiani e le opere di un artista tra i più interessanti della scena contemporanea.

 

Totò Genio

Fino al 18 febbraio 2018

Attraverso documenti personali, cimeli, lettere, disegni, costumi, fotografie, installazioni e testimonianze, la mostra propone un viaggio indietro nel tempo, nell’universo di Totò, raccontando la vita, le passioni e gli amori del maestro.

 

 

MUSEO CARLO BILOTTI – ARANCIERA DI VILLA BORGHESE

 

Maurizio Pierfranceschi. L’uomo e l’albero

Fino al 14 gennaio 2018

Una selezione di opere dell’artista che ripercorre tutta la sua attività e che indaga il rapporto tra l’uomo e la natura, tra l’architettura e il paesaggio

 

Antonietta Raphaël Mafai – CARTE

Fino al 21 gennaio 2018

Una selezione di circa 50 carte dell’artista, la maggior parte delle quali inedite, atte a ripercorrere la lunga attività di Antonietta Raphaël Mafai, dagli anni Venti fino al 1975, anno della sua scomparsa.

 

 

MUSEO PIETRO CANONICA

 

Realismo e Poesia. Lo sguardo di Pietro Canonica sulla Prima Guerra Mondiale

Fino al 7 gennaio 2018

Sempre a Villa Borghese, una mostra che mette in evidenza, nell’ambito della collezione permanente del museo, costituita principalmente da modelli, studi e bozzetti delle opere realizzate dal Maestro e collocate nel mondo, quelle realizzate in memoria del primo conflitto mondiale.

 

 

MUSEI DI VILLA TORLONIA

 

Casina delle Civette

Annalia Amedeo. Sinestesie. Natura, Storia, Arte

Fino al 21 gennaio 2018

I raffinati lavori in porcellana di Annalia Amedeo coinvolgono il visitatore in una spirale percettiva che attiva più sensi contemporaneamente.

 

Casino dei Principi

Disegni smisurati del ’900 italiano

Fino al 18 marzo 2018

Marco Fabio Apolloni e Monica Cardarelli, direttrice della Galleria del Laocoonte di Roma, hanno adunato e restaurato più di una ventina di cartoni di maestri del ’900 italiano, rastrellati dal mercato dell’arte o direttamente dagli eredi degli artisti, per costituire una sorta di pinacoteca di “disegni smisurati” per dimostrare l’alto livello dell’esercizio del disegnare nella prima metà del secolo scorso.

 

GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA CAPITALE

 

L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori (Siracusa 1886 – Roma 1961)

Fino all’11 febbraio 2018

Una mostra antologica che racconta il rapporto del pittore con i luoghi di Roma che amò e dipinse, scegliendoli come patria elettiva sin dai primi anni del Novecento.

 

 

ROMA PLANETARIO

 

OpenSpaces: Planetarium Reloaded!

Lo spettacolo che riaccende il Planetario a Roma è una esperienza totale e vertiginosa, in cui la rinnovata tecnologia di proiezione consente di riassaporare l’eterno fascino della notte stellata e al tempo stesso di immergersi nel cosmo in un lungo volo in soggettiva, attraverso gli anni luce.

Tra telescopi, pianeti, galassie e ammassi stellari, gli astronomi del Planetario di Roma portano all’Ex Dogana di San Lorenzo il testimone della cupola dell’EUR per proiettare gli spettatori della Capitale in un emozionante tuffo cosmico senza rete.

Allacciate le cinture: il Molo Nuovo diventa la rampa di lancio della Città Eterna verso il suo futuro digitale e spaziale, per sorvolare le valli di Marte, attraversare gli anelli di Saturno, orbitare attorno a eteree nebulose e circumnavigare la Via Lattea!

Chiuso: lunedì (a eccezione di lunedì 26 dicembre) – 25 dicembre – 1 gennaio

24 e 31 dicembre chiusura anticipata alle ore 12.00.

Dal 23 dicembre al 6 gennaio spettacoli ore 10.00 – 11.00 – 12.00 – 16.00 – 17.00 – 18.00